13 Novembre 2021
Expand search form

La menta piperita è facile da coltivare?

menta piperita 1

Quasi tutti hanno sentito parlare della menta piperita. È l’aroma che usano nel dentifricio e nelle gomme da masticare, vero? Sì, lo è, ma una pianta di menta piperita nel vostro giardino di casa può offrirvi molto di più. Imparare a coltivare la menta piperita è facile, ma prima di addentrarci nella coltivazione della menta piperita, impariamo qualcosa sulla pianta stessa.

La menta piperita (Mentha x piperita) fu coltivata per la prima volta nel 1750 vicino a Londra, in Inghilterra, come un ibrido sperimentale tra la menta acquatica e la menta romana. Il fatto che ora si possa trovare la menta piperita che cresce naturalmente quasi ovunque nel mondo è una testimonianza non solo della sua adattabilità, ma anche un’indicazione delle sue qualità medicinali. Una volta che i nostri antenati, o più probabilmente le nostre madri, impararono come usare la pianta di menta piperita, la portarono ovunque si trasferirono o visitarono, dove alcuni, senza dubbio, furono lasciati con nuovi amici.

Pianta e cura della menta piperita

Anche se la cura della menta piperita è un po’ più complessa del semplice metterla in terra, non è certamente intricata. Prima di tutto, questa pianta ha bisogno di molta acqua e si trova spesso naturalizzata vicino a ruscelli e stagni dove il terreno è ricco e il drenaggio è buono. Non tollera condizioni di siccità. Mentre il sole parziale è sufficiente per la menta piperita, piantarla in pieno sole aumenterà la potenza dei suoi oli e delle sue qualità medicinali.

Anche se non è così invasiva come alcune delle sue parenti menta, nessuna istruzione su come coltivare la menta piperita sarebbe completa senza menzionare la sua tendenza a diffondersi. Per questo motivo, molti giardinieri preferiscono coltivare la menta piperita in contenitori. Altri la coltivano nel terreno con un bordo di legno o di plastica sepolto intorno all’aiuola per prevenire la diffusione delle radici. Qualunque sia il metodo scelto, una buona cura della menta piperita comprende lo spostamento delle piante in una nuova posizione ogni tre o quattro anni. Tendono a indebolirsi e a diventare sottili se lasciate nello stesso posto per troppo tempo.

Ci sono due varietà principali coltivate di questa erba aromatica: nera e bianca. La menta piperita nera ha foglie e steli verde porpora intenso e un maggiore contenuto di olio. La bianca è in realtà verde chiaro e ha un sapore più delicato. Entrambe sono adeguate per coltivare la menta piperita in casa.

Come usare la pianta di menta piperita

Puoi tenere una pianta di menta piperita semplicemente per le sue deliziose foglie a dente di sega e i fiori delicati o per la fragranza speziata rilasciata quando le foglie vengono schiacciate tra le dita. Tuttavia, una volta che si impara a usare la pianta di menta piperita per scopi medicinali, si può diventare un fan ancora più grande.

All’interno della comunità farmaceutica, molti rimedi casalinghi sono stati liquidati come vecchie favole, ma una recente ricerca universitaria ha rivelato che molte delle raccomandazioni della nostra nonna su come usare la pianta di menta piperita erano davvero accurate ed efficaci. Ecco alcuni fatti provati:

  • Digestione – La menta piperita è buona per l’indigestione e il gonfiore. Come erba carminativa, la menta piperita ha la capacità di espellere il gas dallo stomaco e dall’intestino rilassando i muscoli coinvolti. È stata anche usata per trattare con successo la sindrome dell’intestino irritabile (IBS). Non dovrebbe, tuttavia, essere usata per il trattamento della malattia da reflusso gastrointestinale (GERD) perché potrebbe rilassare ulteriormente i muscoli che impediscono il riflusso degli acidi dello stomaco peggiorando così il problema.
  • Raffreddore e influenza – La menta piperita è un decongestionante naturale. Uno dei principi attivi dell’erba è il mentolo, che fluidifica il muco e quindi scioglie il catarro e riduce la tosse. È lenitivo per il mal di gola.
  • Diabete di tipo II – I risultati dei test in provetta mostrano che la menta piperita può aiutare ad abbassare lo zucchero nel sangue e può rivelarsi utile per i pazienti con diabete lieve o pre-diabetico. Questo viene con una parola di avvertimento. Se combinata con i farmaci, può provocare ipoglicemia (basso livello di zucchero nel sangue).
  • Pressione sanguigna – I risultati sono simili a quelli della glicemia e si applicano le stesse precauzioni.

Sarebbe negligente se non menzionassimo alcune preoccupazioni nella cura della salute degli oli e degli estratti di menta piperita. Alcune di queste includono le seguenti:

  • La menta piperita può peggiorare i calcoli biliari.
  • Grandi dosi di olio di menta piperita possono essere fatali e qualsiasi quantità usata sulle mani o sul viso di un neonato o bambino può causare spasmi respiratori che possono portare alla morte.
  • Anche se probabilmente sicuro da usare, non sono stati fatti studi definitivi sull’effetto della menta piperita sulla gravidanza.
  • Infine, non prendere MAI la menta piperita con un immunosoppressore.

Come con tutte le erbe, ci possono essere effetti collaterali imprevisti o interazioni con altri integratori o farmaci e qualsiasi uso regolare dovrebbe essere discusso con il vostro fornitore di assistenza sanitaria.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Quanto velocemente cresce la menta piperita?

Tasso di crescita della menta piperita La menta piperita cresce da una talea radicata a una pianta che riempie un vaso da 4 pollici in circa quattro settimane. Entro altre quattro settimane, deve essere trapiantata nel terreno o in un vaso più grande. Crescendo a 4 pollici al mese, una singola pianta si estenderà fino a 2 piedi in circa sei mesi.

Dove cresce meglio la menta piperita?

Le mentine sono piante perenni vigorose che prosperano in un terreno leggero con un buon drenaggio. Idealmente, preferiscono un sito umido ma ben drenato, qualcosa come il loro habitat nativo lungo le rive dei fiumi. La maggior parte crescerà al sole o all’ombra parziale; i tipi variegati possono richiedere una certa protezione dal sole diretto.

Le piante di menta piperita hanno bisogno di pieno sole?

Prima di tutto, questa pianta ha bisogno di molta acqua e si trova spesso naturalizzata presso ruscelli e stagni dove il terreno è ricco e il drenaggio è buono. … Mentre il sole parziale è sufficiente per la menta piperita, piantarla in pieno sole aumenterà la potenza dei suoi oli e delle sue qualità medicinali.

La menta piperita torna ogni anno?

La menta è resistente al gelo. Di solito muore in inverno, ma ritorna in primavera. Poiché la menta tende a prendere il sopravvento, molti giardinieri piantano la menta in un piccolo vaso e poi lo piantano nel terreno o in un contenitore più grande.

Le piante di menta piperita tengono lontani gli insetti?

La natura pungente della menta dissuade gli insetti dal fare della vostra casa la loro casa. Parassiti come formiche, zanzare e topi eviteranno le piante di menta quando possibile, e può anche aiutare con altre minacce come scarafaggi, ragni e mosche.

Quanto spesso annaffiate le piante di menta?

Di solito la menta in vaso va annaffiata una volta ogni 3 giorni in primavera ed estate. Aumenta l’annaffiatura se la tua menta comincia ad appassire o se il primo centimetro del terriccio si sta asciugando, piuttosto che rimanere uniformemente umido.

Perché gli insetti odiano la menta piperita?

Gli insetti odiano la menta piperita. Infatti, la cimice del bastone usa una sostanza lattiginosa che può emettere da dietro la testa e che riempie l’aria con il profumo della menta piperita. L’insetto lo usa per combattere i predatori, poiché l’odore è un irritante insopportabile per la maggior parte degli insetti.

Cosa tengono lontano le piante di menta piperita?

La menta è un altro esempio di un’ottima erba da cucina che tiene lontani i parassiti. Il mentolo, l’ingrediente attivo della menta, agisce come pesticida per le larve di zanzara e gli acari. Respinge anche formiche e ragni. La menta ottiene punti bonus anche per tenere lontani i topi.

Quanto diventano grandi le piante di menta piperita?

Le piante di menta piperita possono crescere fino a un metro di altezza e due di larghezza a maturità, a seconda delle condizioni di crescita. Il più delle volte, le piante raggiungono un’altezza di uno o due piedi. Gli steli sono di solito rossi e lisci, anche se alcune cultivar hanno steli verdi e pelosi.

Perché la mia pianta di menta continua a morire?

Una pianta di menta che muore di solito è dovuta a un’annaffiatura insufficiente o a una menta piantata in un vaso troppo piccolo e quindi con umidità e sostanze nutritive limitate. Se la tua menta sta appassendo e diventa marrone, è probabile che sia a causa di un terreno asciutto e di un’annaffiatura insufficiente.

Le piante di menta piperita tengono lontani i ragni?

Posizionare piante di menta piperita in luoghi strategici all’interno e all’esterno della vostra casa può anche aiutare a respingere i ragni. Puoi anche provare a spargere foglie di menta piperita in luoghi invasi dai ragni.

Gli insetti odiano la menta piperita?

Tenere lontani gli insetti con l’olio di menta piperita. … Gli insetti odiano la menta piperita. Infatti, l’insetto bastone utilizza una sostanza lattiginosa che può emettere da dietro la testa che riempie l’aria con il profumo di menta piperita. L’insetto lo usa per combattere i predatori, poiché il profumo è un irritante insopportabile per la maggior parte degli insetti.

Quanto spesso devo innaffiare la mia pianta di menta piperita?

Innaffia la menta in vaso 2 o 3 volte a settimana e aumenta l’annaffiatura se il centimetro superiore del terreno comincia a sembrare secco. Innaffia una volta al giorno al mattino per i semi e le piantine emergenti. Quando le piantine maturano, annaffiare ogni 2 giorni.

Che aspetto ha una pianta di menta morente?

Se la tua menta sta appassendo e diventa marrone, è probabile che sia a causa del terreno asciutto e dell’irrigazione insufficiente. Le piante di menta con foglie gialle e un aspetto cadente stanno morendo a causa di un marciume radicale causato da annaffiature eccessive, terreni a lento drenaggio o vasi senza un buon drenaggio.

Come faccio a rendere la mia pianta di menta cespugliosa?

Cospargete il terreno con un po’ di fertilizzante a rilascio graduale, se volete. Innaffia bene le piante. Infine, posizionando le dita come le mie nella foto a sinistra, pizzica le prime due o quattro foglie di ogni pianta. Questo farà sì che la menta si ramifichi e diventi cespugliosa.

Articolo precedente

Come si eseguono le protesi al seno?

Articolo successivo

L’uva è ricca di calorie e carboidrati?

You might be interested in …

Cosa significa decimo?

Etimologia: Da . L’inglese antico aveva teoþa (origine dell’inglese moderno tithe), ma la forza dell’analogia con il numero cardinale “dieci” indusse i parlanti dell’inglese medio a ricreare l’ordinale regolare e a reinserire la consonante nasale. […]