27 Dicembre 2021
Expand search form

Il brillantante fa male?

Melissa Breyer

Da qualche parte lungo la linea temporale della pulizia della casa, il brillantante è entrato nella lista dei prodotti che dovremmo usare per mantenere le cose pulite. Oh, la vergogna delle macchie d’acqua sui nostri bicchieri! Bottiglie di questo prodotto si trovano sugli scaffali dei supermercati e molte nuove lavastoviglie strizzano l’occhio con un allarme “mettimi da parte” quando i loro scomparti per il brillantante sono esauriti. Ma cos’è il brillantante e ne abbiamo davvero bisogno?

Cos’è il brillantante?

Quindi, le basi: Il brillantante è un tensioattivo che riduce la tensione superficiale dell’acqua.   La tensione superficiale è l’effetto “pelle” su una goccia che la fa appallottolare piuttosto che spargerla su una superficie. (Come tensioattivo, il brillantante impedisce all’acqua di formarsi in goccioline e la incoraggia invece a drenare dalla superficie in fogli sottili. In questo modo, le macchie di minerali disciolti lasciate dalle goccioline evaporate sono ridotte. Il brillantante in realtà non aiuta a risciacquare, piuttosto, elimina le gocce e quindi affretta l’asciugatura e favorisce la lucentezza. Ma che tipo di stregoneria c’è dietro questa magia? È qui che le cose si complicano un po’, per così dire.

È sicuro?

Il cane da guardia dei prodotti sani, Environmental Working Group, ha valutato 19 diversi brillantanti e ha dato un voto di F a quattro di loro e una D a sei. Una classifica F significa che il prodotto è di “massima preoccupazione” e ha una scarsa divulgazione degli ingredienti o pone “rischi potenzialmente significativi per la salute o l’ambiente”. I prodotti che guadagnano una D sono di alta preoccupazione e pongono “probabili rischi per la salute o l’ambiente”.

Gli ingredienti che hanno causato queste classifiche includono:

  • Sodio tripolifosfato: Alta preoccupazione per l’ecotossicità generale.
  • Agente antirideposizione: Moderata preoccupazione per cancro, effetti respiratori, effetti renali e urinari, effetti generali sistemici/organici; e qualche preoccupazione per tossicità acquatica cronica, irritazione/allergie/danni alla pelle.
  • Sodio troclosene, diidrato: Elevata preoccupazione per la tossicità acquatica cronica, tossicità acquatica acuta, effetti respiratori; qualche preoccupazione per effetti generali sistemici/organici, effetti sullo sviluppo/endocrini/riproduttivi, cancro, effetti renali e urinari, effetti sul sistema nervoso, effetti sul sistema digestivo, irritazione/allergie/danni alla pelle, danni alla vista.

E altri ingredienti assortiti, molti dei quali sono stati classificati per la preoccupazione di una potenziale irritazione della pelle.

Detto questo, a tre marche è stato dato un voto A, il che significa che EWG non ha problemi con loro. Ecover Rinse Aid, Lemi Shine Shine + Dry Rinse, e Nature Clean Rinse Agent sono tutte formule a base vegetale e hanno superato l’esame.

Ne hai bisogno?

Molti consigliatori di fai da te raccomandano di usare l’aceto bianco, ma mentre potrebbe far corrompere le tue stoviglie, la sua alta acidità può danneggiare la tua lavastoviglie, specialmente le parti in gomma nella cavità del brillantante. E il fatto è che potresti non aver bisogno del brillantante, a seconda della composizione minerale della tua acqua (e delle preferenze personali). Se non vedete macchie d’acqua e la vostra lavastoviglie sembra asciugare i piatti in modo competente, saltatelo del tutto. Significa una cosa in meno da comprare, una bottiglia in meno che deve essere prodotta e spedita, e molta più vita acquatica non esposta a composti che l’EPA segnala come tossici. Per non parlare del minor numero di sostanze chimiche discutibili che entrano in contatto con il tuo cibo.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Il brillantante per lavastoviglie fa male?

Le preoccupazioni comuni sul brillantante includono il fatto che ricopra i tuoi piatti di schifezze e faccia male all’ambiente, o che sia totalmente inutile. Ma uno sguardo più attento rivela che non è pericoloso ed è in realtà molto utile: i tuoi piatti non saranno mai così puliti senza di esso.

Cosa succede se non si usa il brillantante nella lavastoviglie?

Se non usi il brillantante per i cicli di lavaggio, i tuoi piatti si asciugheranno comunque utilizzando il calore del ciclo di asciugatura della lavastoviglie. Tuttavia, potresti riscontrare delle macchie d’acqua che permangono troppo a lungo su ogni piatto. … Con il tempo, il mancato uso del brillantante può persino provocare graffi, segni e incisioni permanenti.

Cosa posso usare al posto del brillantante?

Basta riempire il dosatore del brillantante con un po’ di aceto bianco, o se non hai un dosatore di brillantante, metti una tazza piena di aceto nella rastrelliera inferiore quando fai il lavaggio.

È pericoloso usare troppo brillantante?

Cosa succede quando usiamo troppo brillantante? L’eccesso di brillantante per lavastoviglie può causare la formazione di schiuma, che potrebbe intasare l’uscita della lavastoviglie, il filtro e spesso influenzare la fossa settica. Inoltre, i piatti possono uscire con del grasso. Il brillantante in eccesso può creare uno strato di nuvola o di pellicola soprattutto sulla tua cristalleria.

Metti il brillantante nella lavastoviglie ogni volta?

Il brillantante aiuta a fornire un’asciugatura senza striature. La tua lavastoviglie eroga automaticamente il brillantante durante il ciclo di risciacquo. … Dovresti riempire il brillantante regolarmente (circa ogni 4 settimane), e certamente se l’indicatore del brillantante di cui sopra indica che è necessario riempirlo.

Perché la mia lavastoviglie usa molto brillantante?

Perché la mia lavastoviglie usa troppo brillantante? … Controlla il tappo del brillantante. Se l’o-ring sul tappo è danneggiato o non sigilla correttamente, potrebbe essere necessario sostituire il tappo. Se il tappo è a posto e non sei in grado di regolare o ridurre la quantità di brillantante erogata, probabilmente dovrai sostituire il gruppo erogatore.

Quanto spesso si deve mettere il brillantante nella lavastoviglie?

Quanto spesso devo riempire il brillantante? Consigliamo di riempire il dosatore del brillantante una volta al mese se usi la lavastoviglie abbastanza spesso.

Quando dovrei usare il brillantante?

Il brillantante può migliorare l’asciugatura e ridurre le macchie d’acqua e le pellicole. L’acqua si “sfoglia” sulle stoviglie invece di formare gocce d’acqua che aderiscono e lasciano macchie. Il brillantante può essere utile anche quando si usano le confezioni di detersivo per lavastoviglie. Si consiglia di utilizzare il dosatore di brillantante per erogare il brillantante.

Perché la mia lavastoviglie Bosch usa così tanto brillantante?

Se la tua lavastoviglie Bosch usa troppo brillantante, puoi regolare anche queste impostazioni. Premi il pulsante “On/Off” per modificare le impostazioni del brillantante. Tieni premuto contemporaneamente il tasto “>” e il tasto “Start/Reset”. … Tieni premuto il pulsante finché non si accende nessuna luce per spegnere il dosatore del brillantante.

Ogni quanto devo mettere il brillantante nella mia lavastoviglie?

Quanto spesso devo riempire il brillantante? Consigliamo di riempire il dosatore del brillantante una volta al mese se usi la lavastoviglie abbastanza spesso.

Su quale numero deve essere impostato il brillantante?

Impostazione del brillantante L’impostazione di fabbrica è 2 o 3; se hai problemi di asciugatura, regola l’impostazione più alta. Se ci sono anelli o macchie di calcio (acqua dura) sui piatti, prova un’impostazione più alta.

Perché la mia lavastoviglie usa così tanto brillantante?

Controlla il tappo del brillantante. Se l’o-ring sul tappo è danneggiato o non sigilla correttamente, potrebbe essere necessario sostituire il tappo. Se il tappo è a posto e non sei in grado di regolare o ridurre la quantità di brillantante erogata, probabilmente dovrai sostituire il gruppo erogatore.

Si può far funzionare una lavastoviglie Bosch senza brillantante?

“Bosch crede che le stoviglie debbano uscire pulite e asciutte, ogni volta, senza bisogno di pre-sciacquare, asciugare o lavare separatamente. La nostra nuova linea di lavastoviglie fa il lavoro sporco per voi, trasformando i vostri piatti da sporchi a puliti e notevolmente asciutti dopo ogni ciclo”.

Come fai a sapere quando il brillantante è pieno?

La lente più grande che mostra il colore del brillantante indica che il serbatoio del brillantante è pieno. Man mano che il brillantante viene usato, la lente comincerà a mostrare un colore chiaro o argento. Quando la lente più piccola mostra un colore chiaro o argento, è il momento di riempire nuovamente il dosatore con il brillantante.

Qual è il brillantante per lavastoviglie più sicuro?

L’EWG ha identificato tre brillantanti che ritiene sicuri sulla base dei dati attualmente disponibili: Il brillantante Ecover, il brillantante Seventh Generation Free and Clear e il brillantante Nature Clean. Alcune persone sostengono l’uso di aceto o perossido di idrogeno al posto del brillantante.

Articolo precedente

Dove posso vedere le tartarughe marine a San Diego?

Articolo successivo

Cosa significa Pan per il Messico?

You might be interested in …