2 Dicembre 2021
Expand search form

Qual è il miglior livello di pH per un acquario?

Il termine pH sta per “potenza dell’idrogeno”, e poiché “H” è il simbolo atomico dell’elemento idrogeno, la “H” in pH è sempre maiuscola. Il pH è l’equilibrio acido-base di una soluzione e si misura in un intervallo da 1 a 14

A scuola abbiamo imparato che l’acqua, o H2O, è composta da atomi di idrogeno e ossigeno. L’acqua neutra contiene quantità uguali di ioni idrogeno (H + ) e di ioni idrossido (OH – ) e il suo valore di pH è 7,0. Le sostanze chimiche e i minerali dissolti nell’acqua possono cambiare l’equilibrio di quegli ioni da uno stato neutro ad uno stato acido se ci sono più ioni idrogeno che ioni idrossido, o basico se ci sono meno ioni idrogeno. Le soluzioni acide hanno un valore di pH inferiore a 7,0, mentre le soluzioni basiche hanno un valore di pH superiore a 7,0. Più questi valori diminuiscono o aumentano da 7,0, più l’acqua diventa acida o basica (rispettivamente).

Cos’è il pH normale?

Non esiste un pH “normale” che valga per tutti i pesci. Poiché i pesci nascono in stagni, fiumi, torrenti, laghi e oceani che hanno diversi livelli di pH, i livelli di pH ottimali per i pesci variano a seconda delle specie. I pesci d’acqua salata preferiscono un pH di base di 8,0 o superiore. I ciclidi africani spesso provengono da laghi che hanno un pH superiore a 8,0. I pesci tropicali del Rio Negro in Brasile possono vivere in acque acide con un pH di 5,5 o inferiore!

Tenete a mente che il pH non è statico, cambia nel tempo; infatti, può anche cambiare nel corso di un solo giorno. In natura, a causa della respirazione e della fotosintesi delle piante, il pH tipicamente scende di notte e sale durante il giorno. Il pH può cambiare quando vengono aggiunti o rimossi nuovi pesci, quando l’acqua viene aggiunta o cambiata, e quando i processi biologici cambiano nell’acquario.

pH preferito dei comuni pesci d’acqua dolce

  • Pesce angelo 6.5 – 7.0 6.0 – 6.5
  • Pesce rosso 7.0 – 7.5
  • Rasbora arlecchino 6.0 – 6.5
  • Hachetfish 6.0 – 7.0 5.8 – 6.2
  • Plecostomus 5.0 – 7.0 6.0 – 7.0 6.0 – 6.5 Danio 6.5 – 7.0

illustrazione dei normali livelli di ph per gli acquari

Quanto è importante il pH?

Cambiamenti significativi del pH sono particolarmente duri per i pesci giovani e malati. In un certo numero di specie di pesci, la riproduzione avviene solo all’interno di uno specifico intervallo di pH.

Se state progettando un nuovo acquario è saggio conoscere il pH della vostra fonte d’acqua, in modo da sapere in anticipo se è compatibile con le specie di pesci che volete tenere. Alcuni pesci come i Discus, e alcuni altri ciclidi, prosperano in intervalli di pH molto ristretti, cosa che dovrebbe essere presa in considerazione quando si allestisce il loro acquario.

Quando si spostano i pesci da un acquario all’altro, è importante far corrispondere i livelli di pH. I cambiamenti improvvisi del pH sono la causa di molte perdite di pesci che si verificano quando vengono portati a casa da un negozio di animali. I tetra neon sono particolarmente sensibili ai cambiamenti improvvisi di pH, e possono facilmente subire uno shock quando vengono spostati.

Attenzione

I cambiamenti del pH, specialmente quelli improvvisi, possono rivelarsi dannosi o addirittura mortali per i pesci. Quando il pH aumenta, aumenta la tossicità delle sostanze chimiche come l’ammoniaca. È un fattore importante da monitorare durante il rodaggio di un nuovo acquario.

Quanto spesso devo controllare il pH?

Il pH dovrebbe essere testato almeno una volta al mese, preferibilmente ogni due settimane, per consentire l’individuazione di tendenze prima che diventino un problema. I risultati dei test dovrebbero essere conservati in un registro per riferimenti futuri. Ricordate che poiché il pH può variare in base all’ora del giorno, i test a diverse ore del giorno possono dare risultati diversi anche se non c’è niente che non va. Per questo motivo, i test dovrebbero essere effettuati alla stessa ora del giorno, preferibilmente nel pomeriggio.

Ogni volta che c’è una malattia o una morte dei pesci, il pH dovrebbe essere testato. Se la vasca è trattata con farmaci, il pH dovrebbe essere controllato all’inizio del trattamento, l’ultimo giorno di trattamento e di nuovo una settimana dopo. Eseguire i cambi d’acqua quando il pH inizia a variare dall’intervallo ottimale per i pesci.

È anche saggio testare l’acqua appena prima di acquistare nuovi pesci. Controllate con il negozio dove state acquistando i pesci per vedere qual è il loro pH dell’acqua. E’ importante che il pH dell’acqua in cui il pesce si trova attualmente non sia significativamente diverso da quello dell’acqua di casa (preferibilmente entro 0,2 unità sopra o sotto il valore del pH di casa).

Il pH deve essere modificato?

Raccomando di attenersi all’assioma “se non è rotto, non aggiustarlo”. Non bisogna entrare in azione solo perché il libro di testo dice che il pH ottimale per i pesci è 6,4 e la vostra acqua ha un valore di 7,0. Finché il pH è stabile e i pesci non mostrano segni di sofferenza, è meglio lasciare il pH al livello della vostra acqua di rubinetto. Inoltre, la maggior parte dei pesci d’acquario venduti oggi sono allevati in allevamenti che non mantengono i pesci al pH dell’acqua dell’habitat naturale. Quindi, un pH di 6,8-8,0 è un intervallo sicuro per mantenere la maggior parte dei pesci d’acqua dolce.

Se i pesci non prosperano, o se i test mostrano che si sta verificando una tendenza, come un costante calo o aumento del pH, il problema dovrebbe essere affrontato. I negozi di animali vendono prodotti commerciali progettati per aumentare il pH o per abbassarlo, se necessario per regolare il pH della vostra acqua di rubinetto locale. La cura proattiva dell’acqua è sempre la scelta migliore. Eseguire frequenti cambi parziali dell’acqua e aspirare la ghiaia sono le cose più importanti che potete fare per mantenere stabile il pH dell’acqua. Con il tempo, i batteri del filtro biologico che scompongono i rifiuti dei pesci utilizzeranno l’alcalinità (carbonato) nell’acqua e il pH scenderà gradualmente (diventerà più acido). È possibile prevenire questo fenomeno effettuando cambi d’acqua per rimuovere l’acqua con un pH più basso e aggiungendo acqua fresca declorata con una maggiore alcalinità per aumentare e stabilizzare il livello del pH.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Il pH 8,2 è troppo alto per l’acquario?

Una sostanza con una misurazione da 0 a 6,9 pH è acida, mentre un pH da 7,1 a 14 è considerato alcalino. … La maggior parte dei pesci d’acquario prospera in acqua pura, che ha un pH neutro di 7. Una vasca con un pH alto, cioè molto alcalino, è pericolosa per i pesci e il loro habitat.

Come faccio a mantenere il pH nel mio acquario?

Un metodo comune per aumentare il pH dell’acquario è l’aggiunta di bicarbonato di sodio. 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio per 5 galloni è generalmente considerato una quantità sicura per piccoli incrementi. È meglio rimuovere i pesci dalla vasca prima di aumentare il pH.

Quale dovrebbe essere il livello di pH per la maggior parte delle vasche?

tra 6,8 e 7,6
I livelli di pH accettabili in acquario sono compresi tra 6,8 e 7,6, con 7,0 come punto neutro. Tieni presente che i livelli acidi o alcalini della tua vasca salgono e scendono abbastanza regolarmente.

Qual è il livello di pH sano per i pesci?

tra pH 6,5 e 9,0
L’intervallo accettabile per l’allevamento dei pesci è normalmente tra il pH 6,5 e 9,0. I pesci cresceranno male e la riproduzione sarà compromessa a livelli di pH costantemente più alti o più bassi. Valori di pH molto alti e molto bassi, rispettivamente superiori a 9,5 e inferiori a 4,5, non sono adatti alla maggior parte degli organismi acquatici.

Il pH 8,4 è troppo alto per l’acquario?

Nell’acquario salmastro, il pH deve essere mantenuto tra 7,8 e 8,4, con un’alcalinità tra 10° e 20° dKH (da 180 ppm a 360 ppm). Mantenere una buona filtrazione e cambiare il 10% dell’acqua ogni settimana o il 25% ogni 2 settimane usando un Aqueon Aquarium Water Changer o un Siphon Vacuum Gravel Cleaner.

Cosa abbassa il pH in un acquario?

Ecco alcuni metodi raccomandati per abbassare il pH nel vostro acquario: Soluzioni chimiche. Forse il modo più comune per abbassare il pH in acquario è usare una bottiglia di soluzione chimica. … Legno di drift. … Muschio di torba. … Foglie di catappa. … Reattori di CO2. … Cambi d’acqua. … Unità di osmosi inversa.Dec 23, 2019

Come si stabilizza il pH in un acquario?

Utilizzare l’acqua di osmosi inversa (RO) o deionizzata (DI) per creare il pH desiderato e il buffering. Preparare sempre l’acqua e testare il pH prima di aggiungerla all’acquario. Usate come substrato del corallo frantumato o della ghiaia di dolomite. Queste ghiaie a base di carbonato di calcio si dissolvono lentamente nel tempo, aumentando e tamponando il pH.

Un pH di 8 è negativo per i pesci?

Inoltre, la maggior parte dei pesci d’acquario venduti oggi sono allevati in allevamenti che non mantengono i pesci nel pH dell’acqua dell’habitat naturale. Quindi, un pH di 6,8-8,0 è un intervallo sicuro per mantenere la maggior parte dei pesci d’acqua dolce.

Come posso controllare il livello di pH nel mio acquario a casa?

Il metodo più accurato per testare il pH dell’acqua dell’acquario è quello di usare un misuratore di pH elettronico. Potresti essere in grado di acquistare un misuratore di pH in un negozio locale di forniture per animali. Oppure, se hai un iPhone, iPad o Android, puoi usare i nostri sensori intelligenti per trasformare il tuo dispositivo intelligente in un misuratore di pH per acquari.

Il pH 7,8 è troppo alto per l’acquario?

Un ph di 7,8 va bene per molti pesci. Se compri un pesce in acqua con un ph inferiore a 7,0, regolalo lentamente alla tua acqua.

Le piante possono abbassare il pH in un acquario?

Le piante d’acquario possono alterare il pH dell’acquario, alzando o abbassando il livello del pH in diverse circostanze. Quando il pH si abbassa, l’acqua diventa più acida. Quando aumenta, l’acqua diventa più basica o alcalina. Le piante cambiano il pH dell’acqua attraverso diversi meccanismi.

Quanto tempo ci vuole perché il pH si abbassi in un acquario per pesci?

Se si nota una grande differenza tra il pH dell’acqua appena uscita dal rubinetto e il pH dell’acqua dopo 24-48 ore, il modo più semplice per effettuare i cambi d’acqua senza stressare i pesci è quello di comprare un secchio o due, riempirli d’acqua, aggiungere un airstone a ciascuno e lasciare l’acqua fuori per 24-48 ore.

Un pH di 8 è troppo alto per un acquario?

Inoltre, la maggior parte dei pesci d’acquario venduti oggi sono allevati in allevamenti che non mantengono i pesci nel pH dell’acqua dell’habitat naturale. Quindi, un pH di 6,8-8,0 è un intervallo sicuro per mantenere la maggior parte dei pesci d’acqua dolce.

8.4 è un buon pH?

Il pH dell’acqua pura è 7. In generale, l’acqua con un pH inferiore a 7 è considerata acida, e con un pH superiore a 7 è considerata basica. L’intervallo normale per il pH nei sistemi di acqua superficiale va da 6,5 a 8,5, e l’intervallo di pH per i sistemi di acqua freatica va da 6 a 8,5.

Perché il pH nel mio serbatoio è così alto?

Se la tua acqua di rubinetto ha un pH basso o neutro ma il tuo serbatoio ha un pH alto, allora qualcosa nel serbatoio sta aumentando il pH. Questo è più comunemente causato da un substrato alcalino che contiene conchiglie o calcare, o da rocce che contengono calcare, come il calcare, il tufo o l’Ocean Rock.

Articolo precedente

Babyganics è una buona marca?

Articolo successivo

Come faccio a far fiorire il mio frutto della passione?

You might be interested in …