22 Dicembre 2021
Expand search form

I pesci martello migrano?

Uno studio condotto da scienziati dell’Università di Miami (UM) Rosenstiel School of Marine & Atmospheric Science illustra i dettagli della prima ricerca scientifica per rintracciare con successo un grande squalo martello utilizzando la tecnologia dei tag satellitari.

L’assistente di ricerca Neil Hammershlag della Rosenstiel Schhol e i colleghi hanno seguito uno degli squali nomadi per 62 giorni per scoprire il suo viaggio verso nord-est dalla costa della Florida del Sud al centro dell’Atlantico al largo della costa del New Jersey. La distanza in linea retta punto a punto di 1.200 chilometri (745 miglia) rappresenta un’estensione di gamma per questa specie. I dati hanno anche rivelato che lo squalo è entrato nella corrente del Golfo e nelle acque dell’Oceano Atlantico nord-occidentale.

“Questo animale ha fatto un movimento straordinariamente grande in un breve lasso di tempo”, ha detto Hammerschlag, direttore del R.J. Dunlap Marine Conservation Program alla UM Rosenstiel School. “Questa singola osservazione è un punto di partenza, mostra che dobbiamo espandere i nostri sforzi per imparare di più su di loro”.

L’animale stava probabilmente seguendo il cibo, come mahi-mahi e jacks, fuori dalla pista continentale e nella corrente del Golfo, secondo gli autori.

Questo studio preliminare fa parte di uno sforzo più grande di Hammerschlag per tracciare via satellite gli squali tropicali per identificare i punti caldi – aree che sono importanti per l’alimentazione, l’accoppiamento e il pupping – e per documentare i loro percorsi migratori in gran parte sconosciuti. Nell’ultimo anno, il team di R.J. Dunlap ha marcato le pinne di più di 50 squali grandi e minacciati dall’ambiente in Florida e alle Bahamas, tra cui squali martello, toro e tigre.

Il grande squalo martello è elencato come minacciato nell’Atlantico nord-occidentale e nel Golfo del Messico dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (ICUN) a causa di un sospetto declino della popolazione di quasi il 50% negli ultimi 10 anni. Lo squalo si trova nelle acque tropicali di tutto il mondo ed è a rischio di estinzione a causa della pesca eccessiva per le sue grandi pinne, che sono apprezzate per la zuppa di pinne di squalo, e dalla cattura accidentale da operazioni di pesca commerciale.

“Questo studio fornisce la prova che i grandi squali martello possono migrare in acque internazionali, dove questi squali sono vulnerabili alla pesca illegale”, ha detto Hammerschlag. “Conoscendo le aree in cui sono vulnerabili allo sfruttamento, possiamo contribuire a generare informazioni utili per la conservazione e la gestione di questa specie”.

L’analisi del DNA delle pinne del grande martello vendute nel mercato asiatico delle pinne di squalo ha dimostrato che la grande maggioranza degli squali proviene dalle acque atlantiche.

L’articolo è stato pubblicato nel numero attuale della rivista Ricerca sulle specie in via di estinzione.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Gli squali martello migrano o vanno in letargo?

Gli squali martello sono ampiamente distribuiti nelle acque marine tropicali e temperate vicino alle coste e sopra le piattaforme continentali. Possono migrare stagionalmente, spostandosi verso l’equatore durante l’inverno e verso il polo durante l’estate.

Dove avviene la migrazione dei pesci martello?

Per la prima volta, gli scienziati hanno documentato quasi in tempo reale i dettagli della migrazione di uno squalo martello incinta in pericolo di estinzione (Sphyrna lewini) dalle isole Galapagos in Ecuador alla Isla del Coco in Costa Rica, situata a più di 700 km di distanza.

Gli squali martello vivono nell’Oceano Atlantico?

La gamma geografica sia dello squalo martello che dello squalo volpe si estende nei mari dell’Atlantico.

Perché i grandi squali martello migrano?

I risultati hanno indicato che i grandi pesci martello mostrano un comportamento filopatrico, il che significa che fanno migrazioni di ritorno dopo aver lasciato una particolare area in cerca di compagni o cibo. …

Gli squali martello sono aggressivi?

Squali martello | National Geographic. Gli squali martello sono cacciatori aggressivi, si nutrono di pesci più piccoli, polpi, calamari e crostacei. Non cercano attivamente le prede umane, ma sono molto difensivi e attaccano se provocati.

Agli squali limone piacciono gli esseri umani?

Interazione con l’uomo Poiché questi squali sono animali gentili e generalmente non aggressivi nei confronti dell’uomo, sono molto popolari tra i subacquei. Non c’è mai stata una fatalità registrata a causa di un morso di squalo limone e la maggior parte dei morsi sono il risultato di uno squalo spaventato.

Si può nuotare con gli squali martello?

I sei posti migliori per immergersi con gli squali martello. Una delle specie più iconiche di tutte, gli squali martello dovrebbero nuotare vicino all’orlo della bucket list di ogni subacqueo. Il fatto che – a differenza della maggior parte degli squali – gli squali martello smeraldini di solito nuotano in banchi enormi amplifica solo l’esperienza spettacolare di vederli.

Quanto è grande uno squalo tigre?

La dimensione massima dello squalo tigre è tipicamente tra 380 e 450 cm di lunghezza totale (TL), con alcuni individui che raggiungono i 550 cm TL, ma la dimensione massima degli squali tigre nelle acque delle Hawaii rimane incerta.

Gli squali martello sono aggressivi?

Squali martello | National Geographic. I pesci martello sono cacciatori aggressivi, si nutrono di pesci più piccoli, polpi, calamari e crostacei. Non cercano attivamente le prede umane, ma sono molto difensivi e attaccano se provocati.

Qual è lo squalo più amichevole?

Ho trovato 7 delle specie di squali più amichevoli che non rappresentano davvero alcun pericolo per gli esseri umani o i subacquei per dimostrarlo! 1 Squalo leopardo. … 2 Squalo zebra. … 3 Squalo martello. … 4 Squalo angelo. … 5 Squalo balena. … 6 Squalo Sixgill Bluntnose. … 7 Squalo volpe Bigeye.

Cosa mangia gli squali limone?

Lo squalo limone si trova comunemente a nuotare su fondali sabbiosi o fangosi e mangia una dieta composta principalmente da pesci ossei e crostacei. Pesci gatto, triglie, carangidi, pesci istrice, pesci vacca, pesci chitarra, razze, aquile di mare, granchi e gamberi costituiscono la maggior parte della loro dieta.

Gli squali hanno mangiato le vittime del Titanic?

Gli squali hanno mangiato le vittime del Titanic? No, gli squali non hanno mangiato i passeggeri del Titanic. I corpi maciullati come quello di J.J.

Quale oceano ha più squali?

Nel 2018, gli Stati Uniti hanno guidato il mondo con il maggior numero di attacchi di squali segnalati, secondo l’ISAF. All’interno degli Stati Uniti continentali, più incidenti tra squali e uomini si sono verificati nell’Oceano Atlantico: solo quattro attacchi sono stati riportati nel Pacifico (tre dalle Hawaii) rispetto ai 27 dell’Atlantico.

Quali sono gli squali più letali del mondo?

A causa di queste caratteristiche, molti esperti considerano gli squali toro gli squali più pericolosi del mondo. Storicamente, sono uniti ai loro cugini più famosi, i grandi bianchi e gli squali tigre, come le tre specie più propense ad attaccare gli esseri umani.

Qual è lo squalo più aggressivo?

squali toro
A causa di queste caratteristiche, molti esperti considerano gli squali toro gli squali più pericolosi del mondo. Storicamente, sono uniti ai loro cugini più famosi, i grandi squali bianchi e gli squali tigre, come le tre specie più propense ad attaccare l’uomo.

Articolo precedente

Come si usa EcoLogic Home Insect Control?

Articolo successivo

I nebulizzatori funzionano per i moscerini della frutta?

You might be interested in …