3 Dicembre 2021
Expand search form

Cosa va bene per il gocciolamento post nasale e la tosse?

immagine in primo piano

Qual è la differenza tra gocciolamento post-nasale “normale” e gocciolamento post-nasale grave? Quanto può durare il gocciolamento post-nasale? E dove va a finire il drenaggio nasale? A Kaplan Sinus Relief riceviamo sempre domande come questa, e per una buona ragione. Un grave gocciolamento post-nasale è accompagnato da una serie di sintomi scomodi e può lasciarti stanco e infelice.

Per fortuna, gli esperti di otorinolaringoiatria di Kaplan Sinus Relief forniscono diversi trattamenti utili per il gocciolamento post-nasale grave. Scopri di più sul gocciolamento post-nasale grave, le sue cause, i sintomi e le potenziali vie di sollievo. E ricorda: Sentiti sempre libero di chiamare Kaplan Sinus Relief per tutte le tue domande relative al seno: 713-766-1818.

Cos’è il gocciolamento post-nasale grave?

Il naso, la gola e i seni producono costantemente muco. Questo processo di solito passa inosservato, in quanto il muco è tipicamente diluito nella saliva molto prima che tu lo inghiotta. Tuttavia, questo equilibrio tra muco e saliva può essere influenzato da fattori esterni.

In particolare, un cambiamento nell’ambiente come nuovi allergeni o un cambiamento drammatico nel tempo può creare un aumento nella produzione di muco. Inoltre, quando il tuo corpo comincia a combattere le infezioni virali (tra cui l’influenza e il comune raffreddore) può reagire creando più muco nel tentativo di eliminare i germi invasori.

Se i seni iniziano a creare troppo muco a causa di un aumento degli allergeni o quando ci si ammala, il muco in eccesso drena nella parte posteriore della gola, provocando la condizione chiamata gocciolamento post-nasale. Quando il gocciolamento post-nasale dura per più di dieci giorni o i pazienti hanno sintomi incessanti, potrebbero avere grave gocciolamento post-nasale.

Sintomi del gocciolamento post-nasale

I sintomi non gravi del gocciolamento post-nasale variano da persona a persona, ma tipicamente includono i seguenti:

  • Prurito, graffi, mal di gola
  • Sensazione di un costante bisogno di schiarirsi la gola e/o deglutire
  • Tosse eccessiva, soprattutto di notte
  • Nausea
  • Alito cattivo

Il gocciolamento post-nasale è grave se non va mai via?

Fortunatamente, il gocciolamento post-nasale è una diagnosi comune e, al di fuori dei casi gravi di gocciolamento post-nasale, spesso scompare da solo. Allo stesso tempo, il gocciolamento post-nasale può essere innescato da qualsiasi cosa, dagli allergeni al comune raffreddore o alle infezioni sinusali croniche, quindi può essere difficile identificare quando questo sintomo fastidioso è un segno di un problema più grande.

Se si verifica uno dei seguenti sintomi gravi di gocciolamento post-nasale, contatta immediatamente il tuo medico otorinolaringoiatra:

  • Drenaggio maleodorante
  • Muco sanguinolento
  • Febbre inspiegabile
  • Sintomi che durano da più di 10 giorni

Trattamenti del gocciolamento post-nasale grave

Per trattare con successo il gocciolamento post-nasale dovresti scegliere il tuo rimedio in base alla causa del muco accumulato. I rimedi comuni e casalinghi includono:

  • Antistaminici
  • Decongestionanti orali o nasali
  • Spray nasali salini
  • Un vaporizzatore per aiutare a mantenere l’idratazione nell’ambiente
  • Evitare i latticini per prevenire ulteriori accumuli
  • Bere tè caldo o zuppa per aiutare a diluire il muco e mantenere l’idratazione

Altre domande frequenti sul gocciolamento post-nasale grave

  • Quanto può durare il gocciolamento post-nasale? Gli sforzi per trattare il gocciolamento post-nasale dovrebbero essere fatti all’inizio. Tuttavia, i sintomi del gocciolamento post-nasale grave possono persistere per settimane o mesi. Se i primi trattamenti falliscono o i sintomi aumentano dopo 10 giorni, potrebbe essere necessario visitare il medico.
    Sì, i sintomi comuni del gocciolamento post-nasale includono nausea e vomito causati dal muco extra nello stomaco. I pazienti possono trovare sollievo dalla nausea indotta dal gocciolamento post-nasale bevendo tisane, consumando zenzero ed evitando prodotti caseari.
  • Come posso fermare la tosse da gocciolamento post-nasale di notte? Per ridurre la tosse notturna, prova a tenere un umidificatore vicino al tuo letto. L’aria umida può aiutare a diluire il muco all’interno dei seni, permettendo alla tosse di placarsi. Altri rimedi includono l’idratazione continua e il dormire su cuscini puntellati per evitare che il muco si raccolga in fondo alla gola.
  • È normale sperimentare un forte gocciolamento post-nasale durante la gravidanza? Purtroppo sì. Per maggiori informazioni, controlla il nostro articolo su gocciolamento post-nasale e gravidanza.

Trova sollievo dal gocciolamento post-nasale grave presso Kaplan Sinus Relief

La sinuplastica con palloncino è una procedura minimamente invasiva eseguita su pazienti idonei che soffrono di sinusite cronica. Durante questa procedura minimamente invasiva, in ufficio, vengono posizionati dei palloncini nelle cavità sinusali, poi dilatati per espandere e allargare i passaggi del seno e ripristinare il corretto drenaggio.

Stanco di avere a che fare con gravi gocciolamenti post-nasali? Hai dimenticato com’è vivere senza il mal di gola post-nasale? La sinuplastica con palloncino di Kaplan Sinus Relief può aiutarti. Dai un’occhiata alle nostre più recenti recensioni di pazienti con sinuplastica a palloncino, leggi il post-trattamento della sinuplastica a palloncino, poi chiamaci al 713-766-1818 per richiedere una consultazione oggi.

Potresti anche essere interessato ai seguenti argomenti

Come posso fermare la tosse post-gocciolamento nasale?

Rimedi casalinghi per il gocciolamento postnasaleAlza la testa. Sollevare la testa per permettere alla gravità di drenare il muco dai passaggi nasali. … Bere liquidi, soprattutto liquidi caldi. Bevi molti liquidi per diluire il muco. … Fare gargarismi con acqua salata. … Inalare vapore. … Usare un umidificatore. … Risciacquo nasale. … Evitare l’alcol e il fumo di sigaretta. … Rimedi casalinghi GERD.15 Apr 2021

Come posso fermare la tosse da gocciolamento post nasale di notte?

Ora che cosa? Un umidificatore o inalazione di vapore (come durante una doccia calda)Mantenere ben idratato (per mantenere il muco più sottile)Dormire su cuscini puntellati, per mantenere il muco dalla raccolta in fondo alla gola.Irrigazione nasale (disponibile over-the-counter)Altri articoli …

Quale sciroppo per la tosse è buono per il gocciolamento post-nasale?

Gli espettoranti sono particolarmente comuni per trattare il gocciolamento post-nasale se è causato dal comune raffreddore. Il Mucinex o qualsiasi farmaco che include la guaifenesina aiuterà a sciogliere il muco.

Come faccio a sapere se la mia tosse è dovuta al gocciolamento post-nasale?

Se hai una tosse che non va via, insieme a congestione nasale, gocciolamento di muco in gola, voce rauca o “gunk” mattutino nella parte posteriore della gola, si può avere UACS da gocciolamento post-nasale.

Quali alimenti peggiorano il gocciolamento post-nasale?

Quali sono gli alimenti che aggravano il gocciolamento post-nasale? Cioccolato.Caffè e altre bevande con caffeina.Bevande gassate.Alcool.Agrumi.Menta piperita.Cibi piccanti.Cibi fritti o grassi.Sep 9, 2019

È normale avere sempre il gocciolamento post-nasale?

È un sintomo comune di raffreddori e altre infezioni respiratorie o allergie che hanno effetti respiratori. Praticamente tutti sperimentano il gocciolamento post-nasale di tanto in tanto. Per pochi sfortunati, tuttavia, il gocciolamento post-nasale può diventare una condizione cronica.

Qual è la migliore medicina per fermare il gocciolamento post-nasale?

TrattamentiPrendere un farmaco come la guaifenesina (Mucinex).Usare spray nasali salini o irrigazione, come un neti pot, per lavare via muco, batteri, allergeni e altre cose irritanti dai seni.Accendere un vaporizzatore o umidificatore per aumentare l’umidità nell’aria.22 giu 2020

Cosa succede se il gocciolamento post-nasale non viene trattato?

La maggior parte dei casi di gocciolamento post-nasale va via con il tempo, ma il gocciolamento post-nasale duraturo e non trattato e il muco in eccesso possono creare un terreno fertile per i germi, che a sua volta può portare a ulteriori complicazioni di salute, tra cui infezioni del seno e infezioni dell’orecchio.

Il gocciolamento post-nasale può essere curato?

Il gocciolamento post-nasale può essere difficile da curare, e il trattamento varia a seconda della causa: Le infezioni batteriche sono solitamente trattate con antibiotici, spray nasali, decongestionanti e irrigazioni saline nasali. Per la sinusite cronica, può essere necessario un intervento chirurgico per aprire i seni bloccati.

Quanto dura la tosse post-nasale?

Quanto può durare il gocciolamento post-nasale? Gli sforzi per trattare il gocciolamento post-nasale dovrebbero essere fatti all’inizio. Tuttavia, i sintomi di un grave gocciolamento post-nasale possono persistere per settimane o mesi. Se i primi trattamenti falliscono o i sintomi aumentano dopo 10 giorni, potrebbe essere necessario visitare il medico.

Il gocciolamento post-nasale andrà via da solo?

La maggior parte dei casi di gocciolamento post-nasale sono fastidiosi ma si risolvono da soli. I farmaci da banco e i rimedi casalinghi sono spesso trattamenti di successo. Le persone che sperimentano un gocciolamento post-nasale persistente o un gocciolamento post-nasale accompagnato da altri sintomi dovrebbero vedere il loro medico per la diagnosi e il trattamento.

Articolo precedente

Perché il dibattito sui compiti a casa è importante?

Articolo successivo

Da dove viene il termine Mickey?

You might be interested in …