30 Novembre 2021
Expand search form

Che cosa significa Città Proibita?

I nostri redattori esamineranno ciò che hai inviato e determineranno se rivedere l’articolo.

Guarda una mostra a Santiago del Cile che espone 275 oggetti provenienti dalla Cina

Città proibita, cinese (Pinyin) Zijincheng o (romanizzazione Wade-Giles) Tzu-chin-ch’engcomplesso del palazzo imperiale nel cuore di Pechino (Peking), Cina. Commissionato nel 1406 dall’imperatore Yongle della dinastia Ming, fu occupato ufficialmente dalla corte per la prima volta nel 1420. Fu chiamato così perché l’accesso alla zona era precluso alla maggior parte dei sudditi del regno. Ai funzionari del governo e persino alla famiglia imperiale era permesso solo un accesso limitato; solo l’imperatore poteva entrare in qualsiasi sezione a suo piacimento. Il complesso di 72 ettari è stato designato come sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1987 in riconoscimento della sua importanza come centro del potere cinese per cinque secoli, così come per la sua architettura ineguagliabile e il suo ruolo attuale come Museo del Palazzo di arte e storia dinastica.

Pechino: Città Proibita

Città Proibita

Pechino: Città Proibita

L’architettura del complesso murato aderisce rigidamente alla pratica geomantica tradizionale cinese del feng shui. L’orientamento della Città Proibita, e di tutta Pechino, segue una linea nord-sud. All’interno del complesso, tutti gli edifici più importanti, specialmente quelli lungo l’asse principale, sono rivolti a sud per onorare il Sole. Gli edifici e gli spazi cerimoniali tra di essi sono disposti in modo da trasmettere un’impressione di grande potere imperiale, rafforzando al contempo l’insignificanza dell’individuo. Questa concezione architettonica è confermata nei minimi dettagli: l’importanza relativa di un edificio può essere giudicata non solo dalla sua altezza o larghezza, ma anche dallo stile del suo tetto e dal numero di statuette appollaiate sulle creste del tetto.

Città Proibita: Palazzo della Purezza Celeste

Terrazze di riso in Vietnam. (cibo; fattoria; agricoltura; terrazza di riso; raccolto; grano; risaia; risaie; giardino)

Tra i punti di riferimento più notevoli ci sono la Porta Wu (Meridiana), la Sala della Suprema Armonia (Taihedian) e il Giardino Imperiale (Yuhuayuan). La Porta Wu è l’imponente ingresso formale meridionale della Città Proibita. Le sue ali ausiliarie, che fiancheggiano l’ingresso, sono tese come le zampe anteriori di un leone guardiano o di una sfinge. La porta è anche uno degli edifici più alti del complesso, essendo alta 125 piedi (38 metri) al colmo del tetto. Una delle sue funzioni principali era quella di servire da sfondo per le apparizioni e i proclami imperiali. Oltre la porta Wu si trova un grande cortile, profondo 460 piedi (140 metri) e largo 690 piedi (210 metri), attraverso il quale il fiume d’oro (Golden Water River) scorre in un arco a forma di arco. Il fiume è attraversato da cinque ponti paralleli di marmo bianco, che portano alla Porta della Suprema Armonia (Taihemen).

Città proibita: Sala della Suprema Armonia

Porta della Potenza Divina, Città Proibita

A nord della Porta della Suprema Armonia si trova la Corte Esterna, cuore della Città Proibita, dove le tre sale principali dell’amministrazione stanno in cima a una terrazza di marmo a tre livelli che si affaccia su un’immensa piazza. L’area comprende circa sette acri (tre ettari), uno spazio sufficiente per ammettere decine di migliaia di sudditi a rendere omaggio all’imperatore. Al di sopra dello spazio si trova la Sala della Suprema Armonia, in cui si trova il trono dell’imperatore. Questa sala, che misura 210 per 122 piedi (64 per 37 metri), è il più grande edificio singolo del complesso, nonché uno dei più alti (essendo circa la stessa altezza della Porta Wu). Era il centro della corte imperiale. A nord, sulla stessa tripla terrazza, si trovano la Sala dell’Armonia Centrale (o completa) (Zhonghedian) e la Sala della Preservazione dell’Armonia (Baohedian), anch’esse sedi di funzioni governative.

Museo del Palazzo

Più a nord si trova la Corte Interna, che contiene le tre sale che componevano gli alloggi imperiali. Adiacente a questi palazzi, al limite più settentrionale della Città Proibita, si trova il Giardino Imperiale di 3 acri (1,2 ettari), il cui design organico sembra discostarsi dalla rigida simmetria del resto del complesso. Il giardino è stato progettato come un luogo di relax per l’imperatore, con una disposizione fantasiosa di alberi, laghetti, aiuole e sculture. Nel suo centro si trova la Sala della Pace Imperiale (Qin’andian), un tempio taoista dove l’imperatore si ritirava per la contemplazione.

Città Proibita: Porta della Purezza Celeste

La Città Proibita cessò di essere la sede del governo imperiale Qing (Manchu) con la rivoluzione cinese del 1911-12. Anche se alcuni degli antichi edifici (che erano stati riparati e ricostruiti dal XV secolo) sono stati persi a causa delle devastazioni della rivoluzione e durante la guerra con il Giappone (1937-45), il sito è stato mantenuto nel suo insieme. Puyi, l’ultimo imperatore Qing, fu autorizzato a vivere lì dopo la sua abdicazione, ma lasciò segretamente il palazzo (e Pechino) nel 1924. Alla fine del 20° secolo diversi edifici del palazzo sono stati restaurati.

Il film L’ultimo imperatore (1987), che ritrae la vita di Puyi, è stato girato in parte nella Città Proibita.

Gli editori di Encyclopaedia Britannica Questo articolo è stato recentemente rivisto e aggiornato da Amy McKenna, Senior Editor.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Perché si chiama Città Proibita?

La ‘Città Proibita’ è l’equivalente inglese del nome cinese ‘Zijin Cheng’ – Jin significa proibito, con riferimento al fatto che nessuno poteva entrare o uscire dalla città murata o Cheng, senza il permesso dell’imperatore.

Cosa significa Città Proibita?

Definizioni di Città Proibita. una sezione murata di Pechino che racchiude il palazzo che un tempo era la residenza dell’imperatore della Cina. esempio di: sezione. una regione distinta o una suddivisione di un’area territoriale o politica o una comunità o un gruppo di persone.

Perché in Cina la Città Proibita è proibita?

La residenza degli imperatori fu costruita in direzione nord, come smentita terrena del celeste Palazzo di Porpora, cioè la Stella del Nord, anche se per essere la casa dell’Imperatore Celeste. Considerato un luogo divino, era certamente proibito alla gente comune ed è per questo che la Città Proibita è così chiamata.

Cosa è proibito nella Città Proibita?

La Città Proibita è stata la dimora degli imperatori cinesi e delle loro famiglie ed è stata il centro cerimoniale e politico del governo cinese per oltre 500 anni….Città Proibita.Posizione nel centro di Pechino Mostra la mappa del centro di Pechino Mostra la mappa di Pechino Mostra tuttoStabilito nel 1925 Patrimonio Mondiale dell’UNESCO17 altre file

Quale città è conosciuta come Città Proibita?

Pechino
Città Proibita, cinese (Pinyin) Zijincheng o (romanizzazione Wade-Giles) Tzu-chin-ch’eng, complesso del palazzo imperiale nel cuore di Pechino (Peking), Cina. Commissionato nel 1406 dall’imperatore Yongle della dinastia Ming, fu occupato ufficialmente dalla corte per la prima volta nel 1420.

Si può entrare nella Città Proibita?

I visitatori entrano nella Città Proibita da Piazza Tian’anmen attraverso il grande muro rosso con il ritratto di Mao appeso sopra. Questa è l’estremità meridionale del palazzo e si cammina per tutta la lunghezza del complesso fino all’estremità settentrionale. Non è una visita di andata e ritorno, ma piuttosto una lunga esplorazione attraverso il complesso.

Quale città si chiama Città Proibita?

Pechino
Città Proibita, cinese (Pinyin) Zijincheng o (romanizzazione Wade-Giles) Tzu-chin-ch’eng, complesso del palazzo imperiale nel cuore di Pechino, Cina. Commissionato nel 1406 dall’imperatore Yongle della dinastia Ming, fu occupato ufficialmente dalla corte per la prima volta nel 1420.

Perché la Città Proibita ha 9999 stanze?

Si dice che ci siano in totale 9.999 stanze e mezzo nella Città Proibita, perché solo il Dio del Cielo poteva avere diritto a 10.000 stanze. L’imperatore Chengzu, che costruì la Città Proibita, si dichiarò figlio del Dio del Cielo, definendo così la dimensione ridotta del suo palazzo.

Quale film è stato girato all’interno della Città Proibita?

L’ultimo imperatore
L’ultimo imperatore era basato sull’autobiografia di Puyi, From Emperor to Citizen (pubblicata in inglese nel 1964-65). È stato il primo lungometraggio autorizzato ad essere girato all’interno della Città Proibita.

Quanto costa entrare nella Città Proibita?

Bassa stagione (1 novembre – 31 marzo)Bassa stagioneAngresso principaleGalleria del tesoroAdulti (19-59)$7.99$1.99Senior (60+)$6.99$1.99Adolescenti (7-18)$6.99$1.99Bambini (0-6)Gratis

Qual era la punizione per chi entrava nella Città Proibita?

In epoca imperiale la pena per l’ingresso senza invito era severa, anche se i semplici mortali non si sarebbero nemmeno avvicinati; la Città Imperiale cingeva la Città Proibita con un’altra serie di enormi mura tagliate da quattro porte pesantemente sorvegliate – compresa la Porta della Pace Celeste, sulla quale è appeso il ritratto di Mao.

Cosa c’è di così speciale nella Città Proibita?

La Città Proibita è la più grande collezione al mondo di strutture medievali in legno ben conservate. A parte la grandezza del complesso, anche il dettaglio dell’architettura è stupefacente. Ogni dettaglio riflette le caratteristiche dell’architettura tradizionale cinese e della ricca cultura cinese.

La Città Proibita è aperta ai turisti?

L’anno 2020 segna il 600° anniversario della Città Proibita, che il palazzo intende celebrare assicurando che la maggior parte del complesso sia aperta ai visitatori più che in qualsiasi altro momento della sua storia come attrazione turistica. …

In quale città si trova oggi la Città Proibita?

Pechino
Città Proibita, cinese (Pinyin) Zijincheng o (romanizzazione Wade-Giles) Tzu-chin-ch’eng, complesso del palazzo imperiale nel cuore di Pechino (Peking), Cina. Commissionato nel 1406 dall’imperatore Yongle della dinastia Ming, fu occupato ufficialmente dalla corte per la prima volta nel 1420.

Si può entrare nella Città Proibita?

C’è solo un’entrata principale alla Città Proibita, cioè la porta meridionale, o Porta Meridiana, conosciuta anche come Wumen (午门) in cinese. A sud della Porta Sud della Città Proibita si trovano la Torre Tiananmen e Piazza Tiananmen.

Articolo precedente

In cosa crede la maggior parte degli indù?

Articolo successivo

Come funziona uno strumento di dematerializzazione?

You might be interested in …