5 Dicembre 2021
Expand search form

Le bacche di ginepro della California sono commestibili?

Le varie specie di ginepro crescono come arbusti e piccoli alberi in tutto il Nord America e nel Medio Oriente. I coni dei semi assomigliano a bacche e la maggior parte sono commestibili. Tutte le specie di ginepro coltivano bacche, ma alcune sono considerate troppo amare per essere mangiate. Molte hanno anche proprietà medicinali.

(Nota dell’editore: questo articolo è stato originariamente pubblicato il 13 febbraio 2008. I tuoi commenti sono benvenuti, ma tieni presente che gli autori di articoli pubblicati in precedenza potrebbero non essere in grado di rispondere prontamente a nuove domande o commenti).

Oltre a J. communis, altre specie commestibili includono J. drupacea (ginepro siriano), J. oxycedrus (ginepro pungente), J. phoenicea (ginepro fenicio), J. deppeana (ginepro selvatico o ginepro alligatore che lascia cadere le sue bacche cerose), J. virginiana (cedro rosso orientale o ginepro del cedro rosso) e J. californica (ginepro della California). [1]

ImmagineLe bacche di alcune specie non dovrebbero essere mangiate, quindi l’identificazione è importante. Le bacche di Juniperus monosperma (ginepro monosperma) sono piuttosto sgradevoli. Questo ginepro bluastro, simile a un albero, è usato nella paesaggistica e assomiglia un po’ a un arborvitae. Le bacche di J. sabina (ginepro Savin), sono tossiche e il consumo è sconsigliato. [2] Se l’arbusto è un aghifoglie sempreverde con bacche rosse, è un tasso, e le sue bacche potrebbero causare una morte orribile.

Le bacche sono verdastre il primo anno e viola bluastro a maturazione il secondo anno. Hanno un sapore migliore alla fine del secondo anno e sono ancora più dolci nella primavera del terzo anno quando sono più dolci. Ad alcune persone piace mangiarle crude, mentre altre le trovano di cattivo gusto.

Usi culinari

Ho sentito parlare per la prima volta dell’uso delle bacche di ginepro quando un amico mi ha dato della carne di cervo e ho deciso di fare una salsiccia di cervo. La ricetta più gustosa prevedeva l’uso di bacche di ginepro per tagliare il gusto “selvatico”. Da allora ho scoperto un intero elenco di ricette che utilizzano le bacche.

L’uso alimentare primario delle bacche di ginepro è come condimento e può essere usato per insaporire lo stufato o la carne. Alcuni indiani le hanno essiccate per l’uso invernale, macinandole in una poltiglia e formando delle torte. Le bacche sono state arrostite e macinate per essere usate come sostituto del caffè. Inoltre, le foglie di ginepro possono essere usate per aggiungere un sapore affumicato al pesce alla griglia.

Le bacche di ginepro svolgono un ruolo abbastanza unico, contribuendo al carattere del cibo non solo attraverso il loro profilo di gusto specifico, ma anche attraverso la loro capacità di “rinfrescare”. Oltre ad insaporire un piatto, il ginepro taglia la selvaggina, riduce l’effetto grasso di anatra e maiale e ravviva un ripieno di pane. [3]

Bacche di ginepro secche

Immagine

Il sapore corposo del ginepro si sposa bene con i sapori forti del mkeat rosso e della selvaggina. Costolette di maiale, cosciotto di agnello arrosto, vitello, coniglio, cervo e cinghiale sono tutti ravvivati da una nota di ginepro. Sei bacche di ginepro per libbra di carne sono eccellenti con alci, cervi o conigli e pollame. Le bacche di ginepro si mescolano bene con altre erbe e spezie, specialmente timo, salvia, origano, maggiorana, alloro, pimento, cipolla e aglio. [4]

In Svezia, le bacche di ginepro condiscono paté e salse. Il gulasch e i crauti hanno spesso un sapore di ginepro, così come alcune carni affettate in casa come il manzo salato, il maiale salato e il prosciutto. In generale il ginepro è una buona aggiunta a qualsiasi piatto che richieda alcol. Anche i piatti di frutta, come le crostate di mele e le pesche in salamoia, si armonizzano con questo sapore. [5]

Nel 1500, un farmacista olandese creò un “nuovo” diuretico economico usando la bacca di ginepro. Chiamò il nuovo prodotto gin. La bevanda prese piede (per altri motivi) e ancora oggi la bacca di ginepro dà al gin il suo sapore caratteristico e ben noto. [6]

Usi medicinali

Le bacche erano usate dagli erboristi nel Medioevo per prevenire le infezioni ed evitare le malattie contagiose. Coloro che curavano le persone durante la peste nera di solito tenevano alcune bacche in bocca formando una barriera antisettica. Un forte tè di bacche veniva usato come disinfettante per aghi e bende. [6] Immagine

I Cree chiamavano il ginepro Ka-Ka-Kau-mini e facevano un cataplasma per le ferite con la corteccia interna. J. horizontalis è chiamato sik-si-nou-koo (oggetti rotondi neri) dai Piedi Neri. Molte tribù indiane credevano che se una donna prendeva un tè quotidiano fatto con cinque bacche di ginepro, non sarebbe rimasta incinta.

Un linimento era fatto dai Piedi Neri per rimediare al mal di schiena mettendo in infusione radice di ginepro e foglie di pioppo. Usavano anche un’infusione della radice come tonico generale. La gente beveva tè di bacche di ginepro per il mal di gola, il raffreddore e la tubercolosi. Gli Inipiat usavano un tè di bacche e ramoscelli per i problemi respiratori. Un “incenso” degli aghi è stato spesso bruciato per purificare una casa, scacciando le malattie infettive.[6]L’estratto di olio di ginepro è stato usato come applicazione esterna per le articolazioni rigide, ma dovrebbe essere diluito con altri oli (ad esempio olio di oliva o di mandorle) perché può causare vesciche. [7]

Il ginepro è ben noto agli erboristi di oggi come un eccellente diuretico, che pulisce i reni e la vescica. È particolarmente efficace per dissolvere i calcoli renali. L’olio di ginepro può essere irritante per i reni se sono deboli. Per evitare questo, il ginepro è di solito usato con un demulcente come la radice di altea. Le bacche di ginepro possono essere usate per trattare problemi digestivi. Le bacche sono note per stimolare la produzione di acido cloridrico nello stomaco. Le bacche di ginepro sono state usate anche per espellere il gas. [7]

Immagine

Altri usi

Le bacche e le radici di ginepro possono essere usate per fare coloranti marroni e viola. I Piedi Neri usavano rami di ginepro per pavimentare le loro capanne del sudore e per pavimentare la capanna della Danza del Sole. Alcuni orgogliosi nativi americani proprietari di cavalli facevano il bagno ai loro cavalli nell’acqua in cui era stata immersa la radice di ginepro. Questo avrebbe fatto brillare il crine del cavallo. Un decotto di rami di ginepro è un risciacquo antiforfora.

Le perle nere possono essere fatte dalle bacche di ginepro con questo metodo tradizionale. Dopo aver raccolto una discreta quantità di bacche, si infilano su una piccola scheggia di legno e si lasciano asciugare. Dopo che si sono asciugate, si versa del grasso sul fuoco e si affumicano le bacche secche nel fumo denso, facendo diventare le bacche nere. Lucidare e incordare le perle intervallando con perle di salice lupo.

Per una pianta abbastanza versatile da offrire parti commestibili, per fornire materiali artigianali e per essere piacevole alla vista, prova i ginepri nel TUO giardino!

Grazie a Xenomprf, Evert, Kennedyh e palmbob per l’uso delle loro foto in Plantfiles!

[2]Grieve, M. (1984). Un’erba moderna. Penguin. ISBN 0-14-046440-9

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Come puoi dire se una bacca di ginepro è commestibile?

Cerca una pianta con bacche che sembrano blu in questa zona aperta e soleggiata. Le bacche sono un po’ più piccole dei normali mirtilli e crescono alle estremità dei rami. Sentirai un aroma di pino che è molto forte quando ti avvicini alla pianta di ginepro. Sono appese in grappoli.

Quali bacche di ginepro non sono commestibili?

NOTA: Le bacche di Juniperus sabina e Juniperus oxycedrus non sono sicure per il consumo umano e dovrebbero essere evitate.

Si possono mangiare le bacche di ginepro?

Sì, le bacche di ginepro sono commestibili. … Le bacche di ginepro sono ciò che dà al gin martini il suo sapore unico. Mentre il gin è stato un intossicante popolare per oltre 300 anni nella cultura occidentale, le bacche di ginepro sono state effettivamente utilizzate in medicina dal 16° secolo.

Tutti i ginepri sono commestibili?

Tutte le specie di ginepro producono bacche, ma alcune sono considerate troppo amare da mangiare. Oltre a J. communis, altre specie commestibili includono Juniperus drupacea, Juniperus phoenicea, Juniperus deppeana e Juniperus californica.

Le bacche di ginepro fanno bene?

Le bacche di ginepro sono ricche di vitamina C, antiossidanti flavonoidi, monoterpeni e cumarine, che possono offrire vari benefici per la salute.

I ginepri sono velenosi per i cani?

RISPOSTA: L’Università della California – Davis elenca i Juniperus (Ginepri) nella loro lista di piante da giardino sicure e velenose come aventi una tossicità minore (classe 2) per animali domestici e bambini. Questa classificazione significa che l’ingestione di queste piante può causare malattie minori come vomito o diarrea.

A cosa servono le bacche di ginepro?

Le bacche di ginepro o l’estratto della pianta è stato tradizionalmente usato come diuretico, anti-artrite, anti-diabete, antisettico e per il trattamento di disturbi gastrointestinali e autoimmuni.

I ginepri sono velenosi?

A. Possibilmente mai. Delle circa 40 specie di ginepro, un piccolo numero è velenoso e la maggior parte ha frutti amari. Solo alcune producono bacche commestibili (in realtà coni modificati) e solo una è abitualmente usata per aromatizzare.

Quante bacche di ginepro si possono mangiare al giorno?

La maggior parte delle etichette degli integratori di bacche di ginepro raccomandano di prenderne 1-6 grammi al giorno, divisi in più dosi. Questi integratori non sono appropriati per i bambini e dovrebbero essere evitati dalle donne che sono incinte, poiché le bacche di ginepro sono considerate stimolanti uterine e possono causare aborto spontaneo in dosi elevate (23).

Il tè al ginepro è sicuro da bere?

Il ginepro è POSSIBILMENTE SICURO per la maggior parte degli adulti se assunto per bocca in quantità medicinali a breve termine, se inalato in modo appropriato come vapore, o se applicato sulla pelle in piccole aree.

I ginepri di Hollywood sono velenosi?

L’Università della California – Davis elenca Juniperus (Ginepri) nella loro lista di piante da giardino sicure e velenose come aventi una tossicità minore (classe 2) per animali domestici e bambini. Questa classificazione significa che l’ingestione di queste piante può causare malattie minori come vomito o diarrea.

Le bacche di ginepro fanno ammalare i cani?

Le parti tossiche del ginepro “Blue Star” sono le bacche, gli aghi e gli steli. … Questo significa che possiedono una tossicità minore che molto probabilmente non ucciderà il tuo cane, ma lo farà ammalare se ingerisce le parti della pianta. Vomito e diarrea sono i sintomi dell’ingestione.

Le bacche di ginepro fanno venire sonno?

Le bacche di ginepro aiutano a promuovere il rilassamento e a migliorare l’umore nei momenti di stress. È anche utile se si soffre di ansia perché contiene effetti calmanti grazie al suo aroma calmante.

Per cosa sono buone le bacche di ginepro?

Le bacche di ginepro o l’estratto della pianta è stato tradizionalmente usato come diuretico, anti-artrite, anti-diabete, antisettico e per il trattamento di disturbi gastrointestinali e autoimmuni.

I ginepri sono velenosi per l’uomo?

Delle circa 40 specie di ginepro, un piccolo numero è velenoso e la maggior parte ha frutti amari. Solo alcune producono bacche commestibili (in realtà coni modificati) e solo una è abitualmente usata per aromatizzare. Il ginepro aromatizzante, meglio conosciuto per il suo contributo al gin, è il ginepro comune, Juniperus communis.

Articolo precedente

Qual è il miglior fogger per le pulci in casa?

Articolo successivo

Devo lasciar fiorire il mio rosmarino?

You might be interested in …