20 Novembre 2021
Expand search form

Cos’è l’ematoma extradurale?

Un ematoma extradurale è una raccolta di sangue nello spazio “potenziale” tra il cranio e il rivestimento protettivo esterno che copre il cervello (la dura madre). Di solito si verifica a causa di un trauma cranico. È una condizione grave ed è necessario un trattamento di emergenza. Può essere necessaria un’operazione per rimuovere l’ematoma.

Ematoma extradurale

In questo articolo

Cos’è un ematoma extradurale?

Un ematoma extradurale è una raccolta di sangue nello spazio extradurale. ‘Extradurale’ significa al di fuori della dura.

  • Nella colonna vertebrale, lo spazio epidurale è lo spazio tra la spina dorsale (colonna vertebrale) e il rivestimento protettivo esterno che copre il cervello (la dura madre). Un ematoma extradurale che si verifica nella spina dorsale è chiamato spinale ematoma extradurale.
  • Nella testa, lo spazio epidurale è lo spazio “potenziale” tra il cranio e la dura madre. (La dura madre è di solito legata abbastanza saldamente all’interno del cranio). Un ematoma extradurale che si verifica nella testa è chiamato un intracranico ematoma extradurale.

Un ematoma extradurale è talvolta chiamato ematoma epidurale perché il sangue si raccoglie nello spazio epidurale. A volte viene anche chiamato emorragia extradurale (emorragia significa che si è verificata un’emorragia).

Esiste una condizione simile chiamata ematoma subdurale in cui una raccolta di sangue che si coagula si forma nello spazio subdurale.

Vedi la fine di questo opuscolo per ulteriori informazioni sulle coperture del cervello e della colonna vertebrale.

Cosa causa un ematoma extradurale?

Ematoma extradurale spinale

A volte un ematoma extradurale spinale può verificarsi a seguito di una lesione nella zona della colonna vertebrale. Per esempio, può (raramente) verificarsi dopo una puntura lombare (una procedura in cui un campione di liquido che circonda il cervello e il midollo spinale viene prelevato con un ago per aiutare a diagnosticare condizioni come la meningite). Può anche (raramente) verificarsi dopo un’anestesia epidurale (un tipo comune di sollievo dal dolore usato durante il parto e per altri motivi). Tuttavia, questo non è comune.

Raramente, un ematoma extradurale spinale può verificarsi spontaneamente in persone che stanno, per esempio, prendendo un trattamento anticoagulante per fluidificare il sangue o che hanno problemi di coagulazione del sangue.

Ematoma extradurale intracranico

Un ematoma extradurale si verifica più comunemente dopo una frattura del cranio causata da un trauma cranico. Tipicamente, un ematoma extradurale è causato da un grave trauma cranico – per esempio, in un incidente stradale.

Il sangue di solito si raccoglie nello spazio epidurale subito dopo un trauma cranico e i sintomi vengono solitamente notati rapidamente. Occasionalmente, l’emorragia può verificarsi più lentamente e ci sono solo sintomi minori (e quindi non notati) fino ad alcuni giorni dopo un trauma cranico.

Il resto di questo opuscolo parla solo dell’ematoma extradurale intracranico.

Quali sono i sintomi?

Si può perdere conoscenza al momento del trauma cranico, ma questo non sempre accade. La perdita di coscienza può avvenire al momento del trauma cranico, seguita da un “intervallo di lucidità” di qualche ora in cui sembri relativamente bene e normale. In seguito, si può peggiorare e perdere di nuovo conoscenza quando si forma l’ematoma. Tuttavia, non tutti mostrano questo schema classico.

Se sei cosciente, gli altri sintomi includono:

  • Sonnolenza.
  • Forte mal di testa.
  • Sensazione di malessere (nausea).
  • Vomito.
  • Confusione.
  • Debolezza di un braccio e/o di una gamba.
  • Difficoltà di parola.
  • Una crisi (convulsioni).

Alcune persone con un ematoma extradurale intracranico possono parlare un minuto e sembrare relativamente bene e possono poi diventare molto malate e perdere conoscenza il minuto successivo.

Chiunque perda conoscenza o abbia uno dei sintomi sopra elencati dovrebbe essere portato immediatamente in ospedale.

Come viene diagnosticato un ematoma extradurale intracranico?

Qualcuno con un sospetto ematoma extradurale intracranico dovrebbe essere visto in un ospedale. Si tratta di una condizione grave ed è necessario un trattamento di emergenza. Le indagini includeranno:

  • Esami del sangue. è buono per rilevare un ematoma extradurale intracranico. Può anche mostrare qualsiasi frattura del cranio che può essere presente.
  • Potresti aver bisogno di altre scansioni o radiografie a seconda che si sospettino altre lesioni. Per esempio, una radiografia del collo può essere fatta per escludere qualsiasi lesione del collo coesistente.

Soffri di emicrania?

Prenota un appuntamento oggi stesso per vedere quali opzioni di trattamento sono disponibili vicino a te

Qual è il trattamento?

La prima priorità è quella di stabilizzare la tua condizione. Potrebbe essere necessario un trattamento per stabilizzare la pressione sanguigna. Se hai difficoltà respiratorie o il tuo livello di coscienza è compromesso, potresti aver bisogno di aiuto per la respirazione utilizzando un ventilatore. Se ci sono segni di aumento della pressione all’interno della testa, è necessario un trattamento di emergenza.

Un piccolo ematoma extradurale intracranico che non produce alcun sintomo (o i sintomi non sono gravi) a volte può essere trattato solo con un attento monitoraggio e osservazione. Il coagulo di sangue può essere eliminato (riassorbito) da solo.

Tuttavia, la chirurgia è generalmente necessaria per trattare un grande ematoma extradurale intracranico. Questo comporta la rimozione dell’ematoma. Più comunemente, l’intervento chirurgico comporta la realizzazione di “buchi” (piccoli, nel cranio) o un’operazione chiamata craniotomia.

Dopo l’operazione è necessario un attento follow-up, di solito in un’unità di terapia intensiva.

Qual è la prospettiva (prognosi)?

A condizione che venga effettuato un trattamento rapido, le prospettive sono generalmente buone. Tuttavia, le prospettive non sono altrettanto buone in coloro che sono incoscienti prima di essere operati.

C’è un rischio di lesioni cerebrali permanenti anche se un ematoma extradurale intracranico viene trattato. Questo può portare a problemi come la debolezza su un lato del corpo, problemi di linguaggio o attacchi (convulsioni).

Chi soffre di un ematoma extradurale intracranico?

Il picco di età nei bambini è tra gli 11 e i 16 anni. È meno comune dopo i 60 anni.

Qualcuno che beve quantità eccessive di alcol può avere maggiori probabilità di sviluppare un ematoma extradurale intracranico.

Un ematoma extradurale intracranico è anche più comune negli uomini che nelle donne.

Quanto è comune un ematoma extradurale intracranico?

Le ferite alla testa sono spesso minori e non gravi. La maggior parte delle persone con un trauma cranico minore non avrà un ematoma extradurale intracranico. Si sviluppa in circa 2 persone su 100 con un trauma cranico. Di solito si verifica dopo un grave trauma cranico.

Si può prevenire un ematoma extradurale intracranico?

Se voi o i vostri figli praticate sport come il ciclismo, i pattini a rotelle, lo sci o lo skateboard, dovreste assicurarvi di indossare un casco/protezione per la testa in modo da ridurre il rischio di gravi lesioni alla testa. Lo stesso vale per l’equitazione e la guida di una moto.

Le cinture di sicurezza e i seggiolini per bambini dovrebbero essere sempre utilizzati in auto e altri veicoli.

Consumo ragionevole di alcol. L’alcol è spesso un fattore che contribuisce a gravi lesioni alla testa, sia che si tratti di bere e guidare o di un’abbuffata seguita da cadute o risse.

I rivestimenti del cervello e della colonna vertebrale

Le meningi sono il rivestimento protettivo che circonda e racchiude il cervello all’interno del cranio e il midollo spinale. Ci sono tre strati di meningi:

  • Lo strato più esterno che si trova vicino al cranio o alla colonna vertebrale è chiamato dura madre.
  • Lo strato intermedio è chiamato aracnoide.
  • Lo strato più interno che è più vicino al cervello o al midollo spinale è chiamato pia mater.

Ci sono anche tre spazi tra gli strati di meningi:

  • Lo spazio epidurale è lo spazio tra la colonna vertebrale e la dura madre. (C’è solo uno spazio epidurale “potenziale” nella testa tra il cranio e la dura madre).
  • Lo spazio subdurale è lo spazio tra la dura madre e la madre aracnoidea.
  • Lo spazio subaracnoideo è lo spazio tra la madre aracnoidea e la pia madre.

Cos’è il sangue?

Il sangue è composto da un liquido (plasma) e da vari tipi di cellule. Un uomo di taglia media ha.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Qual è la differenza tra ematoma extradurale e subdurale?

L’ematoma extradurale (EDH) è un coagulo di sangue che si forma all’esterno della copertura naturale del cervello (‘dura madre’), mentre l’ematoma subdurale acuto (ASDH) si riferisce a un coagulo di sangue sulla superficie interna della dura che appare entro i primi giorni di un trauma cranico.

L’ematoma extradurale è fatale?

L’ematoma epidurale è un’emergenza chirurgica. Un intervento chirurgico ritardato può portare a danni cerebrali permanenti o alla morte. Senza un intervento chirurgico, la morte di solito segue, a causa dell’allargamento dell’ematoma, causando un’ernia cerebrale.

Cosa causa l’emorragia extradurale?

Tipicamente, un ematoma extradurale è causato da un grave trauma cranico – per esempio, in un incidente stradale. Il sangue di solito si raccoglie nello spazio epidurale subito dopo un trauma cranico e i sintomi di solito si notano rapidamente.

Quali sono i segni e i sintomi dell’ematoma extradurale?

SintomiConfusione.Vertigini.Sonnolenza o livello alterato di attenzione.Pupilla allargata in un occhio.Mal di testa (grave)Lesione alla testa o trauma seguito da perdita di coscienza, un periodo di attenzione, poi rapido deterioramento di nuovo a incoscienza.Nausea o vomito.Altri articoli…-Aug 2, 2020

Si può recuperare completamente da un ematoma subdurale?

In alcuni casi, un ematoma subdurale può causare danni al cervello che richiedono ulteriori cure e tempi di recupero. Il tempo necessario per recuperare varia da persona a persona. Alcune persone possono sentirsi meglio in poche settimane o mesi, mentre altre possono non recuperare mai completamente anche dopo molti anni.

Quanto tempo si può vivere con un ematoma epidurale?

Negli adulti, la maggior parte del recupero avviene nei primi 6 mesi. Di solito c’è qualche miglioramento nel corso di 2 anni. Se c’è un danno cerebrale, il recupero completo non è probabile.

Come viene trattato un ematoma extradurale?

Nella maggior parte dei casi, il medico raccomanderà un intervento chirurgico per rimuovere un ematoma epidurale. Di solito comporta una craniotomia. In questa procedura, il chirurgo aprirà una parte del cranio per rimuovere l’ematoma e ridurre la pressione sul cervello. In altri casi, il medico può raccomandare l’aspirazione.

Qual è la differenza tra emorragia ed ematoma?

Un ematoma può derivare da una lesione di qualsiasi tipo di vaso sanguigno (arteria, vena o piccolo capillare). Un ematoma di solito descrive un’emorragia che si è più o meno coagulata, mentre un’emorragia indica un’emorragia attiva, in corso.

Come si tratta un ematoma extradurale?

Anche se diversi rapporti recenti hanno descritto una gestione conservativa di successo dell’ematoma epidurale, l’evacuazione chirurgica costituisce il trattamento definitivo di questa condizione (2). L’evacuazione dell’ematoma, la coagulazione dei siti di sanguinamento e l’ispezione della dura segue la craniotomia.

Come si fa a sapere di avere un ematoma?

Dolore, gonfiore, rossore e lividi deturpanti sono sintomi comuni dell’ematoma in generale. Alcuni sintomi specifici della posizione di un ematoma sono: Sintomi dell’ematoma subdurale: mal di testa, problemi neurologici (debolezza su un lato, difficoltà a parlare, cadere), confusione, convulsioni.

Come trattano i medici un ematoma subdurale?

Craniotomia. Una craniotomia è il trattamento principale per gli ematomi subdurali che si sviluppano subito dopo un grave trauma cranico (ematomi subdurali acuti). Durante la procedura, il chirurgo crea un lembo temporaneo nel cranio. L’ematoma viene rimosso delicatamente utilizzando l’aspirazione e l’irrigazione, dove viene lavato via con del liquido.

Quanto tempo si può vivere con un ematoma subdurale?

In alcuni casi, un ematoma subdurale può causare danni al cervello che richiedono ulteriori cure e tempi di recupero. Quanto tempo ci vuole per recuperare varia da persona a persona. Alcune persone possono sentirsi meglio in poche settimane o mesi, mentre altre possono non recuperare mai completamente anche dopo molti anni.

Quanto è grave un ematoma epidurale?

Un ematoma epidurale è una complicazione potenzialmente pericolosa per la vita di un trauma cranico. Se non trattato, una persona può affrontare gravi conseguenze, compresa la morte. Anche dopo un trattamento tempestivo, qualcuno può avere danni cerebrali permanenti o disabilità.

Quando è necessario drenare un ematoma?

A volte, un ematoma può richiedere un drenaggio chirurgico. La chirurgia può essere più probabile se il sangue sta facendo pressione sul midollo spinale, sul cervello o su altri organi. In altri casi, i medici potrebbero voler drenare un ematoma che è a rischio di infezione.

Qual è la causa più comune dell’ematoma epidurale?

Gli ematomi epidurali sono il risultato diretto di un trauma fisico alla testa. Alcune delle cause più probabili di un ematoma epidurale includono: trauma cranico da uno sport di contatto, come il calcio o il rugby. incidente d’auto.

Articolo precedente

Gli orologi Steinhart sono di buona qualità?

Articolo successivo

Quali nervi sono interessati da c3 e c4?

You might be interested in …