19 Dicembre 2021
Expand search form

Qual è la dimensione della Stella Polare?

Foto di Polaris, la Stella Polare e primo piano

La famosa Stella Polare è stata un faro nel cielo notturno per tutta la storia dell’umanità, ma un nuovo studio rivela che la stella è in realtà più vicina al nostro sistema solare di quanto si pensasse.

Gli scienziati che studiano la Stella Polare hanno scoperto che si trova a circa 323 anni luce dal sole e dalla Terra, sostanzialmente più vicina di una precedente stima di 434 anni luce fatta da un satellite europeo alla fine degli anni ’90. La nuova misurazione della distanza può aiutare gli astronomi nella ricerca di diversi misteri cosmici, come la caccia all’inafferrabile energia oscura, hanno detto i ricercatori.

Polaris è ciò che gli astronomi chiamano una stella variabile Cefeide, una stella pulsante usata dagli scienziati per misurare le distanze nello spazio. Gli astronomi possono misurare la distanza di una variabile Cefeide studiando come cambia la sua luminosità nel tempo.

Poiché Polaris è la stella variabile Cefeide più vicina al nostro sistema solare, una distanza accurata della stella potrebbe servire come punto di riferimento per le misurazioni di altre Cefeidi utilizzate per determinare la scala dell’universo.

Negli anni ’90, il satellite Hipparcos dell’Agenzia Spaziale Europea ha determinato la distanza di 434 anni luce da Polaris, mentre altri studi hanno suggerito che la stella potrebbe essere più vicina al sole. Un anno luce è la distanza che la luce percorre in un solo anno, circa 6 trilioni di miglia (10 trilioni di chilometri).

Il nuovo studio degli astronomi in Canada, Ucraina e Belgio ha confermato la distanza più vicina utilizzando nuove osservazioni ad alta risoluzione dello spettro luminoso della stella. [Top 10 Star Mysteries]

“Polaris presenta alcune anomalie che finora hanno sfidato un’interpretazione diretta”, ha detto il leader dello studio David Turner della canadese Saint Mary’s University di Halifax in una dichiarazione. “Le nostre osservazioni spettroscopiche ad alta risoluzione di Polaris possono segnare l’inizio di una nuova era nella comprensione della stella”.

La ricerca è dettagliata nell’Astrophysical Journal Letters.

Polaris ha guadagnato la sua reputazione come Stella del Nord a causa della sua posizione nel cielo notturno, che è allineata con la direzione dell’asse terrestre.

A differenza di altre stelle, che sembrano sorgere e tramontare nel corso di una notte mentre la Terra ruota, Polaris rimane in una posizione fissa nel cielo settentrionale, rendendola un prezioso faro di navigazione. Nelle foto a lunga esposizione, le stelle nel cielo sembrano circondare Polaris.

Polaris è in realtà una di almeno tre stelle in un unico sistema. La stella è circa 4.000 volte più luminosa del sole.

Mentre Polaris è la stella polare oggi, non lo sarà sempre. L’asse terrestre in realtà oscilla nel corso dei secoli in un modello che gli astronomi chiamano precessione. Nell’anno 14.000, questa precessione punterà l’asse terrestre più vicino alla stella luminosa Vega che a Polaris.

Articolo precedente

Cos’è una carta incentivo Visa?

Articolo successivo

Cos’è una tenda sonora?

You might be interested in …