21 Dicembre 2021
Expand search form

Cos’è una dichiarazione d’impatto nella terapia di elaborazione cognitiva?

La CPT è un tipo specifico di terapia cognitivo comportamentale che aiuta i pazienti a imparare come modificare e sfidare le convinzioni non utili legate al trauma.

Introduzione alla CPT

La terapia di elaborazione cognitiva (CPT) è un tipo specifico di terapia cognitivo-comportamentale che è stata efficace nel ridurre i sintomi del PTSD che si sono sviluppati dopo aver vissuto una varietà di eventi traumatici tra cui l’abuso infantile, il combattimento, lo stupro e i disastri naturali.

La CPT è generalmente erogata in 12 sessioni e aiuta i pazienti a imparare a sfidare e modificare le convinzioni non utili relative al trauma. Così facendo, il paziente crea una nuova comprensione e concettualizzazione dell’evento traumatico in modo da ridurre i suoi effetti negativi sulla vita attuale.

Questo trattamento è fortemente raccomandato per il trattamento del PTSD.

Usare la CPT per trattare il PTSD

Il trattamento inizia con la psicoeducazione riguardante il PTSD, i pensieri e le emozioni. Il paziente diventa più consapevole della relazione tra pensieri ed emozioni e comincia a identificare i “pensieri automatici” che possono mantenere i sintomi del PTSD. Il paziente scrive una dichiarazione d’impatto che dettaglia la comprensione attuale del perché l’evento traumatico si è verificato e l’impatto che ha avuto sulle credenze su di sé, sugli altri e sul mondo.

Successivamente, il paziente inizia un’elaborazione più formale del trauma (o dei traumi). Il paziente scrive un resoconto dettagliato della peggiore esperienza traumatica, che il paziente legge nella seduta successiva per cercare di rompere lo schema di evitare pensieri e sentimenti associati al trauma. Il terapeuta usa l’interrogatorio socratico e altre strategie per aiutare il paziente a mettere in discussione i suoi pensieri non utili sul trauma (per esempio, i pensieri di autoaccusa) al fine di modificare qualsiasi pensiero disadattivo.

Infine, una volta che il paziente ha sviluppato abilità per identificare e affrontare il pensiero non utile, lei o lui usa queste abilità per continuare a valutare e modificare le convinzioni relative agli eventi traumatici. A questo punto, il terapeuta sta aiutando il paziente a sviluppare la capacità di usare queste strategie adattive al di fuori del trattamento per migliorare il funzionamento generale e la qualità della vita. I terapeuti possono concentrarsi in particolare su sicurezza, fiducia, potere, controllo, stima e intimità, poiché queste sono tutte aree che possono essere influenzate da esperienze traumatiche.

La CPT può essere fornita sia individualmente che in sessioni di gruppo strutturate. Indipendentemente dalla modalità, i pazienti avranno compiti di pratica fuori dalla sessione. La CPT è stata originariamente sviluppata con il resoconto scritto del trauma come una componente del trattamento, ma a volte viene fornita senza questo e viene data più enfasi alle tecniche cognitive.

descrizione

Monson, C.M., Resick, P.A., & Rizvi, S.L. (2014). Disturbo post-traumatico da stress. In D.H. Barlow (Ed.), Manuale clinico dei disturbi psicologici (5th ed., pp. 80-113). New York, NY: Guilford Press.

icona blu del manuale

Resick, P. A., Monson, C. M., & Chard, K. M. (2016). Terapia di elaborazione cognitiva per il PTSD: Un manuale completo. New York, NY: Guilford Press.

icona manuale arancione

Resick, P. A., Monson, C. M., & Chard, K. M. (2008). Terapia di elaborazione cognitiva: Versione veterano/militare. Washington, DC: Dipartimento degli Affari dei Veterani.

descrizione

Resick, P. A., Monson, C. M., & Chard, K. M. (2014). Terapia di elaborazione cognitiva: Veterano / versione militare: Manuale dei materiali del terapeuta e del paziente.. Washington, DC: Dipartimento degli Affari dei Veterani.

Per i pazienti e le famiglie

descrizione

Il sito web del VA fornisce una panoramica del trattamento e di come funziona, compresi i dettagli su ciò che accade durante la terapia.

Risorse

Il sito ufficiale della Terapia di Elaborazione Cognitiva (CPT) ospitato dagli autori del trattamento: Patricia Resick, PhD, Kate Chard, PhD, e Candice Monson, PhD.

Un corso di apprendimento basato sul web per la Cognitive Processing Therapy ospitato dalla Medical University of South Carolina National Crime Victims Research & Treatment Center.

Una panoramica della CPT, compreso il supporto della ricerca e le informazioni sulla fornitura del trattamento prodotte dal VA. Nessun credito CE. 05-6

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Come si scrive una dichiarazione d’impatto per la terapia?

Le indicazioni per scrivere le dichiarazioni d’impatto erano: “Per favore, scrivi almeno una pagina su ciò che significa per te che questo evento traumatico si è verificato. Considera gli effetti che questo evento traumatico ha avuto sulle tue convinzioni su te stesso, sugli altri e sul mondo.

Cosa sono i punti bloccati nella terapia di elaborazione cognitiva?

I punti bloccati sono pensieri che ci impediscono di recuperare. Gli stuck points sono affermazioni concise che riflettono un pensiero, non un sentimento, un comportamento o un evento. Quando i pazienti forniscono ciò che pensano siano punti bloccati, ma non sono in formato punto bloccato, il dialogo socratico può essere usato per identificare meglio il punto bloccato sottostante.

Quali sono gli elementi della terapia di elaborazione cognitiva?

Elementi della terapia Informare il paziente sui suoi pensieri e sentimenti. Impartire lezioni al paziente per aiutarlo a sviluppare abilità per sfidare o mettere in discussione i propri pensieri. Aiutare il paziente a riconoscere i cambiamenti nelle proprie convinzioni avvenuti dopo aver vissuto l’evento traumatico.

Cos’è l’eccesso di adattamento nel PTSD?

I pazienti con PTSD spesso cambiano i loro schemi in modo disfunzionale (“over-accommodation”). König discute un caso di studio per dimostrare quanto sia importante riconoscere i processi di “assimilazione” e “sovra-accomodamento” nel modello conosciuto come Terapia di Elaborazione Cognitiva (CPT).

Cos’è il disturbo di elaborazione cognitiva?

Quali sono i segni di un disturbo di elaborazione cognitiva? I bambini in età scolare che hanno ADHD e altre difficoltà di apprendimento possono avere problemi con l’elaborazione cognitiva. I segni di ritardo cognitivo possono includere Difficoltà a prestare attenzione, anche per brevi periodi. Incapacità di stare fermi per un certo periodo di tempo.

Quanto dura la terapia di elaborazione cognitiva?

La CPT di solito richiede 12 sessioni settimanali, quindi il trattamento dura circa 3 mesi. Le sessioni sono da 60 a 90 minuti ciascuna. Si può iniziare a sentirsi meglio dopo poche sessioni. E i benefici della CPT spesso durano molto tempo dopo la tua ultima sessione con il tuo fornitore.

Che cosa significa sovraccarico?

Sovracompensazione: L’iperaccomodamento è un tentativo di esagerare gli sforzi nel regolare, modificare o rispondere agli altri. Ha l’effetto di far sentire peggio il bersaglio, esistente in tre forme: sovraccarico sensoriale, sovraccarico di dipendenza e sovraccarico intergruppo.

Come si scrive una dichiarazione d’impatto per il PTSD?

Scrivi molto chiaramente, o scrivi al computer se puoi. Descrivi gli eventi traumatici nell’ordine in cui sono accaduti. Dica dove è successo l’evento, in quale unità si trovava in quel momento e quando è successo (meglio che può). Fornisci quanti più dettagli puoi e descrivi anche i sentimenti che hai provato riguardo all’accaduto.

Cosa sono le credenze assimilate?

L’assimilazione religiosa si riferisce all’adozione di pratiche e credenze religiose di una cultura maggioritaria o dominante da parte di una cultura minoritaria o subordinata. … L’assimilazione religiosa include la conversione religiosa di individui da una fede minoritaria alla fede dominante.

Cos’è una debolezza di elaborazione cognitiva?

Incapacità di stare fermi per un certo periodo di tempo. Impiegare un tempo straordinariamente lungo per completare i compiti, come i compiti a casa o i test di scrittura. Scarsa memoria nel ricordare fatti appresi o istruzioni scritte in più fasi. Debole capacità di ascolto e difficoltà a ricordare istruzioni orali.

Cos’è una debolezza cognitiva?

Con abilità cognitive deboli, specialmente nei bambini piccoli, l’apprendimento è una sfida. Le principali abilità cognitive necessarie per un apprendimento ottimale sono la memoria, l’attenzione, l’elaborazione e la sequenza. Quando i bambini sono carenti in uno o più di questi strumenti cognitivi essenziali, si verificano problemi di acquisizione dell’apprendimento.

Come si spiegano i punti fermi?

Gli stuck points sono affermazioni su se stessi, sugli altri o sul mondo in generale che sono esagerate, estreme e spesso negative. Tendono a concentrarsi sui cinque temi coperti nel trattamento della Cognitive Processing Therapy (CPT), che sono sicurezza, fiducia, potere/controllo, stima e intimità.

Cos’è un punto bloccato nel PTSD?

I punti bloccati sono pensieri che hai che ti tengono bloccato dal recupero. – Questi pensieri possono non essere accurati al 100%. – I punti bloccati possono essere: o Pensieri sulla tua comprensione del perché il trauma è accaduto. o Pensieri su te stesso, gli altri e il mondo che sono cambiati.

Come si fa a ottenere l’approvazione per il PTSD?

Come posso presentare una forte richiesta di PTSD al VA? Fai scrivere la tua lettera al VA da un professionista medico qualificato. … Raccogliete più dichiarazioni di amici. … Sii onesto e fornisci dettagli chiari durante il tuo esame C&P. … Presentare prove mediche private applicabili. … Fatevi aiutare da un avvocato esperto.

Cosa devo dire per ottenere un risarcimento di 70 PTSD?

Se pensi di meritare un aumento del PTSD da 50 a 70, vorrai scrivere una dichiarazione VA personale forte e veritiera a sostegno di una richiesta, concentrandoti sui tuoi attuali sintomi di salute mentale e su come questi sintomi ti influenzano in modo negativo.

Articolo precedente

Come spiega la santificazione?

Articolo successivo

AC Cowlings è ancora vivo?

You might be interested in …