22 Novembre 2021
Expand search form

Come si fa a sapere se una bottiglia di plastica è riutilizzabile?

La maggior parte dei produttori di bottiglie d’acqua intendono che i loro prodotti siano monouso. Ma se siete preoccupati per l’ambiente, o avete bisogno di un contenitore in un pizzico, probabilmente vi siete chiesti se è possibile ricaricarle. Se questo sia sicuro o meno dipende dalla plastica usata.

Tipi di bottiglie di plastica

La maggior parte delle confezioni di bottiglie d’acqua mostrano un numero stampato all’interno di un triangolo per mostrare di che tipo di plastica si tratta. Quel numero può anche aiutarvi a determinare quanto sia sicuro il suo riutilizzo.

Ecco tre dei più comuni tipi di plastica che si trovano nelle bottiglie d’acqua.

Polietilene tereftalato (PETE o PET). Se vedi un “1” sulla tua bottiglia, significa polietilene tereftalato. Questa plastica leggera è utile per bottiglie d’acqua e contenitori come bottiglie di salsa, contenitori di burro di noci e altri imballaggi alimentari.

Polietilene ad alta densità (HDPE). Se la tua bottiglia mostra un “2”, la plastica è polietilene ad alta densità (HDPE). L’HDPE è una plastica più robusta e durevole. Questo lo rende un buon materiale per le bottiglie di detersivo, le bottiglie di sapone e i contenitori di liquidi da un gallone.

Altro. “7” è il codice identificativo per i materiali plastici che non rientrano in nessun’altra categoria. Alcune bottiglie d’acqua in questa categoria possono contenere bisfenolo A, altrimenti noto come BPA. Il BPA è una sostanza chimica che è stata collegata a disturbi del sistema endocrino, che è responsabile della regolazione degli ormoni. Molte persone evitano i prodotti che contengono BPA a causa del loro potenziale impatto sull’equilibrio ormonale.

Lisciviazione di sostanze chimiche

Una preoccupazione comune nel riutilizzare le bottiglie d’acqua è la lisciviazione chimica. Questo avviene quando le sostanze chimiche della plastica si mescolano con qualsiasi liquido che si mette dentro. Ma con la giusta conservazione e il tipo di plastica, questo non è normalmente un problema con le bottiglie di plastica monouso.

Preoccupazioni per le bottiglie di tipo 1 (plastica PET). La FDA ha dichiarato la plastica PET sicura per l’uso singolo e ripetuto.

Ma quando questi tipi di plastica sono tenuti a temperature estremamente alte, c’è il rischio di una sostanza chimica chiamata lisciviazione dell’antimonio. Tuttavia, i rischi di lisciviazione chimica sono bassi quando si conservano correttamente le bottiglie in PET. È meglio tenere queste bottiglie a temperatura ambiente e fuori dal sole per ridurre al minimo qualsiasi possibilità di lisciviazione.

Preoccupazioni con la plastica di tipo 2 (plastica HDPE). Se ti capita di imbatterti in una bottiglia d’acqua contrassegnata con un “2”, puoi riutilizzarla purché sia ben lavata e non sia incrinata o altrimenti danneggiata. Questo tipo di plastica è a basso rischio di lisciviazione chimica.

Preoccupazioni con la plastica di tipo 7. Non tutte le plastiche classificate come “7” hanno BPA, ma alcune sì. Le bottiglie di policarbonato rientrano in questa categoria. Uno studio ha scoperto che i partecipanti che hanno bevuto da bottiglie di policarbonato per una settimana hanno mostrato un aumento significativo di BPA nel loro campione di urina.

Alcune bottiglie in questa categoria potrebbero rilasciare BPA. Se questo è qualcosa che vuoi evitare, puoi saltare le bottiglie di policarbonato e la plastica contenente BPA.

Bottiglie di plastica e crescita dei batteri

Le bottiglie di plastica possono ospitare batteri nocivi, ed è per questo che la maggior parte dei produttori consiglia di usarle solo una volta. In verità, la crescita batterica nelle bottiglie d’acqua è una preoccupazione molto più grande della lisciviazione chimica.

La crescita batterica può avvenire rapidamente dall’uso ordinario di toccare la bocca con la bottiglia. Anche le bevande non finite lasciate a temperatura ambiente possono avere una crescita batterica sorprendente durante il giorno. È meglio riutilizzare le bottiglie d’acqua di plastica con parsimonia e lavarle accuratamente perché i germi si diffondono così rapidamente.

Inoltre, l’usura della bottiglia dovuta al riutilizzo può creare crepe e graffi sulla superficie dove possono crescere altri batteri. Con questo in mente, si potrebbe anche voler saltare le bottiglie di plastica e comprare invece una bottiglia riutilizzabile.

Alternative alle bottiglie di plastica

Se hai bisogno di riutilizzare una bottiglia d’acqua di plastica, assicurati di lavarla bene prima. La maggior parte delle bottiglie d’acqua di plastica non sono facili da pulire, quindi può essere difficile. Ma se dovete riutilizzare una bottiglia, è meglio non saltare questo passaggio.

Se volete riutilizzare le bottiglie d’acqua di plastica per comodità o per aiutare l’ambiente, è meglio scegliere invece una bottiglia riutilizzabile in acciaio inossidabile o in vetro.

Sono facili da pulire dopo ogni uso, e non devi preoccuparti della proliferazione batterica o della lisciviazione di sostanze chimiche nell’acqua. Inoltre, sono molto meglio per l’ambiente.

Fonti

Harvard University T.H. Change School of Public Health: “BPA, sostanza chimica usata per fare la plastica, trovata per filtrare dalle bottiglie per bere in policarbonato nell’uomo”.

Illinois Department of Central Management Services: “Tipi di plastica”.

Giornale Giapponese di Igiene: “Crescita microbica nelle bevande non finite in bottiglie di plastica e la consapevolezza degli studenti infermieri di un’università sulla contaminazione microbica”.

Istituto Nazionale di Scienze della Salute Ambientale: “Bisfenolo A (BPA)”.

Questioni di nutrizione in gastroenterologia, serie #50: “Miti sull’acqua in bottiglia: Separare i fatti dalla finzione”.

Il Journal of Steroid Biochemistry and Molecular Biology: “Bisfenolo A: un perturbatore endocrino con esposizione diffusa ed effetti multipli”.

U.S. Food & Drug Administration: “CFR – Codice dei regolamenti federali Titolo 21”.

Ricerca sull’acqua: “Lisciviazione dell’antimonio dalla plastica di polietilene tereftalato (PET) usata per l’acqua potabile in bottiglia”.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Come sapere se una bottiglia è riutilizzabile?

Identificare il numero di plastica Se trovi plastica #2, #4, o #5, quelle sono abbastanza sicure da riutilizzare. Queste contengono bassi livelli di polietilene termoplastico, polietilene a bassa densità e polipropilene.

Quali bottiglie di plastica possono essere riutilizzate?

In termini di lisciviazione chimica, i contenitori di plastica con il codice di riciclaggio 2 (polietilene ad alta densità, HDPE), 4 (polietilene a bassa densità, LDPE) o 5 (polipropilene, PP) sono più sicuri per il riutilizzo, dice Daniel Schmitt, professore associato di ingegneria plastica presso l’Università del Massachusetts Lowell, USA.

Quali bottiglie di plastica non dovrebbero essere riutilizzate?

I sostenitori della salute consigliano di non riutilizzare le bottiglie fatte di plastica #1 (polietilene tereftalato, noto anche come PET o PETE), tra cui la maggior parte delle bottiglie usa e getta di acqua, soda e succo di frutta. 3 Queste bottiglie possono essere sicure per un uso una tantum, ma il loro riutilizzo dovrebbe essere evitato.

Le bottiglie di plastica sono riutilizzabili?

I punti chiave. I produttori progettano le bottiglie di plastica solo per l’uso una tantum. Possono essere riutilizzate in modo conservativo, a condizione che non abbiano subito alcuna usura. Sostituire le bottiglie di plastica con soluzioni più durature, come le bottiglie in acciaio inossidabile, è meglio per la tua salute e per l’ambiente.

Riempire le bottiglie d’acqua fa male?

È meglio riutilizzare le bottiglie d’acqua di plastica con parsimonia e lavarle accuratamente perché i germi si diffondono rapidamente. Inoltre, l’usura della bottiglia dovuta al riutilizzo può creare crepe e graffi sulla superficie dove possono crescere più batteri.

Quali numeri di plastica sono sicuri?

Per farla breve: i numeri di plastica per il riciclaggio 2, 4 e 5 sono i più sicuri. Mentre i numeri di plastica 1, 3, 6 e 7 devono essere evitati. Ma ciò non indica che si possa usare senza timore la plastica più sicura. Tutti i prodotti di plastica possono rilasciare sostanze chimiche tossiche se riscaldati o danneggiati.

Perché non si dovrebbe mai riempire una bottiglia d’acqua di plastica?

Puoi ringraziare il Bisfenolo A (comunemente noto come BPA), una sostanza chimica usata per produrre la plastica, per i tuoi problemi con l’acqua. … Inoltre, le bottiglie di plastica monouso sono per lo più fatte di polietilene tereftalato, o PET, che è sicuro da usare, ma non riutilizzare; queste plastiche possono rilasciare sostanze chimiche nell’acqua se riscaldate o graffiate.

Le bottiglie d’acqua riutilizzabili in plastica sono sicure?

Molte bottiglie di plastica riutilizzabili sono pubblicizzate come prive del bisfenolo chimico A (BPA), che era comunemente usato nella plastica fino a quando gli studi lo hanno collegato a disturbi ormonali negli esseri umani. … (La Food and Drug Administration ha detto che il BPA è sicuro a bassi livelli.) “La maggior parte delle bottiglie di plastica oggi non usano BPA.

Per quanto tempo si può conservare l’acqua nelle bottiglie di plastica?

due anni
La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti, che regola l’industria dell’acqua in bottiglia, non richiede una durata di conservazione per l’acqua in bottiglia. L’acqua in bottiglia può essere usata indefinitamente se conservata correttamente, ma raccomandiamo non più di due anni per l’acqua non gassata e un anno per l’acqua frizzante.

Perché non bisogna mai riempire una bottiglia d’acqua di plastica?

Le bottiglie d’acqua di plastica sono fatte di polietilene tereftalato, o PET. … Due cose possono accadere quando si riutilizzano le bottiglie di plastica più e più volte: Possono rilasciare sostanze chimiche e i batteri possono crescere al loro interno. Si è scoperto che la lisciviazione chimica avviene in quantità così piccole che non dobbiamo preoccuparci di questo.

Quanto durano le bottiglie d’acqua di plastica riutilizzabili?

“Le bottiglie d’acqua di plastica possono iniziare a rompersi dopo un uso continuato e devono essere sostituite circa una volta all’anno”, ha detto a POPSUGAR Leanne Stapf, direttore operativo di The Cleaning Authority. Le bottiglie di vetro hanno una lunga durata, ma possono rompersi facilmente, quindi non sono ideali per chi ha uno stile di vita attivo”.

È meglio bere acqua di vetro o di plastica?

Poiché le bottiglie di vetro non sono porose, c’è molta meno possibilità che batteri o altre sostanze chimiche dannose si infiltrino nell’acqua potabile rispetto alle bottiglie di plastica. Questo è solo uno dei molti vantaggi delle bottiglie di vetro piuttosto che della plastica.

Cos’è il numero di plastica?

Il numero di plastica è anche chiamato a volte il numero d’argento, un nome datogli da Midhat J. Gazalé e successivamente usato da Martin Gardner, ma questo nome è più comunemente usato per il rapporto d’argento 1 + √2, uno dei rapporti della famiglia dei mezzi metallici descritto per la prima volta da Vera W. de Spinadel nel 1998.

La plastica n. 1 è sicura?

03/9Da EVITARE: Codice 1 Contiene polietilene tereftalato (PET o PETE o poliestere). Danni: Il PET è noto per rilasciare triossido di antimonio e ftalati. Entrambi sono pericolosi per la salute.

Quante volte è sicuro riempire una bottiglia d’acqua di plastica?

I sostenitori della salute consigliano di non riutilizzare le bottiglie di plastica #1 (polietilene tereftalato, noto anche come PET o PETE), compresa la maggior parte delle bottiglie monouso di acqua, soda e succo di frutta. 3 Queste bottiglie possono essere sicure per un uso una tantum, ma il loro riutilizzo dovrebbe essere evitato.

Articolo precedente

Quali stati non hanno la pena di morte?

Articolo successivo

Che aspetto ha il nitruro di magnesio?

You might be interested in …