22 Dicembre 2021
Expand search form

Cosa fa un verme d’India?

Malattia del verme della Guinea

La dracunculiasi, conosciuta anche come malattia del verme della Guinea (GWD), è un’infezione causata dal parassita Dracunculus medinensis. Un parassita è un organismo che si nutre di un altro per sopravvivere. La GWD si diffonde bevendo acqua contenente larve del verme della Guinea. Le larve sono forme immature del verme. La GWD colpisce le comunità povere in parti remote dell’Africa che non hanno acqua sicura da bere. La GWD è considerata dai funzionari della sanità mondiale una malattia tropicale trascurata (NTD) – la prima malattia parassitaria destinata ad essere sradicata.

Molte agenzie federali, private e internazionali stanno aiutando i paesi che hanno ancora casi locali di GWD a sradicare questa malattia. Durante il 2014, solo quattro paesi hanno avuto casi locali di GWD: Ciad, Etiopia, Mali e Sud Sudan. I casi sono passati da 3,5 milioni all’anno nel 1986 a 126 nel 2014.

Ciclo di vita del Dracunculus medinensis (malattia del verme della Guinea)

Sintomi e segni della malattia del verme della Guinea

I segni e i sintomi della malattia del verme della Guinea includono

  • verme che emerge da una vescica della pelle,
  • dolore,
  • vesciche,
  • ulcere,
  • prurito o
  • orticaria sulla pelle vicino alle aree in cui i vermi emergono.

Come si diffonde la malattia del verme della Guinea?

Le persone si infettano con il verme della Guinea bevendo acqua da stagni e altre acque stagnanti che contengono piccole “pulci d’acqua” che portano le larve del verme della Guinea. Le larve sono mangiate dalle pulci d’acqua che vivono in queste fonti d’acqua.

Una volta mangiate, le larve vengono rilasciate dai copepodi nello stomaco e penetrano nella via digestiva, passando nella cavità del corpo. Durante i successivi 10-14 mesi, le larve femminili si trasformano in adulti a grandezza naturale. Questi adulti sono lunghi 60-100 centimetri (2-3 piedi) e larghi quanto uno spaghetto cotto.

Quando il verme femmina adulto è pronto a uscire, crea una vescica sulla pelle ovunque sul corpo, ma di solito sulle gambe e sui piedi. Questa vescica provoca una sensazione di bruciore molto dolorosa e scoppia entro 24-72 ore. Immergere la parte del corpo colpita in acqua aiuta ad alleviare il dolore. Fa anche sì che il verme della Guinea esca dalla ferita e rilasci nell’acqua un liquido bianco latteo che contiene milioni di larve immature. Questo contamina l’acqua e fa ripartire il ciclo. Per diversi giorni, il verme femmina può rilasciare altre larve ogni volta che entra in contatto con l’acqua.

Quali sono i segni e i sintomi della malattia del verme della Guinea?

  • Commenti dei lettori 2
  • Condividi la tua storia

Le persone di solito non hanno sintomi fino a circa un anno dopo essere state infettate. Alcuni giorni o ore prima che il verme esca dalla pelle, la persona può sviluppare febbre, gonfiore e dolore nella zona. Più del 90% dei vermi escono dalle gambe e dai piedi, ma i vermi possono apparire anche su altre parti del corpo.

Le persone nelle comunità rurali remote che hanno la malattia del verme della Guinea spesso non hanno accesso all’assistenza sanitaria. Quando il verme femmina adulto esce dalla pelle, può essere molto doloroso, lento e invalidante. Spesso, la ferita causata dal verme sviluppa un’infezione batterica secondaria. Questo peggiora il dolore e può aumentare il tempo in cui una persona infetta non è in grado di funzionare a settimane o addirittura mesi. A volte, il danno permanente si verifica se le articolazioni di una persona sono infettate e diventano bloccate.

SLIDESHOW

Qual è il trattamento per la malattia del verme della Guinea?

Non esiste un farmaco per trattare la malattia del verme della Guinea e nessun vaccino per prevenire l’infezione. Una volta che una parte del verme comincia ad uscire dalla ferita, il resto del verme può essere tirato fuori solo pochi centimetri ogni giorno avvolgendolo intorno ad un pezzo di garza o un piccolo bastone. A volte l’intero verme può essere estratto in pochi giorni, ma questo processo di solito richiede settimane. Le medicine, come l’aspirina o l’ibuprofene, possono aiutare a ridurre il dolore e il gonfiore. Una pomata antibiotica può aiutare a prevenire infezioni batteriche secondarie. Il verme può anche essere rimosso chirurgicamente da un medico esperto in una struttura medica prima che si formi una vescica.

Dove si trova la malattia del verme della Guinea?

Solo quattro paesi hanno segnalato la malattia del verme della Guinea locale nel 2014. Questi paesi erano Ciad, Etiopia, Mali e Sud Sudan. Molti altri paesi africani e tutta l’Asia sono ora liberi dalla GWD. A gennaio 2015, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha certificato 198 paesi, territori e aree, che rappresentano 186 Stati membri dell’OMS, come liberi dalla trasmissione della GWD.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Come influisce il verme della Guinea sul corpo?

Quando il verme femmina adulto è pronto ad uscire, crea una vescica sulla pelle in qualsiasi parte del corpo, ma di solito sulle gambe e sui piedi. Questa vescica provoca una sensazione di bruciore molto dolorosa e scoppia entro 24-72 ore. Immergere la parte del corpo colpita in acqua aiuta ad alleviare il dolore.

Cosa succede se un verme d’India si rompe?

Se il verme si rompe durante la rimozione, può causare un’intensa infiammazione poiché la parte rimanente del verme morto inizia a degradarsi all’interno del corpo. Questo causa più dolore, gonfiore e cellulite[1, 2].

Come i vermi d’India infettano gli esseri umani?

Le persone si infettano con i vermi d’India bevendo acqua non filtrata da stagni e altre acque stagnanti che contengono copepodi (piccole “pulci d’acqua” troppo piccole per essere viste chiaramente senza una lente d’ingrandimento). Questi copepodi ingoiano le larve del verme della Guinea.

Il verme della Guinea è doloroso?

La condizione è conosciuta come dracunculiasis o malattia del verme d’India. Il verme alla fine causa un’infezione debilitante e dolorosa che inizia con una vescica, normalmente sulla gamba. Intorno al momento dell’eruzione, la persona può sperimentare prurito, febbre, gonfiore, forte dolore e una sensazione di bruciore.

Quanto vivono i vermi d’India?

Le femmine possono vivere da 10 a 14 mesi. La femmina si avvicina alla superficie della pelle, a questo punto si sviluppa una vescica che alla fine scoppia. Milioni di larve vengono rilasciate con il liquido della vescica. Se le larve vengono scaricate in un mezzo acquoso, vengono mangiate dalle pulci d’acqua (Cyclops), che sono un tipo di crostaceo.

Come viene diagnosticata la malattia del verme d’India?

La diagnosi. La malattia del verme d’India è diagnosticata attraverso un semplice esame fisico. Gli operatori sanitari cercano il verme bianco e filamentoso che spunta dalla vescica una volta che l’area interessata è stata immersa nell’acqua.

Dove vivono i vermi d’India nel corpo?

Lì, si fanno strada attraverso lo stomaco e le pareti intestinali della persona infetta, raggiungendo infine i tessuti sottocutanei (lo spazio appena sotto la pelle). Le larve rimangono nel corpo per circa un anno mentre maturano in vermi adulti. Le femmine adulte possono crescere fino a diventare lunghe circa 24-39 pollici (60-100 centimetri).

I parassiti possono vivere nel tuo corpo per anni?

I parassiti possono vivere nell’intestino per anni senza causare sintomi. Quando lo fanno, i sintomi includono i seguenti: Dolore addominale. Diarrea.

Per quanto tempo un essere umano può avere i vermi?

Possono vivere in una persona per 30 anni. Se si ingoiano le uova, possono passare attraverso l’intestino in altre parti del corpo per formare cisti.

Come si può evitare di prendere il verme d’India?

Il modo migliore per prevenire l’infezione è quello di bere acqua solo da fonti d’acqua non contaminate, come pozzi scavati a mano e pozzi. Molte comunità colpite dalla malattia del verme d’India, tuttavia, non hanno accesso ad acqua potabile pulita. In questi casi, qualsiasi acqua usata per bere o cucinare dovrebbe essere filtrata.

Qual è il ciclo di vita del verme della Guinea?

Il verme maschio muore poco dopo l’accoppiamento, e la femmina matura nei successivi 10-14 mesi, migra lentamente verso la superficie del corpo ed emerge attraverso la pelle. Quando le parti del corpo colpite sono immerse nell’acqua, il verme femmina rilascia le larve, che vengono ingerite dai copepodi, completando così il ciclo vitale.

Cos’è il verme nel corpo umano?

I vermi intestinali, noti anche come vermi parassiti, sono uno dei principali tipi di parassiti intestinali. I tipi comuni di vermi intestinali includono: vermi piatti, che includono la tenia e il verme solitario. vermi tondi, che causano infezioni da ascariosi, vermi solitari e anchilostomi.

Dove si trova il verme d’India?

Quando il Carter Center ha iniziato a fornire assistenza tecnica e finanziaria ai programmi nazionali di eradicazione nel 1986, la malattia del verme d’India era presente in 20 paesi in Africa e in Asia. Oggi la malattia rimane in sei paesi, tutti in Africa: Sudan, Ghana, Mali, Etiopia, Nigeria, Niger.

I vermi d’India sono presenti negli Stati Uniti?

I vermi d’India nordamericani sono nematodi che si trovano in numerose specie da pelliccia negli Stati Uniti e in Canada. Due specie di vermi, Dracunculus insignis e D. lutrae, sono riconosciuti sotto questo nome comune. Gli esili vermi risiedono negli spazi sottocutanei delle gambe, provocando ulcerazioni in queste zone colpite.

Come si può prevenire il verme d’India?

Prevenzione. Non esiste un vaccino contro il verme d’India, ma la malattia può essere completamente prevenuta garantendo acqua potabile sicura e non permettendo ai vermi adulti di disperdere le loro larve. Il modo migliore per prevenire l’infezione è quello di bere acqua solo da fonti d’acqua non contaminate, come pozzi scavati a mano e pozzi.

Articolo precedente

Come si organizza un evento Trunk or Treat?

Articolo successivo

Quanto tempo ci vuole per diventare un agente correzionale in Texas?

You might be interested in …