2 Dicembre 2021
Expand search form

Perché il salmone selvaggio è migliore?

Come avrete capito, solo il salmone selvaggio viene catturato nelle acque incontaminate di oceani e fiumi, a seconda della regione e del periodo dell’anno. In questo ambiente naturale, i pesci nuotano quanto vorrebbero e vivono una vita complessivamente più sana prima di essere catturati all’amo o in una rete.

orso di Kodiak nel fiume che mangia salmone

Curiosità: il salmone selvaggio è “anadromo

I salmoni selvatici sono anadromi. Alla fine del loro ciclo vitale ritornano nella zona in cui le loro uova sono state covate per la prima volta, dopo aver trascorso da due a tre anni nell’oceano per prepararsi al lungo viaggio verso casa. Questo fenomeno naturale e sorprendente è parte di ciò che rende i pesci selvatici così deliziosi e sani; mangiano molto durante questo viaggio, accumulando sia proteine che grasso. Foto di Mark Titus.

Come vivono i salmoni d’allevamento

Nel frattempo, i salmoni d’allevamento vivono all’interno di recinti chiusi sommersi in laghi, stagni, o anche aree nell’oceano (come si è visto al largo della costa dello stato di Washington) e anche in alcune grandi vasche a terra. Sfortunatamente, questi recinti per pesci possono essere piccoli e molto affollati, costringendo i salmoni ad alterare il loro istinto naturale di nuotare per lunghe distanze. Senza una fonte di cibo naturale di organismi più piccoli, i pesci d’allevamento vengono nutriti con una dieta elaborata di mangimi grassi e altamente proteici, spesso sintetici. Il sovraffollamento nei recinti può portare non solo a una qualità di vita inferiore per i pesci d’allevamento, ma anche a una maggiore prevalenza di malattie, una rarità per gli stock selvatici.

Differenze nel valore nutrizionale

Le differenze nella dieta e nella vita del salmone selvatico rispetto a quello d’allevamento portano a differenze nella qualità del pesce, così come nel valore nutrizionale che possiede.

Per esempio, i salmoni selvatici sono mangiatori opportunisti. Mangiano di tutto, dallo zooplancton ai gamberi e alle aringhe, comprese alcune cose che rendono il salmone selvaggio rosso. I salmoni d’allevamento sono alimentati con un mangime per pesci lavorato. Le differenze nelle loro diete fanno una differenza nella salute del pesce – che influisce direttamente sulla salute del consumatore – in quanto è correlata al valore nutrizionale.

pescatore con salmone sockeye in mano

Composizione nutrizionale del salmone d’allevamento

C’è più grasso nel salmone d’allevamento che nel salmone selvaggio. Ancora più importante, quel grasso contiene meno acidi grassi omega 3 salutari del grasso nel salmone selvatico. I salmoni d’allevamento sono ingrassati intenzionalmente e quindi spesso accumulano più PCB (policlorobifenili), che è un tipo di inquinante organico persistente. Spesso, il mangime aumenta i livelli di omega-6 nel salmone d’allevamento, un grasso meno sano per i consumatori.

Gli inquinanti organici persistenti, come i PCB che si trovano nel grasso del pesce d’allevamento, possono influenzare direttamente la nostra salute. Questi inquinanti sono stati collegati a diverse malattie, tra cui il diabete di tipo 2 e l’obesità. Più in generale, essendo un alimento allevato con mangimi lavorati, il salmone d’allevamento contiene livelli più alti di molti altri inquinanti persistenti.

Salmone selvaggio – un’opzione più sana

Il salmone selvaggio segue una dieta più naturale, il che fa sì che ci siano meno PCB nei filetti e nelle porzioni che mangiamo come consumatori. Chiunque abbia provato a tenere in mano un salmone vivo di sette libbre sa che è un animale di muscoli puri! È il loro stile di vita di nuoto a lunga distanza, che lascia il salmone selvaggio con meno grasso, e quindi meno calorie. Il contenuto proteico di una porzione di salmone d’allevamento è simile a quello di un pesce selvatico, ma il pesce selvatico ha meno calorie ed è più ricco di vitamine e minerali come potassio, zinco e calcio.

Capire i contaminanti nel salmone

Sappiamo che molti dei nostri clienti di Wild for Salmon sono interessati ad acquistare frutti di mare di qualità perché si preoccupano della loro salute. Vendiamo esclusivamente salmone selvaggio perché il salmone d’allevamento è tipicamente più ricco di contaminanti.

Un allevamento di pesce densamente imballato spesso genera molti germi e malattie. Così tanti salmoni stipati in piccoli allevamenti fanno sì che si accumulino escrementi e cibo non consumato, aumentando il potenziale di diffusione di parassiti e malattie. Inoltre, gli studi dimostrano che i pesci d’allevamento hanno generalmente più contaminanti nella carne rispetto al salmone selvatico. Il tessuto più grasso del pesce d’allevamento fornisce più “spazio” per i contaminanti da includere nella carne.

Anche se il livello di contaminanti è stato dichiarato inferiore ai livelli approvati dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti, supera i livelli considerati sicuri “per il consumo frequente” dall’Agenzia per la protezione dell’ambiente. Altre ricerche hanno suggerito che i bambini e le donne incinte dovrebbero scegliere il salmone selvaggio per una salute ottimale, a causa delle preoccupazioni per i contaminanti.

Il salmone selvaggio è una delle ultime fonti alimentari veramente naturali sulla terra. Il salmone selvaggio di solito non ha gli stessi problemi con i contaminanti. Queste specie di salmone selvatico hanno aree molto grandi in cui vivere e nuotare (oceani interi!), sopravvivono con molti alimenti naturali e hanno molto spazio tra i pesci (il che riduce il potenziale di parassiti e malattie).

Conoscevi questo fatto sul colore rosso del salmone?

salmone sockeye di colore rosso

Infine, poiché le tonalità più scure del rosso sono riconosciute come un segno di buona qualità, molti allevatori di salmone aggiungono sostanze chimiche alla dieta dei pesci d’allevamento per creare un prodotto che corrisponda al pesce naturale. In altre parole, i salmoni d’allevamento sono spesso letteralmente tinti di rosa perché la loro fonte di cibo non ha l’antiossidante naturale astaxantina, come fa la dieta della sua controparte selvatica

Altre preoccupazioni sugli allevamenti di salmone

Purtroppo, in alcuni allevamenti di salmone, i guai e le delusioni continuano. Alcuni allevatori danno ai salmoni antibiotici e farmaci per animali per mantenerli in buona salute e aumentarne le dimensioni e la redditività. Ci sono molte preoccupazioni sull’uso degli antibiotici negli allevamenti, e la ricerca non riguarda solo gli animali terrestri.

Il salmone selvaggio ha un’esposizione minima o nulla a questi farmaci animali. Il salmone selvaggio è l’opzione più sicura per coloro che sono preoccupati di ingerire farmaci animali e le altre preoccupazioni per la salute che derivano dal mangiare pesce che è stato allevato con antibiotici. Veramente una proteina naturale e non adulterata, il salmone selvaggio è una grande aggiunta a qualsiasi dieta.

Impatto ambientale del salmone d’allevamento rispetto al salmone selvaggio

Capiamo anche che molti dei nostri clienti di Wild for Salmon votano con la forchetta e che una mentalità ambientalista influenza il loro modo di comprare i frutti di mare. Nel caso del salmone, crediamo che il salmone selvaggio sia la scelta migliore per l’ambiente.

– I salmoni d’allevamento mangiano principalmente il mangime e l’olio di pesci più piccoli catturati in natura, il che fa sì che più pesci vengano rimossi dall’oceano nel complesso e contribuisce alla tensione ambientale.
– I salmoni d’allevamento sono specie di salmone atlantico, ma sono spesso allevati in acque che ospitano salmoni del Pacifico (è il caso dello stato di Washington). Se i salmoni d’allevamento scappano dagli allevamenti, possono sconvolgere l’ecosistema minacciando di diffondere agenti patogeni, come i pidocchi di mare, alla popolazione di salmone selvatico naturalmente sana.

Nel frattempo, i salmoni selvaggi si inseriscono e contribuiscono al loro ecosistema naturale e non aumentano l’inquinamento ambientale. Come partecipanti e amministratori della corsa del salmone di Bristol Bay, la più grande e ultima fonte di salmone completamente selvaggio nel mondo, noi di Wild for Salmon catturiamo il nostro pesce in modo sostenibile. Diamo ai nostri clienti le scelte alimentari più sane disponibili quando si tratta di mangiare salmone, e speriamo che vi unirete a noi nel gustare il salmone selvaggio!

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Perché il salmone selvatico è migliore?

Il salmone pescato in natura conferisce un sapore di salmone più robusto ed è spesso un pesce più sodo e meno grasso. Il salmone d’allevamento è più grasso, il che si nota immediatamente con queste striature visibili di grasso nel filetto.

Qual è meglio il salmone selvaggio o fresco?

Un piccolo filetto di salmone selvaggio ha 131 calorie in meno e metà del contenuto di grassi della stessa quantità di salmone d’allevamento. E anche se il salmone d’allevamento può avere un po’ più acidi grassi omega 3, ha anche il 20,5% in più di grassi saturi – e questi sono grassi che non vuoi.

Perché il salmone d’allevamento ha un sapore migliore di quello selvaggio?

Quale ha un sapore migliore: salmone d’allevamento contro salmone selvaggio? Il salmone d’allevamento tende ad avere un gusto più delicato e una consistenza più tenera, il che lo rende più popolare tra molte persone. Il salmone d’allevamento ha anche grandi sezioni carnose di grasso intramuscolare che creano pezzi facilmente sfaldabili e umidi una volta cotti.

Il salmone selvaggio è migliore per l’ambiente?

Per dirla in termini più semplici, il salmone selvatico è la chiave per sostenere la salute degli ecosistemi fluviali della Terra. Il salmone è un cibo essenziale per gli orsi. Quando i pesci muoiono, distribuiscono nutrienti nei fiumi che poi sfociano nell’oceano. L’azoto prodotto durante la deposizione delle uova incoraggia la crescita degli alberi.

Qual è il salmone più sano da mangiare?

Salmone del Pacifico
Ci sono molti tipi diversi di salmone – in particolare, cinque tipi di salmone del Pacifico e due tipi di salmone dell’Atlantico. Al giorno d’oggi, il salmone atlantico è tipicamente d’allevamento, mentre le specie di salmone del Pacifico sono principalmente catturate in natura. Il salmone del Pacifico pescato allo stato brado è generalmente considerato il salmone più sano.

Il salmone selvaggio è ricco di mercurio?

In breve, il salmone selvaggio ha alcuni dei livelli di mercurio più bassi di qualsiasi specie commerciale. Questo vantaggio è una funzione della loro dieta, della loro breve durata di vita e dell’ambiente incontaminato.

Come si fa a capire se il salmone è selvaggio o d’allevamento?

Il salmone d’allevamento è più chiaro e più rosa, mentre quello selvatico ha una tonalità rosso-arancio più profonda. I pesci d’allevamento avranno anche molte più marmorizzazioni grasse nella carne – quelle linee bianche ondulate – perché non stanno combattendo contro le correnti della corrente come quelli selvatici.

Il salmone selvaggio ha i vermi?

Ogni tipo di pesce selvatico può contenere nematodi (vermi). … I biologi di Demark hanno scoperto che più del 90% di certi tipi di pesce selvatico erano infestati da larve di nematodi. Un altro studio, condotto da ricercatori in Alaska, ha rivelato che tutti i salmoni pescati freschi che sono stati esaminati avevano infestazioni di nematodi.

Perché il salmone fa male?

Il pesce ha livelli estremamente alti di sostanze chimiche come arsenico, mercurio, PCB, DDT, diossine e piombo nella sua carne e nel suo grasso. Si può anche ottenere un ritardante di fiamma di forza industriale con il pescato del giorno. Il residuo chimico trovato nella carne di salmone può essere fino a 9 milioni di volte quello dell’acqua in cui vivono.

Il salmone di Costco è d’allevamento o selvaggio?

“Costco ha venduto salmone d’allevamento per decenni, ma nel 2015 abbiamo iniziato a offrire salmone d’allevamento allevato senza antibiotici in tutti i mercati”, aggiunge Mardon. “Abbiamo iniziato a segnalarlo sulla confezione con un adesivo che dice ‘allevato senza antibiotici’. ‘ “

Qual è il salmone più sano da comprare?

Salmone del Pacifico pescato
Il salmone del Pacifico pescato allo stato brado è generalmente considerato il salmone più sano.

Posso mangiare salmone 4 volte alla settimana?

I pesci e i crostacei di questa categoria, come il salmone, il pesce gatto, la tilapia, l’aragosta e le capesante, sono sicuri da mangiare da due a tre volte a settimana, o da 8 a 12 once a settimana, secondo la FDA.

Il salmone d’allevamento è sano come il salmone selvaggio?

Il salmone d’allevamento ha molti benefici per la salute. I pesci tendono anche ad essere più grandi del salmone selvaggio e occasionalmente forniscono più omega-3. Tuttavia, a causa delle differenze ambientali e dietetiche, il salmone d’allevamento può contenere più contaminanti potenzialmente dannosi del salmone selvatico.

Quali sono i 3 cibi da non mangiare mai?

20 alimenti che fanno male alla saluteBevande zuccherate. Lo zucchero aggiunto è uno dei peggiori ingredienti della dieta moderna. … La maggior parte delle pizze. … Pane bianco. … La maggior parte dei succhi di frutta. … Cereali da colazione zuccherati. … Cibo fritto, grigliato o alla griglia. … Pasticcini, biscotti e torte. … Patatine fritte e patatine fritte.Altri articoli…-16 luglio 2019

Va bene mangiare salmone tutti i giorni?

Non è pericoloso mangiare salmone ogni giorno per la popolazione generale. Tuttavia, se ci si trova a mangiare salmone ogni giorno, è ancora più importante assicurarsi che sia di provenienza responsabile per garantire che i contaminanti siano bassi. Le donne incinte, tuttavia, dovrebbero attenersi alle 8-12 once di salmone raccomandate a settimana.

Articolo precedente

Cos’è la sintesi di Matrix?

Articolo successivo

Il LAX ha un ufficio oggetti smarriti?

You might be interested in …