23 Novembre 2021
Expand search form

Qual è la differenza tra il petrolio greggio e il condensato?

NEW YORK (Reuters) – Nel 1964, un giudice della Corte Suprema cercò di risolvere il dibattito sull’arte contro la pornografia con una semplice dichiarazione: “Lo riconosco quando lo vedo”. Cinquant’anni dopo, l’industria energetica statunitense affronta una controversia altrettanto fastidiosa sul greggio ultraleggero noto come “condensato”.

Mentre la produzione record del petrolio, una volta raro, emerge dai pozzi di scisto degli Stati Uniti in Nord Dakota, Ohio o Texas, ciò che costituisce il “condensato” sta diventando una questione critica nel dibattito sull’allentamento di un divieto di lunga data degli Stati Uniti sulle esportazioni di greggio.

Cosa c’è in un nome? Forse centinaia di migliaia di barili al giorno di petrolio esportato. Se i regolatori statunitensi scelgono di permettere ulteriori esportazioni di condensato lavorato, ma non di petrolio greggio, la distinzione tra i due varrà miliardi di dollari.

Non diversamente dal caso della Corte Suprema, la differenza è spesso negli occhi di chi guarda: non c’è una definizione unica di ciò che distingue un condensato dal greggio ordinario.

L’Energy Information Administration (EIA) sta ora cercando di rimuovere quell’incertezza definendo il condensato e quantificando la sua produzione.

“Speriamo di aver risolto la questione in modo che i responsabili politici sappiano quali sono i numeri”, ha detto il capo dell’EIA Adam Sieminski alla fine del mese scorso a New York.

L’agenzia, il ramo indipendente di statistiche del Dipartimento dell’Energia, mira a lanciare entro la metà del 2015 una nuova indagine che catturi la qualità del petrolio da ogni pozzo.

Ha anche tenuto un “Condensate Workshop” a porte chiuse per i funzionari di diverse agenzie ed esperti di energia venerdì scorso, uno dei suoi primi sforzi per produrre una definizione ferma, secondo due partecipanti.

GLI STATI UNITI. I regolatori dell’esportazione possono aspettare una tale definizione prima di emettere altre sentenze sulle esportazioni di condensato “lavorato”, hanno detto i partecipanti. Le prime due sentenze hanno scosso l’industria all’inizio di quest’anno.

Il termine si riferisce ampiamente a qualsiasi tipo di petrolio che si “condensa” in un liquido dopo essere stato liberato da pozzi ad alta pressione, dove spesso si annida in forma di gas, o separato dal gas.

Ma una volta che diventa un liquido, non c’è un modo concordato per distinguere il condensato dal greggio ordinario. La maggior parte dei regolatori statali non lo misura nemmeno; quelli che lo fanno, misurano solo il condensato legato al gas, non quello proveniente dai pozzi di petrolio fratturati idraulicamente.

La maggior parte degli addetti ai lavori si aspetta che la definizione giri intorno alla gravità API, una misura standard della densità con letture più alte prodotte da gradi più leggeri. Il condensato è il più leggero dei leggeri.

Tuttavia, decidere dove tracciare questa linea sarà probabilmente un processo controverso.

DEFINIRE ULTRA LEGGERO

Il raffinatore Phillips 66 PSX.N e il gigante midstream Plains All American PAA.N hanno detto che il condensato è petrolio con una gravità API di 45 o superiore. Nel frattempo, l’alto dirigente di Marathon Petroleum Corp. MPC.N ha detto in una recente intervista che credeva che il condensato dovesse avere una gravità API di 60 e oltre.

Senza uno standard universale, i dati di produzione variano selvaggiamente. Le cifre dell’EIA suggeriscono che ovunque dall’8% al 16% della produzione di petrolio greggio degli Stati Uniti è condensato – una differenza di più di mezzo milione di barili al giorno.

Da un certo punto di vista, il condensato è solo un altro termine usato per descrivere un’estremità di uno spettro di oltre 100 tipi di petrolio greggio.

Tuttavia, a differenza della maggior parte dei tipi di greggio, può essere utilizzato in una varietà di processi, dalla raffinazione alla produzione di prodotti petrolchimici. Il termine si applica anche al condensato pompato da un pozzo o lavorato in un impianto di gas, che sono chimicamente intercambiabili ma spesso riportati in modo diverso.

La cosa più importante è che il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti all’inizio di quest’anno ha dato a due compagnie l’approvazione per esportare condensato che era stato minimamente lavorato, il primo segno di allentamento del divieto di esportazione che dura da quattro decenni.

Poiché le decisioni sono private, non è chiaro se lo stesso tipo di lavorazione consentirebbe anche l’esportazione di varietà ordinarie di petrolio greggio.

Per essere sicuri, eliminare completamente il divieto potrebbe rendere la discussione irrilevante. Tuttavia, pochi esperti di politica vedono qualche possibilità che questo accada prima delle elezioni presidenziali del 2016, se ci saranno.

ETICHETTE FUORVIANTI

I dati disponibili sono più fuorvianti che utili, e probabilmente sottostimano drammaticamente la produzione di condensato.

Per esempio, la Texas Railroad Commission, che sorveglia i bacini Eagle Ford e Permian che rappresentano la maggior parte della produzione di condensato, pubblica dati mensili sulla produzione, ma conta solo il condensato che proviene da pozzi di gas naturale. La maggior parte degli stati, compreso il Nord Dakota, non lo segnala affatto.

I dati più recenti dell’EIA, che conta anche solo il condensato di locazione del gas naturale, mostrano che la produzione è aumentata di quasi un quinto a circa 750.000 bpd nel 2012.

La società di consulenza energetica Bentek Energy stima l’attuale produzione nazionale di condensato a circa 1,45 milioni di bpd, con solo circa un terzo proveniente dai pozzi di gas.

“Ne state perdendo la maggior parte”, ha detto Al Troner, un esperto di condensato e presidente di Asia Pacific Energy Consulting.

L’EIA all’inizio di quest’anno ha fatto il primo sforzo per distinguere e prevedere la produzione nazionale in base alla gravità API. Ha stimato che su una previsione di 8,4 milioni di bpd 2014 di produzione di petrolio, circa un quarto era nella gamma API 40-45. Tuttavia, il progetto è stato ostacolato dalla mancanza di dati coerenti da vari regolatori a livello statale, molti dei quali non li raccolgono.

In Texas, per esempio, i dati API sulla gravità vengono raccolti solo dai test iniziali per i pozzi di petrolio e gas e durante i test annuali e semestrali per i pozzi di gas.

“Questo certamente rende la questione dell’esportazione più difficile, poiché i dati non sono precisi, né lo sono le definizioni”, ha detto Anthony Starkey, un manager di Bentek.

“Quindi, come la politica viene plasmata in modo chiaro intorno a un’area così grigia rende interessanti le discussioni”.

Ulteriori informazioni da Timothy Gardner a Washington; modifiche da Jessica Resnick-Ault, Jonathan Leff e Tomasz Janowski

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Cos’è esattamente il condensato?

Sia il gas secco che quello umido contengono idrocarburi liquidi vaporizzati la cui densità o gravità è molto inferiore al petrolio greggio. I condensati sono la forma liquida di questi idrocarburi che prendono il loro nome dal processo di rimozione dal flusso di gas attraverso la lavorazione con temperatura e pressione specifiche.

Cos’è l’equivalente in gas del condensato?

Il CGR implica il rapporto tra il gas e il condensato in un giacimento di gas condensato. Si misura in barili per milioni di piedi cubi standard (barili/mmscf).

A cosa serve il condensato di GNL?

Usi. I condensati sono usati come materie prime di raffineria per la fabbricazione di prodotti come benzina, jet fuel, diesel e combustibili per il riscaldamento. Alcuni condensati, in particolare quelli con un alto contenuto di paraffina, sono usati per la produzione di etilene.

Il condensato è gas o liquido?

Il condensato di gas è un flusso liquido di idrocarburi separato dal gas naturale e consiste in idrocarburi a più alto peso molecolare che esistono nel giacimento come costituenti del gas naturale, ma che vengono recuperati come liquidi nei separatori, nelle strutture del campo o negli impianti di trattamento del gas.

Qual è il prezzo del condensato?

I prezzi del condensato continuano a scivolare mentre lo sconto si allarga ai massimi storiciSTREAMCLOSELBRENT$76,8957,17WTI$67,3351,29CDN LT$39,3338,43C5+$52,8352,831 più riga-25 Oct 2018

È favorevole avere il gas condensato in un giacimento?

Le rocce di origine nella seconda sezione della formazione di Nantun sono profondamente sepolte, la temperatura del serbatoio è alta, e l’idrocarburo di idrocarburo è più alto, che è favorevole per formare il serbatoio di condensato di gas..

Come si forma il condensato?

La condensa è il liquido che si forma quando il vapore passa dallo stato di vapore a quello liquido. In un processo di riscaldamento, la condensa è il risultato del trasferimento da parte del vapore di una parte della sua energia termica, nota come calore latente, al prodotto, alla linea o all’attrezzatura che viene riscaldata.

Quale test si usa per la condensa di gas?

Ottenere un campione rappresentativo del fluido di formazione che può essere utilizzato per l’analisi della composizione e della pressione-volume-temperatura (PVT) è fondamentale per testare i serbatoi di condensato di gas. Nella maggior parte dei casi, questo significa mantenere un campione monofasico il più vicino possibile alle condizioni reali del serbatoio.

Il condensato è infiammabile?

Il condensato di gas naturale (dolce) è estremamente infiammabile e può causare irritazione agli occhi, alla pelle, gastrointestinale e respiratoria, nonché vertigini e perdita di equilibrio. Effetti più gravi sulla salute possono verificarsi se il condensato viene inalato o ingerito.

Qual è il prezzo odierno del petrolio greggio?

Prezzo correntePrezzi dell’energiaINDEXPRICETIME(EDT)WTI Crude$74.328:06 AMBrent Crude$77.768:06 AMNatural Gas$5.768:06 AM1 altra riga

Condensato e NGL sono la stessa cosa?

Nell’uso statunitense, un “condensato vegetale” è l’equivalente dei prodotti classificati come “pentani+” e della benzina naturale, e questi sono considerati NGL. D’altra parte, l’uso statunitense in genere non considera il “condensato di campo o di locazione” come un NGL, classificando invece questi prodotti come petrolio greggio.

Cos’è il gas umido nell’industria petrolifera?

Un gas umido è qualsiasi gas con una piccola quantità di liquido presente. … Un esempio tipico di flussi di gas umido è la produzione di gas naturale nell’industria del petrolio e del gas. Il gas naturale è una miscela di composti idrocarburici con quantità di vari non idrocarburi.

Qual è la fase iniziale in un serbatoio di gas condensato?

In questa figura, il serbatoio è inizialmente un gas monofase, ma man mano che si riduce la pressione a causa della produzione di gas, il percorso pressione-temperatura del sistema entra nella regione bifase dell’inviluppo di fase e gli idrocarburi liquidi condensano dal gas nel serbatoio (da qui il nome di serbatoio di condensato di gas).

Cosa succede quando il gas viene condensato?

Durante la compressione, il volume (V) di un gas diminuisce. Quando questo accade, la pressione (P) del gas aumenta se il numero di moli (n) di gas rimane costante. Se si mantiene costante la pressione, anche la riduzione della temperatura (T) causa la compressione del gas.

Il condensato è velenoso?

Il condensato di gas naturale (dolce) può contenere quantità variabili di benzene e n-esano. È stato dimostrato che l’esposizione a lungo termine a questi materiali porta a tossicità sistemica come la leucemia e la neurotossicità periferica. L’ASPIRAZIONE DEL LIQUIDO NEI POLMONI PUÒ PRODURRE POLMONITE CHIMICA O PERSINO LA MORTE.

Articolo precedente

Posso usare la polvere Curash sul mio cane?

Articolo successivo

Il Tampa Bay Lightning ha vinto una Stanley Cup?

You might be interested in …