27 Novembre 2021
Expand search form

Da dove viene la tribù Yoruba?

Yorubaland è la regione culturale del popolo Yoruba in Africa occidentale. Si estende negli odierni paesi di Nigeria, Togo e Benin. La sua storia pre-moderna è basata in gran parte su tradizioni orali e leggende. Secondo la religione Yoruba, Olodumare, il Dio Supremo, ordinò a Obatala di creare la terra, ma sulla strada di Obatala trovò del vino di palma, che bevve e si intossicò. Quindi, suo fratello minore, Oduduwa, gli prese i tre oggetti della creazione, scese dal cielo su una catena e gettò una manciata di terra sull’oceano primordiale, poi ci mise sopra un gallo affinché spargesse la terra, creando così la terra su cui sarebbe stata costruita Ile-Ife. A causa della sua creazione del mondo, Oduduwa divenne l’antenato del primo re divino degli Yoruba, mentre si crede che Obatala abbia creato il primo popolo Yoruba dall’argilla. Il significato della parola “ife“in Yoruba è “espansione”. “Ile-Ife” è quindi in riferimento al mito di origine, “La terra dell’espansione”.

Ile-Ife

Le prove suggeriscono che a partire dal VII secolo a.C., i popoli africani che vivevano in Yorubaland non erano inizialmente conosciuti come Yoruba, sebbene condividessero un’etnia e un gruppo linguistico comuni. Nell’VIII secolo a.C., Ile-Ife era già un potente regno Yoruba, uno dei primi in Africa a sud del Sahara-Sahel. Quasi ogni insediamento Yoruba traccia la sua origine ai principi di Ile-Ife. Come tale, Ife può essere considerata la patria culturale e spirituale della nazione Yoruba. Archeologicamente, l’insediamento di Ife può essere datato al IV secolo a.C., con strutture urbane che appaiono nel XII secolo d.C. Fino ad oggi, l’Oòni (o re) di Ife rivendica la discendenza diretta da Oduduwa.

La città era un insediamento di dimensioni considerevoli tra il XII e il XIV secolo, con case caratterizzate da pavimenti in cocciopesto. Ile-Ife è conosciuta in tutto il mondo per le sue antiche e naturalistiche sculture in bronzo, pietra e terracotta, che hanno raggiunto il loro picco di espressione artistica tra il 1200 e il 1400. Nel periodo intorno al 1300 gli artisti di Ile-Ife svilupparono una tradizione scultorea raffinata e naturalistica in terracotta, pietra e lega di rame – rame, ottone e bronzo – molte delle quali sembrano essere state create sotto il patrocinio del re Obalufon II, l’uomo che oggi è identificato come la divinità Yoruba patrona della fusione dell’ottone, della tessitura e della regalia. Dopo questo periodo, la produzione declinò quando il potere politico ed economico si spostò sul vicino regno di Benin, che, come il regno Yoruba di Oyo, si sviluppò in un grande impero.

Testa di bronzo da Ife, probabilmente un re, datata intorno al 1300. Ile-Ife è conosciuta in tutto il mondo per le sue antiche e naturalistiche sculture in bronzo, pietra e terracotta, che hanno raggiunto il loro picco di espressione artistica tra il 1200 e il 1400.

L’ascesa dell’impero di Oyo

Le origini mitiche dell’impero di Oyo risalgono a Oranyan (conosciuto anche come Oranmiyan), il secondo principe di Ile-Ife, che fece di Oyo il suo nuovo regno e divenne il primo oba con il titolo di Alaafin di Oyo (Alaafin significa “proprietario del palazzo” in Yoruba). La tradizione orale sostiene che lasciò tutti i suoi tesori a Ife e permise ad un altro re, chiamato Adimu, di regnarvi.

A Oranyan successe Oba Ajaka, ma fu deposto perché permetteva ai suoi sottocapi troppa indipendenza. La leadership fu quindi conferita al fratello di Ajaka, Shango, che fu poi deificato come divinità del tuono e del fulmine. Ajaka fu restaurato dopo la morte di Shango. Il suo successore, Kori, riuscì a conquistare il resto di quella che gli storici successivi avrebbero chiamato Oyo metropolitana. Il cuore dell’Oyo metropolitano era la sua capitale a Oyo-Ile.

Alla fine del XIV secolo Oyo era diventata una formidabile potenza nell’entroterra, ma subì delle sconfitte militari per mano dei Nupe guidati da Tsoede. Intorno al 1535, i Nupe occuparono Oyo e costrinsero la dinastia regnante a rifugiarsi nel regno di Borgu.
Gli Yoruba di Oyo passarono un interregno di ottant’anni come dinastia in esilio. Tuttavia, ristabilirono Oyo per essere più centralizzata ed espansiva che mai. Durante il XVII secolo, Oyo iniziò un lungo tratto di crescita, diventando un grande impero. Non inglobò mai tutti i popoli di lingua yoruba, ma fu il regno più popoloso della storia yoruba.

L’impero di Oyo e gli stati circostanti verso il 1700. L’impero di Oyo crebbe grazie alle eccezionali capacità organizzative degli Yoruba, guadagnando ricchezza dal commercio e dalla sua potente cavalleria. Fu lo stato politicamente più importante della regione dalla metà del XVII secolo alla fine del XVIII secolo, tenendo il dominio non solo sulla maggior parte degli altri regni dello Yorubaland, ma anche sugli stati africani vicini, in particolare il Regno Fon del Dahomey nella moderna Repubblica del Benin a ovest.

Il potere di Oyo

La chiave per la ricostruzione di Oyo da parte degli Yoruba fu un esercito più forte e un governo più centralizzato. Oba Ofinran riuscì a riconquistare il territorio originale di Oyo dai Nupe. Fu costruita una nuova capitale, Oyo-Igboho, e l’originale divenne nota come Old Oyo. L’oba successivo, Eguguojo, conquistò quasi tutto lo Yorubaland. Nonostante un tentativo fallito di conquistare l’impero di Benin tra il 1578 e il 1608, Oyo continuò a espandersi. Gli Yoruba permisero l’autonomia al sud-est dell’Oyo metropolitana, dove le aree non yoruba potevano fungere da cuscinetto tra Oyo e il Benin imperiale. Alla fine del XVI secolo, gli stati Ewe e Aja del moderno Benin pagavano un tributo a Oyo.

Il rinvigorito impero di Oyo iniziò a fare incursioni verso sud già nel 1682. Alla fine della sua espansione militare, i suoi confini avrebbero raggiunto la costa a circa 200 miglia a sud-ovest della sua capitale. All’inizio, il popolo era concentrato nell’Oyo metropolitano. Con l’espansione imperiale, Oyo si riorganizzò per gestire meglio i suoi vasti possedimenti dentro e fuori lo Yorubaland. Fu diviso in quattro strati definiti in base alla relazione con il nucleo dell’impero. Questi strati erano l’Oyo metropolitano, lo Yorubaland meridionale, il Corridoio Egbado e l’Ajaland.

L’impero di Oyo sviluppò una struttura politica altamente sofisticata per governare i suoi domini territoriali. Gli studiosi non hanno determinato quanto di questa struttura esistesse prima dell’invasione dei Nupe. Alcune delle istituzioni di Oyo sono chiaramente derivate dalle prime realizzazioni di Ife.
L’impero di Oyo non era una monarchia ereditaria, né assoluta.
Mentre l’Alaafin di Oyo era il signore supremo del popolo, non era senza controlli sul suo potere. L’Oyo Mesi (sette consiglieri degli stati) e il culto della terra Yoruba conosciuto come Ogboni tenevano sotto controllo il potere dell’Oba. Gli Oyo Mesi parlavano per i politici mentre gli Ogboni parlavano per il popolo, sostenuti dal potere della religione. Il potere dell’Alaafin di Oyo in relazione all’Oyo Mesi e all’Ogboni dipendeva dal suo carattere personale e dalla sua astuzia politica.

Oyo divenne l’emporio meridionale del commercio trans-sahariano. Gli scambi avvenivano in sale, cuoio, cavalli, noci di cola, avorio, stoffa e schiavi. Gli Yoruba di Oyo metropolitana erano anche molto abili nell’artigianato e nella lavorazione del ferro. Oltre alle tasse sui prodotti commerciali che entravano e uscivano dall’impero, Oyo si arricchiva anche con le tasse imposte ai suoi tributari. Il successo imperiale di Oyo fece dello yoruba una lingua franca quasi fino alle rive del Volta. Verso la fine del XVIII secolo, l’impero fungeva da intermediario sia per il commercio di schiavi trans-sahariano che trans-atlantico. Nel 1680 l’impero di Oyo si estendeva per oltre 150.000 chilometri quadrati.

Declino

Nella seconda metà del XVIII secolo, intrighi dinastici, colpi di palazzo e campagne militari fallite cominciarono a indebolire l’impero di Oyo. Le ricorrenti lotte di potere e i conseguenti periodi di interregno crearono un vuoto in cui il potere dei comandanti regionali crebbe.
Mentre Oyo si lacerava con intrighi politici, i suoi vassalli iniziarono ad approfittare della situazione per premere per l’indipendenza. Alcuni di loro ebbero successo, e Oyo non riguadagnò mai la sua importanza nella regione. Divenne un protettorato della Gran Bretagna nel 1888 prima di frammentarsi ulteriormente in fazioni in guerra. Lo stato di Oyo cessò di esistere come qualsiasi tipo di potere nel 1896.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Da dove vengono le tribù Yoruba?

Nigeria
Yoruba, uno dei tre gruppi etnici più grandi della Nigeria, concentrato nella parte sud-occidentale del paese. Gruppi molto più piccoli e sparsi vivono nel Benin e nel nord del Togo.

Come sono nati gli Yoruba?

La storia del popolo Yoruba inizia a Ile-Ife. Questo regno fu fondato dalle divinità Oduduwa e Obatala, che si crede abbiano creato il mondo. … Si dice che il popolo Yoruba creda che la sua civiltà sia iniziata a Ile-Ife, dove gli dei scesero sulla terra.

Gli Yoruba vengono dall’Egitto?

Dato che i nubiani discendono dagli egiziani, anche gli Ijebu, e per estensione, tutti i costumi Yoruba, derivano dagli egiziani. Molti Yoruba tradizionali hanno sempre sostenuto che l’Egitto è il loro luogo di dimora originale, e che la loro tradizione monarchica deriva dagli egiziani.

Gli Yoruba hanno avuto origine dal Benin?

I regni yoruba di Benin e Ife sorsero tra l’XI e il XII secolo. L’attuale monarca del Benin ha dichiarato la sua ascendenza da Oranmiyan attraverso Ekaladerhan e direttamente alla dinastia Ogiso. … Per quanto si estende la memoria storica, gli Yoruba sono stati il gruppo dominante sulla riva occidentale del Niger.

Igbo e Yoruba sono imparentati?

L’Ooni di Ife, Enitan Ogunwusi, ha riaffermato la sua posizione sui legami familiari tra le nazioni Yoruba e Igbo, dicendo che i due gruppi etnici sono membri inseparabili della stessa famiglia.

Chi sono i veri Yoruba?

Il popolo Yoruba (Yoruba: Ọmọ Káàárọ̀-oòjíire, Ọmọ Oòduà) è un gruppo etnico che abita l’Africa occidentale, principalmente i paesi di Nigeria, Benin e Togo. Gli Yoruba costituiscono circa 38 milioni di persone in Africa…. popolo Yoruba.Popolazione totaleNigeria36.147.000Benin1.500.000Ghana546.000Togo351.00024 più righe

Quale tribù è la più povera in Nigeria?

Con la tribù Kanuri che contribuisce significativamente alla popolazione della Nigeria, è sicuro dire che molti di loro vivono in una povertà abietta. Inoltre, con gli stati di occupazione della tribù che sono classificati in alto in termini di povertà, il gruppo etnico può essere visto come il più povero del paese.

Quale tribù è la più sporca in Nigeria?

Le tribù più sporche oggi in Nigeria sono rispettivamente le tribù Igala, Hausa, Fulani, Yoruba, Kambara e Idoma. Questo è dovuto all’ambiente impuro delle zone di queste tribù.

Gli Yoruba possono sposare gli Igbo?

L’unità. Per il bene di una sola Nigeria, un buon numero di uomini Yoruba sceglie di sposare donne Igbo che sono al di fuori della loro tribù. A volte, gli uomini non si concentrano sulle questioni etniche e sul background prima di scegliere chi sposare. Credono che tutto sia uno e che non ci saranno differenze significative nella relazione.

Gli Igbo sono più vecchi degli Yoruba?

Grande riassunto: I dati storici, forensi e verificabili disponibili hanno dimostrato che la nazione Igbo è più vecchia di 2.550 anni rispetto alla nazione Yoruba; 2.250 anni rispetto alla nazione Hausa; 3.140 anni rispetto alla nazione Fulani; e 550 anni rispetto alla nazione Bini/Agbon (Agbor).

Qual è il regno più antico della Nigeria?

Il Regno Nri nell’area di Awka fu fondato nel 900 d.C. circa nell’Igboland centro-settentrionale, ed è considerato il più antico regno della Nigeria.

Il Kwara è uno stato Yoruba?

Il Kwara (Yoruba: Ìpínlẹ̀ Kwárà) è uno stato della Nigeria occidentale. La sua capitale è Ilorin. Il Kwara si trova all’interno della zona geopolitica Centro-Nord. Il principale gruppo etnico è Yoruba, con significative minoranze Fulani, Nupe e Bariba….Kwara State.KwaraWebsite “Kwara State Government “28 altre righe

Quale tribù ha la ragazza più bella della Nigeria?

È quasi impossibile isolare il paese e il gruppo etnico ecc. che sfila le più belle donne pro capite. Dopo aver detto questo, resta il fatto che in Nigeria le donne Igbo più di ogni altra saranno il volto della bellezza nigeriana.

Quale tribù è la più ricca in Nigeria?

Mentre gli Igbo sono noti per essere la tribù più ricca della Nigeria grazie al loro senso degli affari, sono anche una delle tribù più pericolose del paese oggi. Scopri gli uomini e le donne Yoruba più ricchi della Nigeria. Gli Igbo sono noti per il commercio e gli scambi.

Quale tribù è più ricca in Nigeria?

Mentre gli Igbo sono noti per essere la tribù più ricca della Nigeria grazie al loro senso degli affari, sono anche una delle tribù più pericolose del paese. Scopri gli uomini e le donne Yoruba più ricchi della Nigeria. Gli Igbo sono noti per il commercio e gli scambi.

Articolo precedente

L’avena tagliata in acciaio è la stessa dell’avena arrotolata?

Articolo successivo

Che aspetto ha l’intreccio semplice?

You might be interested in …