3 Dicembre 2021
Expand search form

Dove è stato inventato il convertitore Bessemer?

I nostri redattori esamineranno ciò che hai inviato e determineranno se rivedere l’articolo.

Henry Bessemer

Henry Bessemerper esteso Sir Henry Bessemer(nato il 19 gennaio 1813, Charlton, Hertfordshire, Inghilterra-morto il 15 marzo 1898, Londra), inventore e ingegnere che ha sviluppato il primo processo per la produzione di acciaio a basso costo (1856), portando allo sviluppo del convertitore Bessemer. Fu nominato cavaliere nel 1879.

Bessemer era il figlio di un ingegnere e di un dattilografo. Ha mostrato presto una notevole abilità meccanica e poteri inventivi. Dopo l’invenzione di timbri mobili per la datazione di atti e altri documenti governativi e il miglioramento di una macchina da scrivere, è andato alla fabbricazione di “oro” in polvere da ottone per l’uso in vernici. La decorazione florida del tempo richiedeva grandi quantità di tale materiale, e il processo segreto di Bessemer gli portò presto una grande ricchezza.

James Watt da giovane, 1769 circa. Ingegnere e costruttore di strumenti scozzese. Inventò il moderno motore a vapore che divenne la principale fonte di energia in Gran Bretagna

Sviluppò altre invenzioni, in particolare macchinari per la frantumazione della canna da zucchero dal design avanzato, ma si dedicò presto alla metallurgia. Ai suoi tempi c’erano solo due materiali da costruzione a base di ferro: la ghisa ottenuta dal trattamento del minerale di ferro con il coke nell’altoforno e il ferro battuto ottenuto dalla ghisa in forni primitivi con il laborioso processo manuale del “puddling” (mescolando il ferro fuso per rimuovere il carbonio e rastrellando le scorie). La ghisa era eccellente per scopi portanti, come colonne o pilastri di ponti, e per parti di motori, ma per travi e altre campate, e in particolare per le rotaie, solo il ferro battuto era adatto. Il pudding rimuoveva il carbonio, che rende la ghisa fragile, e produceva un materiale che poteva essere laminato o forgiato, ma solo in “bloom”, o grandi blocchi di 100-200 libbre, e che era pieno di scorie. I blumi dovevano essere faticosamente forgiati insieme da magli a vapore prima che potessero essere arrotolati a qualsiasi lunghezza o forma utile. L’unico materiale conosciuto come acciaio era fatto aggiungendo carbonio a forme pure di ferro battuto, anche con metodi lenti e discontinui; il materiale era duro, avrebbe preso un bordo, ed era usato quasi interamente per strumenti da taglio.

Durante la guerra di Crimea, Bessemer inventò una granata d’artiglieria allungata che veniva fatta ruotare dai gas della polvere. Le autorità francesi con cui stava negoziando, tuttavia, hanno sottolineato che il loro cannone di ghisa non sarebbe stato abbastanza forte per questo tipo di guscio. Quindi cercò di produrre una ghisa più forte. Nei suoi esperimenti scoprì che l’eccesso di ossigeno nei gas caldi della sua fornace sembrava aver rimosso il carbonio dai maiali di ferro che venivano preriscaldati – proprio come il carbonio viene rimosso in una fornace a pudding – lasciando una pelle di ferro puro. Bessemer scoprì poi che soffiare aria attraverso la ghisa fusa non solo purificava il ferro, ma lo riscaldava ulteriormente, permettendo al ferro purificato di essere facilmente versato. Questo effetto di riscaldamento è causato dalla reazione dell’ossigeno con il carbonio e il silicio nel ferro. Usando queste nuove tecniche, che più tardi divennero note come il processo di Bessemer, egli fu presto in grado di produrre grandi lingotti senza scorie, lavorabili come un qualsiasi blocco di ferro battuto, e molto più grandi; egli inventò il convertitore basculante in cui la ghisa fusa poteva essere versata prima che l’aria fosse soffiata dal basso. Alla fine, con l’aiuto di una lega di ferro-manganese, che è stato sviluppato in quel momento da Robert Forester Mushet, Bessemer ha anche trovato il modo di rimuovere l’ossigeno in eccesso dal ferro decarburato.

Il suo annuncio del processo nel 1856 davanti alla British Association for the Advancement of Science a Cheltenham, Gloucestershire, portò molti ferraioli alla sua porta, e molte licenze furono concesse. Molto presto, tuttavia, divenne chiaro che due elementi dannosi per il ferro, fosforo e zolfo, non sono stati rimossi dal processo, o almeno non dal rivestimento di argilla del convertitore di Bessemer. Non è stato fino al 1877 circa che il metallurgista britannico Sidney Gilchrist Thomas ha sviluppato un rivestimento che ha rimosso il fosforo e reso possibile l’uso di minerali fosforici del continente.

Bessemer aveva, a sua insaputa, usato ferro senza fosforo, ma i ferraioli non erano così fortunati. Il loro ferro era perfettamente soddisfacente per il processo di puddling, in cui il fosforo viene rimosso perché le temperature sono più basse, ma non poteva essere utilizzato nel processo Bessemer. Bessemer fu costretto a richiamare le sue licenze e a trovare una fonte di ferro senza fosforo nell’Inghilterra nord-occidentale; così fu in grado di entrare da solo nel mercato dell’acciaio. Una volta che il problema del fosforo è stato riconosciuto e risolto, è diventato un licenziatario ancora una volta, e grandi profitti sono fluiti in. Divenne chiaro che l'”acciaio dolce” – come era conosciuto per distinguerlo dagli acciai duri da utensili – poteva essere usato in modo più chiaro e affidabile al posto del ferro battuto per lamiere di navi, travi, lamiere, barre, fili, rivetti e altri articoli. L’invenzione del processo a cielo aperto (Siemens-Martin) alla fine degli anni 1860 superò quella del processo Bessemer. Questo ha ora ceduto il posto, in larga misura, alla produzione di acciaio all’ossigeno, che è un ulteriore sviluppo e perfezionamento del processo Bessemer.

Nei suoi ultimi anni – il processo non era diventato un chiaro successo fino a quando era vicino a 70 – Bessemer ha continuato a inventare e fare scoperte. Il forno solare che costruì fu più di un giocattolo di successo; progettò e costruì un telescopio astronomico per il proprio divertimento; e sviluppò una serie di macchine per lucidare i diamanti che aiutarono a ristabilire quel commercio a Londra. Tuttavia, la nave passeggeri che progettò con una cabina principale montata su cardani per prevenire il mal di mare non fu un successo.

Oltre al cavalierato, ricevette molte onorificenze, come la Fellowship of the Royal Society. Bessemer’s Un’autobiografia (1905), con un capitolo conclusivo di suo figlio, Henry Bessemer, è l’unica biografia completa e la fonte della maggior parte del materiale scritto su di lui da allora.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Quando è stato creato il convertitore Bessemer?

1856
Il processo di Bessemer – la conversione del ferro in acciaio – fu inventato e brevettato da Henry Bessemer nel 1856.

Chi ha inventato il convertitore Bessemer?

Henry Bessemer
Alexander Lyman Holley
Processo di Bessemer/Inventori

Henry Bessemer, in pieno Sir Henry Bessemer, (nato il 19 gennaio 1813, Charlton, Hertfordshire, Inghilterra-morto il 15 marzo 1898, Londra), inventore e ingegnere che ha sviluppato il primo processo per la produzione di acciaio a basso costo (1856), portando allo sviluppo del convertitore Bessemer.

Cosa faceva il convertitore di Bessemer?

Ora formalmente conosciuto come il processo di Bessemer, Bessemer ha inventato un recipiente a forma di pera, chiamato “convertitore”, in cui il ferro poteva essere riscaldato e l’ossigeno poteva essere soffiato attraverso il metallo fuso. Alla fine del processo, troppo carbonio veniva rimosso e troppo ossigeno rimaneva nel prodotto finale.

Perché il convertitore di acciaio di Bessemer fu un’invenzione importante?

Il processo di Bessemer è stato un’invenzione estremamente importante perché ha contribuito a rendere più forti le rotaie per la costruzione delle ferrovie e ha contribuito a rendere più forti le macchine di metallo e le strutture architettoniche innovative come i grattacieli. La rivoluzione industriale degli Stati Uniti passò dall’età del ferro all’età dell’acciaio.

Chi ha portato il processo di Bessemer in America?

Carnegie imparò tutto quello che poteva sulla produzione dell’acciaio e iniziò a usare il processo di Bessemer nelle fabbriche che possedeva in America. A metà degli anni 1870 Carnegie era pesantemente coinvolto nella produzione dell’acciaio.

Oggi usiamo ancora il processo di Bessemer?

Superare il processo di Bessemer Anche se il processo di Bessemer non ha posto nella produzione moderna di materiale da costruzione, ha gettato le basi per lo sviluppo come lo conosciamo noi.

Cosa ha sostituito il processo di Bessemer?

Anche se il processo stesso era molto più lento, nel 1900 il processo a cuore aperto aveva ampiamente sostituito il processo di Bessemer.

Quale paese ha inventato l’acciaio?

L’India avrebbe prodotto il primo vero acciaio. Intorno al 400 a.C., i metallurgici indiani inventarono un metodo di fusione che riusciva a legare la quantità perfetta di carbonio al ferro. La chiave era un recipiente di argilla per il metallo fuso: un crogiolo.

Cosa sostituì il processo di Bessemer?

Anche se il processo stesso era molto più lento, nel 1900 il processo a focolare aperto aveva ampiamente sostituito il processo di Bessemer.

Cos’è il processo di Bessemer?

Il processo di Bessemer è stato il primo processo industriale poco costoso per la produzione di massa di acciaio dalla ghisa fusa prima dello sviluppo del forno a suola aperta. Il principio chiave è la rimozione delle impurità dal ferro per ossidazione con l’aria soffiata attraverso il ferro fuso.

Perché il processo Bessemer è negativo?

Quali furono gli effetti negativi del processo di Bessemer? Produceva ferro e acciaio terribili per la maggior parte del tempo. Questo era molto fragile e debole e, secondo alcune teorie, l’acciaio debole è ciò che ha causato l’affondamento così rapido del Titanic. Creava un grande inquinamento atmosferico.

Quando l’uomo ha iniziato a usare l’acciaio?

13° secolo a.C. – Le prime prove della produzione di acciaio possono essere fatte risalire ai primi fabbri del 13° secolo che scoprirono che il ferro diventava più duro, più forte e più durevole quando veniva introdotto il carbonio dopo essere stato lasciato nei forni a carbone.

Chi ha fuso il ferro per la prima volta?

Gli Ittiti di
Lo sviluppo della fusione del ferro è stato tradizionalmente attribuito agli Ittiti dell’Anatolia della tarda età del bronzo. Si credeva che avessero mantenuto il monopolio della lavorazione del ferro e che il loro impero si fosse basato su questo vantaggio.

Hanno sostituito il processo Bessemer?

Il processo di Bessemer fu usato fino agli anni ’60, quando fu finalmente sostituito da tecnologie più recenti, tra cui il processo di Linz-Donawitz.

Qual è la forma più vicina a quella più pura del ferro?

> La forma più pura del ferro è il ferro battuto. È una lega di ferro con un contenuto di carbonio molto basso rispetto alla ghisa. È una massa di ferro semi-fusa che ha inclusioni di scorie fibrose. Il ferro battuto è duro, malleabile, duttile e può essere facilmente saldato.

Articolo precedente

Di cosa è fatta la finestra ovale?

Articolo successivo

Perché la Cupola della Roccia è un importante edificio islamico?

You might be interested in …