3 Dicembre 2021
Expand search form

Come posso smettere di sentirmi sparpagliato?

Cervello sparpagliato

Cominciamo subito. Voglio eliminare tutto ciò che può distrarti dal finire questo post.

  • Ti senti come se volessi fare un milione e uno di cose in questo istante?
  • Ti manca la capacità o il desiderio di rimanere con il tuo compito fino a completarlo, anche il più semplice dei compiti?
  • Ti senti demotivato per iniziare qualcosa che vuoi veramente realizzare?
  • Ti distrai facilmente e tutto nel mondo intero sembra più interessante di quello che stai facendo?
  • Ci sono cose che devi fare e che rimangono incompiute perché non c’è nessuna pressione esterna/scadenza che ne forzi il completamento?

Se hai risposto sì a una o tutte le domande di cui sopra, allora sei un cervellone sparso. Benvenuto nel club :). Non c’è niente di male nell’essere distratti di tanto in tanto, o nel non concludere nulla. Ma quando diventa una costante nella vostra vita quotidiana, si può cadere in una trappola stressante di evitamento, o peggio, cercando di recuperare e recuperare il tempo perduto.

Ho messo in pratica i consigli qui sotto per affrontare il mio cervello sparpagliato. Sto lentamente riacquistando la mia concentrazione e la mia potenza cerebrale. Spero che troviate utili questi consigli. Cercate di lavorare con il maggior numero possibile di essi.

1. Sapere cosa si vuole fare e dare priorità.

Questo è il più ovvio e probabilmente è elencato in ogni libro e articolo sulla produttività. L’importanza di questo passo non può essere sopravvalutata.

Se non sai cosa vuoi e le cose galleggiano nella tua testa, non avrai mai la soddisfazione di fare qualcosa. Quindi sì, fate una lista di tutto ciò che vi passa per la testa. Poi dai delle priorità, con la P maiuscola. Questo è il momento in cui devi dire al tuo cervello di smettere di preoccuparsi delle piccole cose e di concentrarsi su ciò che è veramente importante.

2. Spezzala e mantienila semplice.

Una volta che avete la vostra lista e determinate i vostri due o tre compiti principali, sceglietene uno per iniziare e riducetelo alla forma più semplice di azione. Ogni passo non dovrebbe richiedere più di 15-30 minuti per essere completato. Se ci vuole più tempo, suddividetelo ulteriormente.

Più piccolo è il compito, meno tempo ci vuole per portarlo a termine, più è probabile che ci si attenga ad esso. Questo è un buon modo per dire al tuo cervello di stare con esso per 15 minuti.

3. Inizia e fallo lentamente: un compito alla volta.

Non cercare di accelerare le cose nel tentativo di risparmiare tempo. Questo fa sì che il tuo cervello vada alla deriva su quello che vuoi fare dopo invece di quello che stai facendo adesso. Il tuo cervello può concentrarsi su un pensiero alla volta, quindi concentrati su ciò che hai davanti. Fate le cose lentamente e deliberatamente. Vi sentirete molto meglio una volta completato il vostro compito.

4. Fate delle pause.

Non essere tentato di lavorare senza sosta per ore e ore. Questo porterà al burn out e non avrete abbastanza motivazione per ricominciare.

Dopo aver completato un compito di 15-30 minuti, prenditi una pausa e fai qualcosa di divertente. Puoi fare stretching, muoverti, leggere un articolo o qualsiasi cosa tu abbia voglia di fare. Ma non prendetevi troppo tempo. Suggerirei 5-10 minuti.

Una volta completati 4 compiti, prenditi una pausa più lunga, un’ora o giù di lì. Questo è il tuo tempo libero per fare quello che ti piace, senza sensi di colpa.

5. Impara a concentrarti.

Se vuoi concentrarti al massimo, devi imparare a meditare e a farlo.

La meditazione sta diventando sempre più diffusa ed è davvero facile da fare. Non c’è bisogno di passare un’ora. Inizia con pochi minuti e passa a 15-30 minuti. Fai una ricerca e scegli una meditazione di respirazione o di mantra. La cosa più importante è allenare il tuo cervello a rilassarsi e a concentrarsi su una cosa (il mantra o il tuo respiro).

6. Abbandona il tuo orologio. Lavora a intervalli.

Dimentica l’orologio e non essere ossessionato dal tempo. Non importa quando iniziate a lavorare su qualcosa. Usa un timer e impostalo sul tempo stimato per completare il tuo compito (un intervallo di non più di 30 minuti). Fai partire il timer e vai avanti. Non fermatevi finché il tempo non è finito. Fai una pausa e ripeti.

Concentrati sul lavoro e sul portare a termine i tuoi compiti, indipendentemente dall’ora. In questo modo avrete la garanzia di lavorare invece di trovare scuse per rimandare le cose a domani, quando potrete lavorarci di buon ora.

7. Non fare nient’altro finché il tuo intervallo non è finito.

Non fare nient’altro mentre il tuo timer è in funzione per un compito specifico. Se si tratta di qualcosa che richiede ispirazione (come scrivere) e sembra che tu non riesca a trovarne, stai fermo e pensa al compito finché il tempo non è finito.

Non essere tentato di fare qualcos’altro perché sembra che tu non riesca a iniziare il compito in questione. Prima o poi l’ispirazione arriverà – sarai sorpreso da quanto efficaci possano essere cinque minuti di silenzio per accendere il tuo genio.

8. Continuate.

Se cadi dal carro, riprendi e ricomincia. Non c’è motivo di arrendersi. Riesaminate ciò che avete fatto e ciò che è andato storto, imparate da esso e passate al vostro prossimo compito o intervallo.

Ricordate: la pratica fa migliorare.

9. Spegni e riavvia.

Concediti dei giorni liberi per divertirti lontano dai compiti e dalle cose da fare. Tienilo libero e non impegnarti in niente di nuovo. Questo è un momento in cui puoi rilassarti, divertirti e passare del tempo con i tuoi cari.

Usate i vostri giorni liberi per rilassarvi e svuotare la vostra cache mentale. Non cercare di infilarci dentro qualcos’altro. Dopo una pausa, vi sentirete pieni di energia e motivati a tornare ai vostri compiti.

10. Rendilo divertente.

Abbracciate il vostro bambino giocoso interiore e usate la vostra immaginazione per trarre il meglio da ogni compito. Anche la cosa più banale può essere divertente.

Quando stai lavorando a un compito, immagina che qualcuno ti stia guardando e commentando quanto brillantemente stai lavorando. O che stai cercando di stabilire un record mondiale, o di battere il tuo. Potete avere una conversazione con voi stessi mentre lavorate … avete capito bene.

I tuoi risultati dipendono da dove scegli di mettere la tua attenzione e la tua energia. Quindi fai ciò che ti dà i risultati più efficaci nel modo più piacevole. Una volta che ti metti in moto e continui a farlo, non c’è modo di tornare indietro: le cose diventano più facili e cominci a sfruttare di più il tuo potere mentale.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Perché mi sento sempre confuso?

La nebbia cerebrale può essere un sintomo di una carenza di nutrienti, un disturbo del sonno, una crescita eccessiva di batteri dovuta a un consumo eccessivo di zucchero, la depressione o anche una condizione della tiroide. Altre cause comuni di nebbia cerebrale includono mangiare troppo e troppo spesso, inattività, non dormire abbastanza, stress cronico e una dieta povera.

Cos’è una personalità dispersiva?

informale: una persona smemorata, disorganizzata, o incapace di concentrarsi o di pensare chiaramente Gli inglesi, che avevano elevato l’eccentricità e la scarsa organizzazione a un’arte elevata, e messo il cervello disperso su un piedistallo, detestavano cose mitteleuropee come le regole, le convenzioni e le dittature.

Cosa significa sentirsi sparsi?

Un altro significato di disperso è “disordinato” o “disordinato” – puoi descriverti come disperso se ti senti disorganizzato e confuso. La parola scatter è probabilmente collegata a shatter, “rompere in pezzi”, da una radice inglese medio.

Come posso sentirmi meno disperso al lavoro?

Suggerimenti per quando ti senti sovraccarico.Finisci qualcosa che hai iniziato ma non hai completato. … Dai alla tua mente la possibilità di vagare. … Fai un po’ di formazione continua legata al lavoro. … Faccia una breve lista di ciò su cui non ha intenzione di lavorare. Fai tutto ciò che è importante ma che provoca ansia, e poi concediti una pausa.Altri articoli…-Feb 22, 2018

Che cos’è la nebbia cerebrale?

La nebbia cerebrale non è una diagnosi medica. Invece, è un termine generale usato per descrivere la sensazione di essere mentalmente lento, confuso o distanziato. I sintomi della nebbia cerebrale possono includere: problemi di memoria. mancanza di chiarezza mentale.

Perché sono così confuso?

Se si dice che qualcuno è confuso, si intende che è confuso o disorganizzato, e incapace di pensare chiaramente o agire correttamente. Era attento e diligente.

L’ansia può causare il cervello dispersivo?

Ecco perché. Lo stress, come una pandemia, mette il nostro cervello in modalità “lotta o fuga”, disturbando l’attenzione, la memoria, la respirazione e il sonno. Ma gli esperti dicono che è tutto molto normale.

Come si fa a sapere se si è scatterbrain?

Una persona principalmente iperattiva/impulsiva può agitarsi eccessivamente, interrompere gli altri nelle conversazioni e nelle attività, dare risposte a sproposito o quando non gli si parla, parlare eccessivamente e muoversi eccessivamente in situazioni inappropriate.

E’ normale essere sbadati?

Ecco perché. Lo stress, come una pandemia, mette il nostro cervello in modalità “lotta o fuga”, disturbando l’attenzione, la memoria, la respirazione e il sonno. Ma gli esperti dicono che è tutto molto normale.

Come si fa a gestire quando si è sopraffatti o si è sottotono?

Usa questi suggerimenti per aiutarti a gestire meglio la sensazione di essere sopraffatto al lavoro:Crea una lista di cose da fare. … Costruisci e segui un programma. … Chiedere una guida quando necessario. … Esprimere i propri pensieri o preoccupazioni ai membri della squadra. … Ricevere un feedback sul proprio lavoro. … Essere onesti sul proprio carico di lavoro. … Mantenere un sano equilibrio tra lavoro e vita privata. … Fai molte pause.Altri articoli…-Feb 22, 2564 BE

Cosa fai quando hai la mente confusa?

La tua nebbia cerebrale può essere un sintomo d’ansia – ecco come affrontarlaTrova la fonte.Dai la priorità al sonno.Trova il tempo per rilassarti.Medita.Nutriti.Muovi il tuo corpo.Fai una pausa.Fai un piano.Altri articoli…-Mar 27, 2563 BE

Quali vitamine sono buone per la nebbia cerebrale?

Quando la nebbia cerebrale è causata da livelli bassi o carenti di vitamine, minerali e altri nutrienti, l’integrazione può essere utile….Vitamina D. La vitamina D è un nutriente liposolubile necessario per la funzione del sistema immunitario, la salute del cervello e altro. … Omega-3. … Magnesio. … Vitamina C. … Complesso B. … L-teanina. 26 agosto 2021

Come si sente la nebbia cerebrale?

Il dottor Hafeez spiega che i sintomi della nebbia cerebrale possono includere: sentirsi stanchi, disorientati o distratti; dimenticare un compito a portata di mano; impiegare più tempo del solito per completare un compito; e sperimentare mal di testa, problemi di memoria e mancanza di chiarezza mentale.

Quali sono i segni di essere sopraffatti?

I sintomi fisici dello stress includono:Bassa energia.Mal di testa.Disturbi di stomaco, tra cui diarrea, costipazione e nausea.Dolori, dolori e muscoli tesi.Dolore al petto e battito cardiaco rapido.Insonnia.Frequenti raffreddori e infezioni.Perdita di desiderio e/o capacità sessuale.Altri articoli…-19-ago-2021

Perché mi sento sopraffatto senza motivo?

La sopraffazione emotiva può essere causata da stress, esperienze di vita traumatiche, problemi di relazione e molto altro. Se ti senti emotivamente sopraffatto per un lungo periodo di tempo, potresti beneficiare di vedere un professionista della salute mentale.

Articolo precedente

Qual è la popolazione in Etiopia?

Articolo successivo

Si può usare la vernice a gesso per screpolare?

You might be interested in …