19 Maggio 2022
Expand search form

Che malattia ha Shug nel colore viola?

Shug Avery è un personaggio notevole, chiamata Lillie dai suoi genitori ma conosciuta da tutti i suoi ammiratori come Queen Honeybee, Sugar o Shug. Celie la descrive come dolce, ma molte delle caratteristiche di Shug contraddicono questa idea. È una donna di grande forza di carattere; esuberante, a volte aggressiva, sempre pronta a combattere per ciò in cui crede e apparentemente senza paura di affrontare qualsiasi cosa la vita le proponga. Come suggerisce uno dei suoi soprannomi, è il personaggio dominante attorno al quale ruotano molte persone.

Un passato fratturato

La sua prima apparizione nel romanzo è quella di una donna molto malata, che arriva a casa del suo amante Albert per essere curata e rimessa in sesto da una malattia che si è presa mentre era in tour nei nightclub come cantante blues professionista. Anche se Walker non ci dice mai cosa ha causato la malattia, ci sono accenni da parte dei cittadini e dei frequentatori della chiesa che lo stile di vita di Shug le ha fatto prendere una sorta di “brutta malattia della donna” (cioè trasmessa sessualmente).

Shug rivela a Celie che sua madre non l’ha mai amata veramente e non l’avrebbe nemmeno toccata, mentre suo padre le faceva delle avances sessuali. Di conseguenza, Shug ha imparato a farsi valere e ha lasciato la casa per farsi strada nella vita, raggiungendo l’indipendenza in giovane età (un contrasto diretto con la timidezza e la mancanza di autostima di Celie). Sebbene la relazione di Shug con Albert sia durata per molti anni, lei ha abbandonato i tre figli che gli ha dato, lasciandoli crescere dai suoi genitori, che l’hanno rinnegata a causa del suo stile di vita scelto e di ciò che considerano i suoi modi peccaminosi.

Quando Shug si esibisce, è all’altezza del suo nome, seducendo i clienti, ma può anche essere selvaggiamente sarcastica e irascibile. Celie descrive Shug ad un certo punto come se avesse una bocca piena di “artigli”, come un animale selvaggio.

Successo nero

Atipico per l’epoca in cui è ambientato il romanzo, Shug è una ricca interprete nera di successo, avendo fatto abbastanza soldi da costruire una grande casa a Memphis e gestire una macchina. I suoi vestiti sono eleganti e di alta qualità e lei è orgogliosa del suo aspetto. Walker ha probabilmente basato il suo personaggio su alcune delle famose cantanti blues afroamericane degli anni ’20 e ’30. Nella Lettera 33, per esempio, Shug afferma di essere un’amica di Bessie Smith (vedi sinossi e commenti > Lettera 33; anche Lettera 46), ma è ritratta solo una volta come interprete quando appare nel juke joint di Harpo e dedica una canzone originale a Celie, in segno di apprezzamento per aver curato Shug.

Shug è descritta come avente una pelle molto nera, che all’epoca era associata a coloro che si trovavano in fondo alla scala sociale afro-americana, ma questo sembra solo rendere Shug più determinata ad avere un impatto sulle persone che incontra. Può influenzare l’attrazione fisica di Celie nei suoi confronti, dato che anche la pelle di Celie è estremamente scura.

Confronto con Celie

Shug e Celie possono avere una pelle simile, ma il loro aspetto e la loro personalità sono molto diversi:

  • Celie è costantemente descritta come brutta, mentre Shug è sempre rappresentata come bella
  • La figura di Shug è attraente, mentre Celie è spesso descritta come magra
  • Shug veste elegantemente e i vestiti di Celie sono solo “adatti alla chiesa”.
  • Shug è sicura di sé e articolata, mentre Celie trova quasi impossibile portare avanti una conversazione e ovviamente pensa a se stessa come ignorante e senza valore
  • Shug, quando si esibisce, può dominare un pubblico e domina anche i suoi amanti maschi. Celie d’altra parte non cerca mai di essere sotto i riflettori ed è così traumatizzata dalle sue esperienze con gli uomini che può affrontare la sua vergogna solo immaginando di essere fatta di legno.

Le relazioni maschili di Shug

Shug dice a Celie che ama Albert perché è “divertente” e “piccolo” e che nei primi anni della loro relazione si sono vestiti l’uno con l’altro. Tuttavia, nonostante l’attrazione tra loro e la durata della loro relazione, Shug non ha mai voluto essere la moglie di Albert, ma solo assicurarsi che lui preferisca lei a tutte le altre femmine. Allo stesso modo, Shug gode chiaramente del potere di attrazione che ha su uomini più giovani come Grady, che sposa, e la giovane diciannovenne Germaine, con cui ha la sua “ultima avventura”, anche se riconosce che tale attrazione è di breve durata.

Altruismo o egoismo?

Le uniche persone verso le quali Shug mostra una gentilezza costante (a parte Albert) sono Celie e Mary Agnes. Scopre la verità sul furto delle lettere di Nettie da parte di Albert e le recupera per Celie, oltre ad assicurarsi che lui smetta di picchiare Celie. Riconosce anche il talento latente in Mary Agnes, aiutandola a stabilire una carriera come cantante blues. Ancora una volta ci può essere un elemento di Shug che gode del potere che ha sulla vita delle persone, sia uomini che donne.

Le convinzioni di Shug

Shug è sempre troppo irrequieta per restare a lungo in un posto e potrebbe essere descritta come uno spirito libero. Ha molti punti di vista poco ortodossi sulla vita, le relazioni e la religione e dà per scontata la sua bisessualità, godendo di andare a letto sia con uomini che con donne.

Shug sarebbe convenzionalmente considerata “immorale”, eppure ha rispetto per Dio. Invece di temere la sua immagine di maschio bianco patriarcale, lo ammira come uno spirito che abita ogni aspetto della vita terrena. Ha poco tempo per qualsiasi insegnamento religioso che considera ispirato dagli uomini, specialmente dagli uomini bianchi.

La forza di Shug

Shug è sensuale, indipendente e con una forte volontà. A volte è anche spietata, raccontando a Celie come ha maltrattato la prima moglie di Albert, Annie Julia, perché era gelosa che lui fosse sposato con qualcuno diverso da lei. La descrizione di Shug di se stessa come “selvaggia” e “cattiva” non è solo accurata ma sorprendentemente onesta e rivela il livello di fiducia che esiste tra le due donne.

Shug confessa che ama gli uomini con passione ma non intende mai essere subordinata a nessuno di loro. Ci sono diversi casi nel romanzo in cui viene mostrato che ha caratteristiche “maschili”. Dice a Sofia nel juke joint di Harpo, che Sofia sembra “un buon partito”, un commento che sorprende Celie perché sono parole che una donna non si aspetterebbe di dire.

Per Celie, Shug è una grande fonte di forza. Anche se la sua moralità non è convenzionale, a volte può prendere una forte posizione morale, per esempio quando riesce a convincere Albert a smettere di picchiare Celie e a tentare di essere tenero con lei invece di usarla solo come un oggetto sessuale. È anche Shug che dà a Celie una via di fuga, portandola a Memphis e sostenendola finanziariamente ed emotivamente finché Celie non è in grado di mantenersi da sola. In questo senso Shug è un simbolo di libertà e realizzazione, mostrando una generosità di spirito che manca in molti degli uomini che compaiono nella narrazione.

Immaturità

In un certo senso Shug è ingenua e infantile. Nonostante la sua apparente raffinatezza e prosperità, la casa di Memphis non è una dimora elegante o di buon gusto, decorata com’è con statue di elefanti e tartarughe e dipinta di rosa acceso. Conduce un’esistenza da nomade irresponsabile in molti modi, sembra dare poca importanza ai suoi tre figli e cerca di mettersi in contatto con loro solo verso la fine del romanzo. Nella sua unica ricerca di Germaine non pensa al dolore che questo causa agli altri.

Tuttavia, come qualcuno che ha circa otto anni più di Celie, lei è la madre/sorella maggiore/compagna di cura che Celie non ha mai avuto prima e la massima espressione della vicinanza familiare. Quando le due donne fanno visita al patrigno di Celie, Fonso, nella casa di famiglia e cercano di trovare la tomba senza nome dei genitori di Celie, Shug dice a Celie che ora sono “l’una per l’altra”.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Cosa c’era di sbagliato in Shug nel colore viola?

Shug Avery è malata, probabilmente a causa di una malattia sessualmente trasmissibile, e nessuno in città vuole accoglierla. Sia sua madre che suo padre dicono che la promiscuità di Shug le ha procurato ciò che merita. Il signor … Quando Celie vede Shug senza vestiti per la prima volta, confessa di provare un’attrazione sessuale.

Quanti anni ha la nuova moglie di PA?

Alphonso ha una nuova moglie, Daisy, che ha solo quindici anni. Alphonso conferma che il vero padre di Celie è stato linciato e che in realtà è solo il suo patrigno. Celie e Shug si fermano al cimitero locale, ma non sono in grado di localizzare la tomba del padre e della madre di Celie perché non c’è scritto.

Qual è il vero nome di Shugs?

La snella e attraente attrice Margaret Avery, incantevole nel ruolo di Shug in The Color Purple (1985) di Steven Spielberg, non è certo una “one-hit wonder”.

Chi è il vero padre di Celie?

Celie racconta la sua vita attraverso lettere dolorosamente oneste a Dio. Queste sono sollecitate quando il suo padre violento, Alphonso, la avverte di non dirlo a nessuno tranne che a Dio dopo che lui la violenta e lei rimane incinta per la seconda volta all’età di 14 anni.

Qual è il valore di Nettie?

Nettie è altamente intellettuale e fin da piccola riconosce il valore dell’istruzione. Tuttavia, anche se Nettie è intelligente e ambiziosa, Mr.

Perché Celie è gelosa di Sofia?

Quando Sofia e Harpo si sposano, Celie li aiuta a sistemare una vecchia baracca sul terreno del signor ______, che usano come casa. … Celie confessa di essere gelosa del fatto che Sofia sappia difendersi e lottare contro suo marito.

Perché il colore viola è un libro vietato?

Nel 1984, il libro è stato contestato in una classe di liceo a Oakland, California, a causa della “esplicità sessuale e sociale” dell’opera e delle sue “idee preoccupanti sulle relazioni razziali, la relazione dell’uomo con Dio, la storia africana e la sessualità umana”. Anche se rimane poco chiaro cosa significhi effettivamente “esplicito sociale”, …

Shug Avery è vivo?

La Avery è meglio conosciuta per la sua interpretazione di Shug Avery nel film drammatico del 1985 Il colore viola, per il quale è stata nominata per un Academy Award come migliore attrice in un ruolo non protagonista….Margaret AveryAnni attivi1972-presenteMoglie(i) Robert Gordon Hunt ( m. 1974; div. 1980)Figli12 più righe

Chi ha sposato Nettie?

Dopo circa 30 anni di separazione, Celie si riunisce con Nettie, che ha sposato Samuel. Celie incontra anche i suoi figli perduti da tempo.

Chi è interessato a Nettie?

Alphonso vuole che Nettie continui i suoi studi e gli offre invece Celie.

Quale colore simboleggia il viola?

Il viola combina la calma stabilità del blu e l’energia feroce del rosso. Il colore viola è spesso associato a regalità, nobiltà, lusso, potere e ambizione. Il viola rappresenta anche significati di ricchezza, stravaganza, creatività, saggezza, dignità, grandezza, devozione, pace, orgoglio, mistero, indipendenza e magia.

Perché Celie dice che Harpo picchia Sofia?

Tuttavia, Sofia è fisicamente molto forte, e i tentativi di Harpo di picchiarla di solito provocano più danni a se stesso che a sua moglie. Celie si preoccupa che consigliando ad Harpo di picchiare Sofia ha in qualche modo commesso un peccato contro lo spirito di Sofia, e ha problemi a dormire per più di un mese.

Cosa preoccupa Sofia che Harpo faccia troppo?

Sofia viene a sapere che è stata Celie a consigliare a Harpo di picchiarla, così affronta Celie con rabbia. Celie non ha più problemi a dormire.

Per quanto tempo Celie e Nettie sono state separate?

Dopo circa 30 anni di separazione, Celie si riunisce con Nettie, che ha sposato Samuel. Celie incontra anche i suoi figli perduti da tempo.

Il colore viola ha vinto qualche Oscar?

NAACP Image Award per il miglior film
Golden Globe Award per la migliore attrice – film drammaticoNAACP Image Award per la migliore attrice in un filmDirectors Guild of America Award per la migliore regia – lungometraggioBlue Ribbon Awards per il miglior film straniero
Il colore viola/premi

Margaret Avery ha cantato Il colore viola?

Sebbene Shug fosse interpretata da Margaret Avery, la sua voce era sincronizzata da Táta Vega, e l’armonica all’inizio della canzone era suonata da Sonny Terry.

Articolo precedente

Quando si dovrebbe seminare l’erba millepiedi?

Articolo successivo

Ci sono pecore bighorn nelle Badlands?

You might be interested in …