1 Dicembre 2021
Expand search form

In cosa crede la maggior parte degli indù?

L’insegnamento fondamentale dell’Induismo, o Vedanta, è che la natura di base di un essere umano non è limitata al corpo o alla mente. Al di là di entrambi c’è lo spirito o la scintilla di Dio nell’anima.

Come è nato l’Induismo?

L’Induismo o Sanatana Dharma (“sentiero spirituale eterno”) iniziò circa 4000 anni fa in India. Era la religione di un antico popolo conosciuto come gli Ariani (“popolo nobile”) la cui filosofia, religione e costumi sono registrati nei loro testi sacri conosciuti come i Veda. Questi testi erano inizialmente tramandati a voce da maestro a studente. Fu solo molto più tardi che furono effettivamente messi per iscritto. Prove archeologiche dalla civiltà della Valle dell’Indo dell’India nord-occidentale aiutano a stabilire che l’Induismo è la più antica religione vivente del mondo. Oggi, in tutto il mondo, ci sono quasi un miliardo di persone che professano qualche aspetto dell’Induismo. Gli insegnamenti fondamentali dell’Induismo, che costituiscono il fondamento di tutte le sue diverse sette, sono contenuti nella parte conclusiva dei Veda, e sono quindi conosciuti come Vedanta (la “parte finale o conclusiva dei Veda”). Questa parte dei Veda è anche conosciuta come Upanishad.

Cosa credono e praticano gli indù?

L’insegnamento fondamentale dell’Induismo, o Vedanta, è che la natura di base di un essere umano non è limitata al corpo o alla mente. Al di là di entrambi c’è lo spirito o la scintilla di Dio nell’anima. Questo spirito è dentro di noi e anche dentro tutto ciò che vediamo. Tutti gli esseri e tutte le cose sono realmente, nella loro essenza più profonda, questo spirito puro o divino, pieno di pace, pieno di gioia e di saggezza, sempre unito a Dio. Questa non è solo teoria, ma può essere realmente sperimentata. Chiunque si prenda la briga di sottoporsi all’addestramento necessario per purificare e raffinare la mente e i sensi può iniziare a sentire la verità di questo. Questa formazione può assumere varie forme ed è conosciuta come yoga (“unione” – unione del sé individuale con questo spirito interiore).

Ci sono quattro tipi principali di yoga, destinati ai quattro principali tipi di temperamenti umani:

Karma Yoga o la disciplina delle giuste azioni è per quelli di temperamento attivo, che si sforzano di eliminare l’egoismo e di coltivare la simpatia universale vedendo la realtà divina in tutti.

Bhakti Yoga è il sentiero della devozione a Dio la cui presenza può essere sentita in tutte le cose. Dio può essere venerato come presente in un’immagine in un tempio. Dio può essere adorato anche come presente nell’umanità sofferente attraverso il servizio.

Jnana Yogapreferito da coloro che hanno una mentalità analitica, è la disciplina di cercare di vedere direttamente la realtà divina in tutte le cose, spazzando via mentalmente tutte le coperture fisiche e mentali che la nascondono.

Raja Yoga è il processo di controllo mentale, purezza e meditazione per rendere la mente molto calma e silenziosa. In quella profonda quiete, la luce divina interiore si rivela.

Quali sono le manifestazioni di Dio nell’Induismo?

Quali sono le diverse sette dell’Induismo? Il nome generale di Dio nell’Induismo è Brahman. Il nome dell’essenza divina dentro di noi è Atman. Sono la stessa cosa, infinita ed eterna. Tuttavia, Dio è anche presente in tutta la creazione. La manifestazione di Dio nella creazione ha molti nomi. È l’unico infinito, eterno, Essere Divino che si manifesta in innumerevoli modi. È come se una persona venisse chiamata contemporaneamente “padre” da suo figlio, “amico” dal suo amico, “figlio” da suo padre, “marito” da sua moglie, ecc. Ad ogni nome corrisponde una relazione speciale. Così lo stesso Signore Divino è stato chiamato Shiva, Vishnu, ecc. e come Madre Divina, Kali, Durga, ecc. Dio può anche manifestarsi come un essere straordinario in forma umana, che è poi conosciuto come un’incarnazione di Dio, come Krishna, Rama, ecc. Poiché è l’unico Dio infinito che viene guardato in modi diversi, tutte queste manifestazioni possono essere pregate per ottenere aiuto e protezione. Questo è il principio alla base di tutte le diverse sette dell’Induismo. Coloro che preferiscono una particolare manifestazione della divinità formeranno una setta dedicata alla contemplazione e al culto di quella manifestazione. Tutte le sette, comunque, accetteranno gli antichi insegnamenti dei Veda e del Vedanta come fondamento della loro pratica.

Cos’è la reincarnazione?

In questo mondo ogni causa deve avere il suo effetto. Siamo responsabili dei risultati delle nostre azioni. Molto tempo fa, gli esseri umani si chiesero per la prima volta: perché alcune persone nascono in circostanze felici, mentre altre nascono per soffrire per tutta la vita? Gli eventi di questa vita presente non sono sufficienti a spiegare tale sofferenza. Per spiegare ragionevolmente un eccesso di sofferenza o di godimento in questa vita, si è supposto che tutti noi abbiamo avuto esistenze precedenti, e che ora stiamo raccogliendo i risultati di quelle azioni precedenti. Allora deve essere anche vero che possiamo prendere in mano il nostro destino proprio ora. Possiamo creare un domani migliore decidendo di fare azioni migliori oggi. Tuttavia, finché i desideri rimangono nella mente, la tendenza alla rinascita esisterà.

Che cos’è Maya?

In questa vita non vediamo le cose molto chiaramente. Siamo costantemente di fronte a contraddizioni. Anche se sappiamo cosa è giusto, abbiamo difficoltà a farlo. I nostri pensieri salgono in alto, ma le nostre azioni non possono elevarsi al livello dei nostri pensieri. Il mondo è pieno di miseria e ingiustizia; non appena ne rimuoviamo qualcuna, sembra che altre si precipitino a prenderne il posto. I santi ci dicono, e anche noi sentiamo, che un Dio amorevole è all’opera in questa creazione, ma non possiamo conciliare questo con ciò che vediamo intorno a noi. Questa situazione complessa in cui ci troviamo è chiamata Maya.

La via d’uscita, secondo l’induismo o Vedanta, è che non vediamo il mondo in modo corretto. Se lo vedessimo correttamente, vedremmo che davanti a noi c’è solo Dio. Invece, sovrapponiamo tutto questo mondo complesso a quella realtà divina.

L’illustrazione data è quella di una corda, scambiata nella penombra per un serpente. Il serpente di questo mondo ci spaventa. Qual è la soluzione? Portate una luce e vedrete la sua vera natura. È solo una corda. Allo stesso modo, la vera natura o essenza di questo mondo è solo la divinità. Portate la luce della saggezza spirituale attraverso lo yoga e vedrete Dio dappertutto. Questo è ciò che costituisce la libertà spirituale o liberazione, Moksha. Quando sorge questa conoscenza, c’è una completa soddisfazione; nessun desiderio rimane nella mente, e nessun ulteriore impulso di rinascita rimane.

Quale codice di comportamento seguono gli indù?

Il codice di comportamento è il proprio dharma. Questo è determinato dal posto nella società e dai doveri associati ad esso. Ci sono quattro posizioni sociali principali o varna; Brahmins (sacerdoti e insegnanti) Kshatriyas (governanti e soldati), Vaishyas (commercianti) e Shudras (lavoratori).

Ci sono quattro stadi ideali di vita descritti nelle scritture indù: lo studente, il padre di famiglia, il recluso e il santo errante. Per la maggior parte degli indù questi rappresentano un percorso metaforico, non un percorso reale.

Cosa sono i testi sacri indù?

Gli antichi testi sacri indù sono stati scritti in sanscrito, la lingua dell’antica India. I Vedas sono i più antichi – hanno circa 3000 anni. Sono una collezione di inni, preghiere e incantesimi. Il Upanishad sono storie e parabole raccontate dai guru (insegnanti) ai loro studenti Il Mahabharata è la storia di una guerra tra due famiglie reali. Il Bhagavad Gita è una parte molto popolare di questo testo. Il Ramayana è la storia del dio Rama e del salvataggio di sua moglie Sita da Ravana, il malvagio re dei demoni.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Quali sono le principali credenze indù?

Ecco alcune delle principali credenze condivise tra gli indù:La verità è eterna. … Brahman è verità e realtà. … I Veda sono la massima autorità. … Tutti dovrebbero sforzarsi di raggiungere il dharma. … Le anime individuali sono immortali. … L’obiettivo dell’anima individuale è il moksha.

Quali sono le 5 credenze indù?

Sono dharma, kama, artha e moksha. Queste forniscono agli indù la possibilità di agire moralmente ed eticamente e di condurre una buona vita. Durante la loro vita, gli indù cercano di porre fine al ciclo del samsara e di comportarsi in modo da fornire un buon karma in questa vita e nella prossima.

Quali sono 3 cose in cui credono gli indù?

Gli indù credono nelle dottrine del samsara (il ciclo continuo di vita, morte e reincarnazione) e del karma (la legge universale di causa ed effetto). Uno dei pensieri chiave dell’induismo è “atman”, o la credenza nell’anima. Questa filosofia sostiene che le creature viventi hanno un’anima, e sono tutte parte dell’anima suprema.

Quali sono le 7 credenze indù?

Questo articolo spiega i concetti indù di Atman, Dharma, Varna, Karma, Samsara, Purushartha, Moksha, Brahman, Bhagavan e Ishvara.

L’Induismo crede nel paradiso?

Gli indù credono nel paradiso o nell’inferno? Poiché gli indù credono nel karma e nella reincarnazione, il concetto di paradiso e inferno come mondi di gloria o dannazione eterna non esiste nell’induismo. Gli indù inoltre non attribuiscono il concetto di Satana o diavolo che è in eterna opposizione a Dio o alla Realtà Ultima.

Cosa non è permesso nell’induismo?

La carne di manzo è sempre evitata perché la mucca è considerata un animale sacro, ma i latticini vengono mangiati. I grassi di derivazione animale come lo strutto e la colatura non sono permessi. Alcuni indù non mangiano ghee, latte, cipolle, uova, cocco, aglio, pollame domestico o maiale salato. L’alcol è generalmente evitato.

Qual è la religione più antica del mondo?

Induismo
La parola Hindu è un esonimo, e mentre l’Induismo è stato chiamato la più antica religione del mondo, molti praticanti si riferiscono alla loro religione come Sanātana Dharma (sanscrito: सनातन धर्म, lit.

Quale religione è migliore nel mondo?

Aderenti nel 2020ReligioneAderentiPercentualeCristianesimo2,382 miliardi31,11%Islam1,907 miliardi24,9%Secolare/Nonreligioso/Agnostico/Ateo1,193 miliardi15,58%Induismo1,161 miliardi15,16%18 altre righe

Dove va l’anima dopo la morte indù?

Gli indù credono che il corpo sia un contenitore temporaneo per un’anima immortale nel regno mortale. Quando moriamo, il nostro corpo fisico perisce, ma la nostra anima continua a vivere. L’anima continua il suo viaggio di nascita, morte e rinascita, in perpetuo fino alla liberazione finale.

Possiamo andare in paradiso con i tatuaggi?

Se conosci ciò che la Bibbia insegna su ciò che porta una persona in Paradiso; avere tatuaggi non ti squalifica dall’andare in Paradiso. La Bibbia lo proibisce fortemente, e inoltre può anche causare alcuni problemi di pelle in futuro. … In Paradiso, avremo un corpo glorificato e incorruttibile che è perfetto senza peccato.

Quale religione è la migliore?

Aderenti nel 2020ReligioneAderentiPercentualeCristianesimo2,382 miliardi31,11%Islam1,907 miliardi24,9%Secolare/Nonreligioso/Agnostico/Ateo1,193 miliardi15,58%Induismo1,161 miliardi15,16%18 altre righe

Quante mogli può avere un uomo indù?

L’Hindu Marriage Act del 1955 È illegale per un uomo avere più di una moglie. L’Islam è un’altra religione seguita da un gran numero di persone in India e anch’essa ha le sue leggi.

Mangiare pollo è un peccato nell’induismo?

Molti indù seguono una dieta latto-vegetariana che credono sia in sincronia con la natura, compassionevole, rispettosa delle altre forme di vita. La dieta degli indù non vegetariani può includere pesce, pollame e carne rossa (principalmente agnello e capra, ma occasionalmente maiale e cinghiale) oltre a uova e latticini.

Quale religione è più potente nel mondo?

Gruppi religiosi più grandiReligioneSeguaci (miliardi)FondataCristianesimo2,4Medio OrienteIslam1,9Arabia (Medio Oriente), 7° secoloInduismo1,2Subcontinente indianoBuddhismo0,5Subcontinente indiano1 più fila

Quale religione è più potente?

Principali gruppi religiosiReligioneSeguaci (miliardi)FondataCristianesimo2,4Medio OrienteIslam1,9Arabia (Medio Oriente), 7° secoloInduismo1,2Subcontinente indianoBuddhismo0,5Subcontinente indiano1 più fila

Articolo precedente

Qual è il gabinetto esterno in Inghilterra?

Articolo successivo

Perché il piriforme è chiamato muscolo chiave della regione glutea?

You might be interested in …