2 Dicembre 2021
Expand search form

Da cosa è composto un MEF?

La Marine Expeditionary Force (MEF) è la principale MAGTF da combattimento nella struttura delle forze attive del Corpo dei Marines ed è normalmente costruita intorno a una squadra di Divisione/Wing/FSSG. La Marine Expeditionary Force (MEF) era precedentemente chiamata Marine Amphibious Force (MAF). La nomenclatura è stata cambiata perché gli alti dirigenti dei Marine ritenevano che il termine “spedizione” implicasse una missione, mentre “anfibio” era semplicemente un metodo di trasporto.

Attualmente ci sono tre MEF attive che si riforniscono di CE, GCE, ACE e CSSE di altre MAGTF (SPMAGTF, MEU e MEB). Oltre al “sourcing” delle MAGTF più piccole, la MEF è la principale organizzazione di guerra del Corpo dei Marines, in particolare per una crisi o una contingenza più grande. Con l’aggravarsi di una crisi, o nel caso di una grande guerra di teatro, le MAGTF più piccole e le unità di supporto vengono schierate in sequenza fino a quando l’intera MEF non è sul posto per sostenere il piano della campagna del CINC. Il MEF è in grado di condurre una vasta gamma di operazioni di spedizione, sia operazioni anfibie che operazioni sostenute a terra. Può essere adattato per un’ampia varietà di missioni di combattimento in qualsiasi ambiente geografico e si schiera con 60 giorni di rifornimenti di accompagnamento.

Normalmente comandata da un tenente generale, una MEF può includere una o più divisioni nel suo elemento di combattimento terrestre, una o più ali di aerei nel suo elemento di combattimento aereo e uno o più gruppi di supporto alla forza nel suo elemento di supporto al servizio di combattimento.

L’elemento di combattimento a terra (GCE) di una MEF è normalmente una divisione di marines rinforzata con altre unità FMF appropriate. La divisione marina comprende tre reggimenti di fanteria, un reggimento di artiglieria, un battaglione di carri armati, un battaglione di veicoli anfibi d’assalto, un battaglione di ricognizione corazzato leggero e un battaglione di ingegneri di combattimento. La divisione combatte utilizzando tattiche di armi combinate e può adattarsi a soddisfare le esigenze di qualsiasi missione, dalle operazioni diverse dalla guerra alla guerra di teatro maggiore.

L’Aviation Combat Element (ACE) di una MEF è uno stormo di aerei dei Marines, organizzato per condurre tutte e sei le funzioni delle operazioni aeree tattiche. Lo stormo è organizzato ed equipaggiato per operare da navi, campi d’aviazione permanenti a terra o campi d’aviazione in spedizione. Il Marine Aircraft Wing conduce la gamma completa di operazioni aeree a sostegno del MEF, per includere la guerra antiaerea, il supporto aereo offensivo, il supporto d’assalto, la ricognizione aerea, la guerra elettronica (comprese le contromisure elettroniche attive e passive) e il controllo di aerei e missili. Come funzione collaterale, lo stormo può anche fornire unità che operano come componente integrale delle ali aeree della Marina a bordo delle portaerei.

Il Combat Service Support Element (CSSE) di un MEF è l’FSSG. I battaglioni organici del FSSG forniscono l’intera gamma di funzioni CSS per includere la manutenzione, il trasporto, l’ingegneria deliberata, l’approvvigionamento, i servizi sanitari e altri servizi (ad esempio, postali, di esborso, di applicazione della legge). Il Force Service Support Group fornisce un supporto di servizio di combattimento sostenuto al di sopra e al di là delle capacità organiche degli elementi di supporto di servizio di combattimento della MAGTF subordinata. Fornisce una gamma completa di capacità mediche, dentistiche, di manutenzione, di approvvigionamento, di trasporto a motore e di ingegneria.

Ci sono tre MEF permanenti: I Marine expeditionary force (I MEF), con sede nella California meridionale e in Arizona; II Marine expeditionary force (II MEF), con sede in North e South Carolina; e III Marine Expeditionary Force (III MEF), con sede in Giappone e alle Hawaii. Ogni MEF permanente consiste in un CE permanente e una divisione, MAW e FSSG dei Marines. Questi comandi principali costituiscono il principale serbatoio di capacità di combattimento da cui provengono le MAGTF.

Le dimensioni e la composizione di un MEF schierato possono variare notevolmente a seconda dei requisiti della missione. Può dispiegare non solo con le proprie unità, ma anche con unità delle altre MEF permanenti, della Riserva del Corpo dei Marines, degli altri Servizi e del Comando Operazioni Speciali. Una MEF in genere si schiera per echelon con 60 giorni di supporto. L’echelon principale del MEF, adattato per soddisfare la missione specifica, è designato il MEF (avanti) (MEF(FWD)) e può essere comandato dal comandante del MEF personalmente o da un comandante designato. Il MEF(FWD) si prepara per il successivo arrivo del resto del MEF o di altre forze congiunte o combinate. Tuttavia, lo schieramento del MEF(FWD) non significa necessariamente che tutte le forze del MEF permanente lo seguiranno. Questo accadrebbe solo se fosse richiesto l’intero MEF. Le MEF possono condurre operazioni sostenute a terra al completamento di un’operazione anfibia o schierandosi dal mare, da terra o dall’aria e collegandosi con le navi di preposizionamento marittimo che trasportano attrezzature e rifornimenti.

Sebbene le MEU(SOC) e le ACM possano svolgere bene una moltitudine di compiti, non sempre sono sufficienti per sconfiggere un nemico, soprattutto nella parte alta dello spettro del conflitto. Di fronte a un nemico numericamente superiore, deciso a negare alle forze statunitensi l’accesso a un teatro, i CINC regionali possono richiedere una MAGTF basata sul mare, più grande e più capace della MEU(SOC), che possa farsi strada con la forza fino a terra e spianare la strada alle forze congiunte successive. Questo ruolo è ricoperto da una MEF appositamente configurata, imbarcata a bordo di navi d’assalto anfibio.

L’attuale forza anfibia della Marina è stata rimodellata per fornire 36 moderne navi anfibie, comprese 12 grandi navi d’assalto, che possono trasportare ciascuna un considerevole complemento misto di elicotteri, rotori inclinati e aerei V/STOL. Questa forza fornirà i mezzi per formare 12 ARG multiuso. Queste ARG sosterranno il dispiegamento in tempo di pace delle MEU(SOC) e, quando necessario, si combineranno per formare una task force più grande in grado di trasportare la MEF anfibia in combattimento.

La MEF anfibia consiste fino a due terzi della piena potenza di combattimento della MEF. È equipaggiata con i necessari veicoli anfibi d’assalto, mezzi da sbarco e velivoli ad ala fissa e rotante per condurre movimenti opposti nave-obiettivo. Quando arriva in teatro, la MEF può assorbire le MEU(SOC) sul posto nella sua struttura generale, impiegarle indipendentemente a sostegno dell’operazione generale di ingresso forzato, o impiegarle a sostegno di altre operazioni designate dal CINC del teatro.

La MEF anfibia rimane l’unico mezzo per l’ingresso forzato autosostenibile in una regione in cui alle forze statunitensi viene negato l’accesso. Può conquistare e tenere campi d’aviazione e porti per consentire l’introduzione di forze MEF o congiunte successive. Una volta realizzato questo, la MEF può rimanere in teatro per condurre attacchi principali o di supporto durante le campagne congiunte. In futuro, quando sarà equipaggiata con veicoli d’assalto anfibi avanzati, mezzi da sbarco a cuscino d’aria e aerei a rotore basculante, sarà in grado di proiettare il potere di combattimento dal mare – da 25 a 75 miglia oltre l’orizzonte – direttamente contro gli obiettivi decisivi per l’interno. Questo concetto, noto come manovra operativa dal mare, renderà il MEF anfibio uno strumento ancora più flessibile e potente del potere di combattimento congiunto.

Come capacità nazionale singolare, una MEF anfibia serve come una “swing force” chiave nel caso di operazioni in più teatri. In altre parole, si impegnerebbe in un teatro, e una volta che le forze congiunte di follow-on sono stabilite, sarebbe backload, ricostituire se stessa, e procedere a impegnare le forze nemiche nel teatro successivo.

Potreste anche essere interessati agli argomenti

Quali elementi sono in un MEF?

Ogni MEF consiste in un MEF Information Group (MIG) come elemento di comando, una divisione di marines (MARDIV) come elemento di combattimento a terra, un Marine aircraft wing (MAW) come elemento di combattimento aereo e un Marine logistics group (MLG) come elemento di combattimento logistico.

Quanti marines compongono una MEF?

La Marine Expeditionary Unit (MEU) è la più piccola delle MAGTF e comprende circa 2.200 marines e marinai. I suoi elementi principali sono il Command Element (CE), il Ground Combat Element (GCE), l’Aviation Combat Element (ACE) e il Logistics Combat Element (LCE).

Cosa c’è al di sopra di una MEF?

Una Marine Expeditionary Brigade (MEB) è più grande di una Marine Expeditionary Unit (MEU) ma più piccola di una MEF. La MEB, di dimensioni variabili, è in grado di condurre missioni nell’intera gamma di operazioni militari e di sostenere e sostenersi fino a 30 giorni in un ambiente di spedizione austero.

Quanti marines ci sono nella II MEF?

47.000 marines
Con più di 47.000 marines e marinai, II MEF rappresenta la più grande e potente Marine Air-Ground Task Force (MAGTF). Il concetto di MAGTF è flessibile e scalabile sotto un unico comandante.

Quali unità rientrano nella II MEF?

II Marine Expeditionary Force Headquarters. 2° Battaglione Intelligence. 2° Battaglione Radio. 8° Battaglione Comunicazioni. 2a Compagnia di collegamento per il tiro a segno della marina aerea (ANGLICO)

Chi comanda una MEF?

I Marine Expeditionary ForceComandante attualeLtGen George W. Smith Jr.Comandanti famosiGen Joseph F. Dunford, Jr., Gen Anthony Zinni, Gen Michael Hagee, Gen James T. Conway, Gen James Mattis, Gen John F. Sattler10 altre file

Per cosa sta MEF?

MEFAcronimoDefinizioneMEFFFFibroblasto embrionale di topoMEFMessage Exchange FormatMEFMost Expressive FeatureMEFModified Energy Factor47 altre righe

Quali sono i tre tipi di MAGTF?

Ci sono quattro tipi di MAGTF: la Marine Ex- peditionary Force (MEF); la Marine Expeditionary Brigade (MEB); la Marine Expeditionary Unit (MEU); e la Special Purpose MAGTF.

Quali sono le missioni dei marines?

Alcuni esempi di missioni dei Marines: missioni di guerra maggiore. Guerra “piccola” – combattimenti in città, schermaglie, ecc. — Spesso ad alta intensità e di breve durata.Sicurezza di basi/ambasciate/target.Guerra truppa-nave — atterrare su una nave bersaglio e superarla (al contrario della guerra nave-nave)Missioni di volo di supporto al combattimento.

Quanti marines in servizio attivo ci sono nel 2020?

180.958 personale attivo
United States Marine CorpsCountryUnited StatesTypeMaritime land forceRoleAmphibious warfare Expeditionary warfareSize180.958 active personnel (as of 2020) 38.500 reserve personnel (as of 2017) 1.304 manned aircraft (total includes 11 VH-3D and 8 VH-60N of HMX-1 not listed by WAF 2018)27 more rows

Qual è la forma completa del tasso MEF?

MULTIPURPOSE EMPANELMENT FORM (MEF) Il richiedente che non ha compilato il MEF 2019-20 dovrà registrarsi per il MEF usando FRN & Date of Establishment per Partnership Firm/LLP/Proprietary Concern e MRN & Date of Birth per coloro che vogliono applicare come Individual.

Cos’è lo standard MEF?

Il MEF sviluppa standard che, una volta approvati dai membri del MEF, sono pubblicati nel dominio pubblico per l’adozione volontaria e a beneficio di tutto il settore. Attualmente ci sono più di 70 standard MEF che coprono i servizi orchestrati SD-WAN, IP, Carrier Ethernet e trasporto ottico MEF 3.0.

Da chi dipende 1 MEF?

Il Corpo dei Marines degli Stati Uniti
La I Marine Expeditionary Force (“I” si pronuncia “First”) è una Marine Air Ground Task Force (MAGTF) dell’United States Marine Corps composta principalmente dalla 1st Marine Division, 3rd Marine Aircraft Wing, e 1st Marine Logistics Group….I Marine Expeditionary ForceCurrent commanderLtGen George W. Smith Jr.11 more rows

Quali sono le due parti di ogni missione?

Una dichiarazione di missione è composta da due parti, un compito e uno scopo.

I marines hanno il fine settimana libero?

Sì, i marines lavorano nei fine settimana a volte a seconda del tuo lavoro. I marines sono la forza del 911 dell’America, ogni volta che c’è bisogno di noi siamo lì. Lavoriamo 365 giorni all’anno e siamo sempre di guardia. Non tipicamente, ma secondo necessità, quando richiesto.

Articolo precedente

Qual è l’uso dell’annunciatore?

Articolo successivo

Quali sono le proprietà fisiche dei carboidrati?

You might be interested in …