8 Dicembre 2021
Expand search form

Come si testa il nervo cranico vago?

È buona pratica lavorare in modo sequenziale attraverso i nervi cranici; siate pronti ad essere istruiti a passare rapidamente a certe sezioni da qualsiasi esaminatore.

L’esame

Nervo olfattivo

Chiedere al paziente se ha notato qualche cambiamento nel senso dell’olfatto:

  • Oggetti odorosi caratteristici (per esempio la menta piperita) possono essere usati per discriminare ulteriormente le patologie, chiedendo al paziente di chiudere gli occhi ed esaminando ogni narice a turno

Nervo ottico

Il nervo ottico dovrebbe essere esaminato con varie modalità:

Figura 1: Esempio di un diagramma di Snellon usato per valutare l’acuità visiva

  • Acuità visiva (VA) – Valutare la VA con una tabella di Snellon. Tenere gli occhiali per correggere eventuali errori refrattari
    • Posizionare il paziente a 6 m di distanza dalla tabella, coprendo ogni occhio separatamente con la mano a turno
    • Trovare la linea di stampa che il paziente può leggere comodamente a*

    *La VA è espressa come la distanza tra il paziente e il grafico sul numero accanto alla linea più piccola che è stata letta (ad esempio, 6/24 è un individuo che si trova a 6m di distanza dal grafico e può leggere solo le lettere che un individuo normale può leggere da 24m)

    In alternativa, l’AV può essere semplicemente valutata chiedendo al paziente di leggere il testo di un libro o di una rivista

    • Campi visivi
      • Chiedere al paziente di coprire l’occhio sinistro con la mano sinistra e poi coprire l’occhio destro con la mano destra. Il paziente deve continuare a guardare dritto davanti a sé
      • Spostare la mano verso il quadrante superiore del campo visivo temporale del paziente
      • Muovere gradualmente il dito verso il centro della loro visione dalla periferia e chiedere al paziente di informarvi non appena vede il vostro dito muoversi
      • Ripetere per il campo temporale inferiore, nasale superiore e nasale inferiore, poi ripetere sull’altro occhio

      Qualsiasi anomalia rilevata può essere ulteriormente valutata con la perimetria o la valutazione del campo centrale

      • Fundoscopia – Abbassare le luci se possibile. Chiedere al paziente di non guardare direttamente la luce (permettendo all’occhio di rimanere in una posizione fissa)

      Nervi oculomotore, trocleare e abducente

      Valutazione dei nervi cranici III, IV e VI:

      • Riflesso della luce pupillare
        • Chiedere al paziente di fissare un obiettivo lontano
        • Fare brillare una torcia a penna in ogni occhio a turno, portando il fascio di luce rapidamente dal lato laterale
        • Osservare sia la risposta diretta (omolaterale) che consensuale (controlaterale)
        • Chiedere al paziente di guardare un oggetto tenuto a distanza
        • Portare l’oggetto a meno di 10 cm dal paziente, chiedendogli di seguirlo con gli occhi
        • Osservare le pupille per una uguale convergenza e costrizione
        • Chiedere al paziente di tenere la testa ferma e seguire un oggetto
        • Muovere l’oggetto in una formazione ad H, valutando lo sguardo orizzontale e verticale
        • Osservare le pupille per valutare i movimenti oculari ed eventuali segni di nistagmo
          • Il controllo dello sguardo coniugato può anche essere giustificato a questo punto

          Assicurarsi di chiedere al paziente di farvi sapere se sperimenta una visione doppia per tutto il tempo

          Nervo trigemino

          Entrambi i rami sensoriali e motori del nervo trigemino dovrebbero essere testati:

          • La sensazione richiede sia il tocco leggero che la valutazione della puntura di uno spillo
            • Dimostrare al paziente cosa aspettarsi dalle sensazioni di tocco leggero e di puntura di spillo
            • Chiedere al paziente di chiudere gli occhi e toccare delicatamente le regioni della fronte, delle guance e del mento (valutando rispettivamente i rami oftalmico, mascellare e mandibolare)
            • Assicurarsi di chiedere al paziente di farvi sapere se sperimenta qualsiasi cambiamento nella sensazione su entrambi i lati o se non riesce a sentire la sensazione
            • Chiedere al paziente di stringere i denti e palpare la contrazione del muscolo temporale e del muscolo massetere
            • Chiedere al paziente di aprire la bocca, muovere la mascella da un lato all’altro, poi chiudere la bocca

            Il test del riflesso corneale non dovrebbe essere eseguito a meno che non si sospetti un’alterazione sensoriale, in quanto è scomodo per il paziente

            Nervo facciale

            Il test del nervo facciale comporta la valutazione dei muscoli dell’espressione facciale:

            • Inizialmente valutare la simmetria del viso a riposo
            • Chiedere al paziente di eseguire i seguenti movimenti
              • Alzare le sopracciglia
              • Chiudere bene gli occhi
              • Espandere le guance
              • Sorridere

              Questi movimenti dovrebbero poter essere completati anche contro la resistenza dell’esaminatore

              Nervo vestibolo-cocleare

              L’esame del nervo cranico VIII dovrebbe coprire sia la funzione cocleare che quella vestibolare:

              • L’udito può essere valutato sussurrando un numero in ciascun orecchio separatamente, facendo un rumore di distrazione con le dita nell’orecchio controlaterale e chiedendo al paziente di ripetere
                • Se si sospetta una perdita uditiva, eseguire il test di Rinne e Weber
                • Possono essere eseguiti test vestibolari formali

                Nervi glossofaringeo e vago

                I nervi CN IX e CN X possono essere valutati insieme:

                • Chiedere al paziente di tossire (valutazione del CN X)
                • Chiedere al paziente di spalancare la bocca e dire “ah”, usando un abbassalingua per visualizzare il palato e la parete faringea posteriore (valutazione del CN IX e X)
                  • Il palato molle dovrebbe muoversi centralmente verso l’alto

                  Il test del riflesso del vomito non dovrebbe essere eseguito a meno che non si sospetti una compromissione bulbare, in quanto è scomodo per il paziente.

                  Nervo accessorio

                  Il nervo accessorio è un ramo puramente motorio dei muscoli trapezio e sternocleidomastoideo:

                  • Lo sternocleidomastoideo può essere valutato chiedendo al paziente di girare la testa da ogni lato, contro la resistenza dell’esaminatore
                  • Il trapezio può essere valutato chiedendo al paziente di scuotere le spalle, contro la resistenza dell’esaminatore

                  Nervo ipoglossale

                  Il nervo ipoglossale è un ramo puramente motorio dei muscoli della lingua:

                  • Chiedere al paziente di aprire la bocca e ispezionare la lingua per qualsiasi spreco o fascicolazione
                  • Chiedere al paziente di sporgere la lingua e muoversi da un lato all’altro

                  Completare l’esame

                  Ricordate, se avete dimenticato qualcosa di importante, potete tornare indietro e completarlo.

                  Per finire l’esame, allontanatevi dal paziente e dite all’esaminatore che per completare l’esame, vorreste eseguire un esame neurologico degli arti

                  Potresti anche essere interessato agli argomenti

                  Come si esegue un esame dei nervi cranici?

                  Come fare l’esame dei nervi cranici | Merck ManualYouTubeInizio della clip suggeritaFine della clip suggeritaApplicatore. Includere la guancia della fronte e il mento bilateralmente. Chiedere al paziente se lo stesso stimoloPiùApplicatore. Includere la fronte, la guancia e il mento bilateralmente. Chiedere al paziente se lo stesso stimolo si sente allo stesso modo su entrambi i lati. Uguale. Equal test sensazione di freddo utilizzando il diapason di metallo. | Tempo – 3:53 [Inglese]

                  Come si valuta il nervo cranico XII?

                  Il 12° nervo cranico (ipoglossale) viene valutato chiedendo al paziente di estendere la lingua e ispezionandola per individuare atrofia, fascicolazioni e debolezza (la deviazione è verso il lato di una lesione).

                  Come si testa il primo nervo cranico?

                  | Olfactory Nerve Assessment for PhysiotherapistsYouTubeStart of suggested clipEnd of suggested clipOne nostril is held shut as each nostril is tested separately hold the opened alcohol pad under theMoreOne nostril is held shut as each nostril is tested separately hold the opened alcohol pad under the patient’s nose. Ad un paio di centimetri di distanza. | Tempo – 1:15 [Inglese]

                  Come si testa il nervo cranico 3?

                  | Oculomotor, Trochlear, Abducens … – YouTubeStart of suggested clipEnd of suggested clipSenza muovere la testa al paziente viene chiesto di guardare verso l’alto. E a destra. Poi verso l’alto e versoPiùSenza muovere la testa si chiede al paziente di guardare verso l’alto. E verso destra. Poi verso l’alto e verso sinistra orizzontalmente verso destra orizzontalmente verso sinistra verso il basso e verso destra. | Tempo – 1:42 [Inglese]

                  Quando è appropriata una valutazione neurologica?

                  Quando condurre una valutazione neurologica Una valutazione neurologica viene condotta se una persona ha subito un trauma o un trauma cranico, o riferisce una serie di sintomi che possono includere vertigini, visione offuscata, confusione o difficoltà con le funzioni motorie. Questo viene fatto per rilevare un danno neurologico o una malattia.

                  Come si documenta la normale valutazione dei nervi cranici?

                  La documentazione di un normale esame neurologico di base dovrebbe essere qualcosa di simile a quanto segue: Il paziente è vigile e orientato verso la persona, il luogo e il tempo con un linguaggio normale. Non si notano deficit motori, con forza muscolare 5/5 bilateralmente. La sensazione è intatta bilateralmente.

                  Cosa esamina un neurologo?

                  Un esame neurologico valuta le capacità motorie e sensoriali, l’udito e la parola, la vista, la coordinazione e l’equilibrio. Può anche testare lo stato mentale, l’umore e il comportamento. L’esame utilizza strumenti come un diapason, una torcia, un martello riflesso e uno strumento per esaminare l’occhio.

                  Cosa controlla il 3° nervo cranico?

                  Il nervo cranico 3, chiamato anche nervo oculomotore, ha il compito più grande dei nervi che controllano il movimento degli occhi. Controlla 4 dei 6 muscoli oculari in ogni occhio: Muscolo retto mediale (muove l’occhio verso il naso)

                  Quale nervo cranico è responsabile del roteare gli occhi?

                  Esciclotorsione è un termine applicato al movimento torsionale (di rotazione) dell’occhio verso l’esterno, mediato dal muscolo obliquo inferiore dell’occhio. Il muscolo obliquo inferiore è innervato dal nervo cranico III (nervo oculomotore).

                  Qual è il disturbo neurologico più comune?

                  Il mal di testa. Il mal di testa è uno dei disturbi neurologici più comuni e può colpire chiunque a qualsiasi età.

                  Quali sono i 5 componenti di un esame neurologico?

                  Lo stato mentale è una parte estremamente importante dell’esame neurologico che viene spesso trascurata. Dovrebbe essere valutato per primo in tutti i pazienti. L’esame dello stato mentale può essere diviso in cinque parti: livello di allerta; funzionamento corticale focale; cognizione; umore e affetto; e contenuto del pensiero.

                  Cosa esclude un esame neurologico normale?

                  Un esame neurologico valuta le capacità motorie e sensoriali, l’udito e la parola, la vista, la coordinazione e l’equilibrio. Può anche testare lo stato mentale, l’umore e il comportamento.

                  Quale nervo cranico controlla il gusto e l’olfatto?

                  Ci sono due nervi cranici che innervano la lingua e sono utilizzati per il gusto: il nervo facciale (nervo cranico VII) e il nervo glossofaringeo (nervo cranico IX).

                  Come si testa il nervo cranico 5?

                  | Valutazione del nervo trigemino per fisioterapistiYouTube | Tempo – 1:41 [Inglese]

                  Quali sono i segni e i sintomi della paralisi completa del terzo nervo?

                  Una paralisi completa del terzo nervo causa una palpebra completamente chiusa e la deviazione dell’occhio verso l’esterno e verso il basso. L’occhio non può muoversi verso l’interno o verso l’alto, e la pupilla è tipicamente allargata e non reagisce normalmente alla luce.

Articolo precedente

Come si resetta una piastra per capelli?

Articolo successivo

Si possono mescolare diversi stili di arredamento?

You might be interested in …