1 Dicembre 2021
Expand search form

Come si preparano le spugnole dopo la raccolta?

Rimuovere lo sporco da questo tipo di funghi richiede attenzione

The Spruce / Molly Watson

Le spugnole fresche sono una delizia incredibile: il loro sapore terroso e di nocciola insieme alla loro consistenza interessante e carnosa fanno innamorare anche chi odia i funghi. Ma non cercate nella sezione prodotti del negozio di alimentari; questi funghi selvatici sono spesso conquistati con fatica – sia foraggiando il suolo della foresta, coltivandoli o spendendo un bel po’ di soldi al mercato degli agricoltori – quindi non volete rovinarli con una pulizia casuale.

La maggior parte dei funghi ha bisogno di una semplice spazzolata per pulirli o, al massimo, di una passata con un tovagliolo di carta umido. La consistenza spugnosa delle spugnole, tuttavia, ha la tendenza a intrappolare lo sporco e la sabbia, quindi le spugnole richiedono un po’ più di attenzione. Questo semplice metodo in tre fasi per pulirle evita che i delicati funghi si impregnino d’acqua.

Una nota importante è quella di pulire le spugnole solo appena prima dell’uso. Le spugnole assorbiranno un po’ d’acqua nel processo di pulizia, rendendole più suscettibili alla muffa o alla putrefazione se conservate in seguito. Fino ad allora, tienile come sono (sporco e tutto) in un sacchetto di carta per farle respirare.

Passo 1: Scuotere

Il primo passo per pulire le spugnole è quello di scuotere via più sporco possibile. Metti le spugnole in un sacchetto di carta o in un colino e scuotile vigorosamente, ma non violentemente. L’obiettivo è quello di eliminare il più possibile lo sporco o i detriti dalle spugnole prima di pulirle, ma non si vuole che i funghi si ammacchino o si rompano.

Sollevare le spugnole dal sacchetto o dal colino, lasciando qualsiasi sporco o detrito sciolto. Non versare il contenuto, dato che in questo modo lo sporco verrebbe semplicemente scaricato di nuovo sui funghi.

Fase 2: Risciacquo

Ora è il momento di usare un po’ d’acqua. Metti le spugnole in una grande ciotola di acqua fredda (o un lavandino pulito pieno di acqua fredda) e scuotile velocemente. Lo scuotimento serve a sciogliere qualsiasi residuo di sporco nei funghi, quindi se vedi che lo sporco viene via, continua finché non lo vedi più.

Sollevare le spugnole dall’acqua (ancora una volta, lasciando dietro di sé qualsiasi sporco o grana sul fondo della ciotola o del lavandino). Se l’acqua è particolarmente sporca, potresti voler ripetere il processo, scaricando l’acqua sporca e iniziando con una ciotola pulita di acqua fresca. Continuate il processo di pulizia fino a quando non vedrete più lo sporco fuoriuscire dai funghi.

Fase 3: asciugatura

Una volta che le spugnole sono pulite, mettile su un panno da cucina pulito o su strati di carta assorbente. Rapidamente e delicatamente tamponare i funghi a secco, scuotendoli un po ‘intorno come si fa per consentire qualsiasi acqua nei fori di drenare fuori. Se l’asciugamano è molto bagnato, sostituirlo con uno asciutto e ripetere il processo per essere sicuri che tutta l’acqua sia stata rimossa dagli angoli e dalle fessure dei funghi.

Preparate e cucinate le spugnole come preferite. O, se preferite, asciugate i funghi per usarli in un secondo momento. Ci sono tre metodi per asciugare le spugnole: asciugare all’aria, asciugare al forno e usare un disidratatore per alimenti.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Cosa fare con le spugnole dopo la raccolta?

Resisti all’impulso di accumulare le tue spugnole; è meglio mangiarle entro quattro giorni dalla raccolta. Tienile fresche in un sacchetto marrone o in una ciotola con un tovagliolo di carta umido in frigo – se non le usi entro cinque giorni, sono finite.

Devo immergere le spugnole in acqua salata?

Immergi le spugnole nell’acqua salata calda per circa 4 minuti. … Non ci sono insetti della foresta che possono sopravvivere sotto l’acqua salata calda per 4 minuti. Se le metti in ammollo durante la notte, danneggia il sapore dei funghi, aggiunge troppa acqua salata e le lascia mollicce. 4 minuti sono tutto ciò che serve.

Come si puliscono e si preparano le spugnole?

Metti le spugnole in una grande ciotola di acqua fredda (o un lavandino pulito pieno di acqua fredda) e scuotile rapidamente. Lo scuotimento serve a sciogliere qualsiasi residuo di sporco nei funghi, quindi se vedete che lo sporco viene via, continuate finché non lo vedete più.

Come si cucinano le spugnole appena raccolte?

Per cucinare le spugnole, iniziate a scottarle nell’olio a fuoco alto per farle dorare, proprio come fareste con gli altri funghi. Le spugnole si ammorbidiranno e doreranno. Alcune ricette prevedono di cuocere le spugnole dall’inizio alla fine nel burro, ma noi troviamo che il burro si brucia prima che le spugnole siano sufficientemente rosolate.

È meglio congelare o disidratare le spugnole?

Se siete abbastanza fortunati da avere un liofilizzatore, allora liofilizzare le vostre spugnole è un’opzione fantastica. Una spugnola liofilizzata durerà almeno 20 anni e manterrà oltre il 95% del suo valore nutritivo. Ancora meglio, quando vengono reidratate, una spugnola liofilizzata sarà praticamente indistinguibile da una appena raccolta.

Non bere alcolici con le spugnole?

Comprare e pulire le spugnole Non mangiare mai spugnole crude o poco cotte, ed evita di mangiarle quando consumi alcol, perché le spugnole contengono piccole quantità di tossine di idrazina. Queste vengono distrutte con la cottura, ma possono comunque causare problemi alle persone con una sensibilità ai funghi.

Posso congelare le spugnole?

Mettile in un sacchetto per il freezer e conservale nel congelatore. Senza congelatore, conservale in un barattolo ben chiuso in un luogo fresco e buio. Per reidratare una spugnola secca, porta a ebollizione del brodo di pollo (il brodo di manzo è troppo forte). Versalo su alcune spugnole secche.

Per quanto tempo si cucinano le spugnole?

In una padella da 12 pollici, sciogliere il burro o la margarina a fuoco medio. Aggiungere i funghi e cuocere per 3 o 4 minuti o fino a doratura, mescolando delicatamente di tanto in tanto. Servire caldo.

Si mangiano i gambi delle spugnole?

È meglio tagliare la spugnola con un coltello a un centimetro o meno del gambo. Il gambo è totalmente commestibile e delizioso, semplicemente non è uno standard industriale avere un gambo molto lungo e più si allunga più è probabile che sia sporco, sabbioso, granuloso. Se spennate, il vostro fungo sarà sporco e sfilacciato.

Si possono congelare le spugnole fresche?

Mettile in un sacchetto per il freezer e conservale nel congelatore. Senza congelatore, conservale in un barattolo ben chiuso in un luogo fresco e buio. Per reidratare una spugnola secca, porta a ebollizione del brodo di pollo (il brodo di manzo è troppo forte).

Quanto durano le spugnole nel congelatore?

Se siete abbastanza fortunati da avere un liofilizzatore, allora liofilizzare le vostre spugnole è un’opzione fantastica. Una spugnola liofilizzata durerà almeno 20 anni e manterrà oltre il 95% del suo valore nutritivo. Ancora meglio, quando vengono reidratate, una spugnola liofilizzata sarà praticamente indistinguibile da una appena raccolta.

Cosa non si dovrebbe mai mescolare con l’alcol?

10 farmaci che non dovresti mescolare con l’alcol.antidolorifici.ansiolitici e sonniferi.antidepressivi e stabilizzatori dell’umore.farmaci per l’ADHD.antibiotici.nitrati e altri farmaci per la pressione sanguigna.farmaci per il diabete.coumadin.altri articoli…-Oct 20, 2020

È meglio mescolare l’alcol con l’acqua?

Alternare le bevande alcoliche con acqua o succo di frutta ti manterrà idratato e distribuirà la quantità totale di alcol che bevi. Infine, sii consapevole che le bevande nei bar e nei ristoranti possono contenere più alcol di quanto pensi.

Come si conservano le spugnole prima di cucinarle?

Conserva le spugnole sfuse, in frigorifero, in un contenitore con molta ventilazione. Non chiudetele in un sacchetto. Per spugnole molto sporche, immergere i funghi in una ciotola di acqua fresca, agitandola una o due volte.

Per quanto tempo sono buone le spugnole in freezer?

Una spugnola liofilizzata durerà almeno 20 anni e manterrà oltre il 95% del suo valore nutritivo. Ancora meglio, quando sono reidratate, una spugnola liofilizzata sarà praticamente indistinguibile da una appena raccolta.

Articolo precedente

Cos’è una carta incentivo Visa?

Articolo successivo

Cos’è una tenda sonora?

You might be interested in …