30 Novembre 2021
Expand search form

Qual è lo scopo della guerra in 1984?

Lo scopo principale della guerra moderna è quello di consumare i prodotti della macchina senza aumentare il livello generale di vita. Fin dalla fine del diciannovesimo secolo, il problema di cosa fare con l’eccedenza di beni di consumo è stato latente nella società industriale. Dal momento in cui la macchina fece la sua prima apparizione fu chiaro a tutte le persone pensanti che la necessità della fatica umana, e quindi in larga misura della disuguaglianza umana, era scomparsa. Se la macchina fosse usata deliberatamente a questo scopo, la fame, il lavoro eccessivo, la sporcizia, l’analfabetismo e le malattie potrebbero essere eliminate in poche generazioni. E in effetti, senza essere utilizzata per alcuno scopo, ma per una sorta di processo automatico – producendo ricchezza che a volte era impossibile non distribuire – la macchina aumentò molto il livello di vita dell’essere umano medio per un periodo di circa cinquant’anni alla fine del diciannovesimo e all’inizio del ventesimo secolo. Ma era anche chiaro che un aumento generalizzato della ricchezza minacciava la distruzione – anzi, in un certo senso era la distruzione – di una società gerarchica. In un mondo in cui tutti lavoravano poco, avevano abbastanza da mangiare, vivevano in una casa con un bagno e un frigorifero, e possedevano un’automobile o addirittura un aereo, la forma più evidente e forse la più importante di disuguaglianza sarebbe già scomparsa. Se una volta diventata generale, la ricchezza non conferirebbe alcuna distinzione. Era possibile, senza dubbio, immaginare una società in cui la ricchezza, nel senso di beni personali e lussi, doveva essere distribuita uniformemente, mentre il potere rimaneva nelle mani di una piccola casta privilegiata. Ma in pratica una tale società non potrebbe rimanere stabile a lungo. Perché se gli svaghi e la sicurezza fossero goduti da tutti allo stesso modo, la grande massa degli esseri umani, che normalmente sono stupefatti dalla povertà, si alfabetizzerebbe e imparerebbe a pensare da sola; e una volta fatto questo, prima o poi si renderebbe conto che la minoranza privilegiata non ha alcuna funzione, e la spazzerebbe via. Alla lunga, una società gerarchica era possibile solo su una base di povertà e ignoranza.

Tornare al passato agricolo, come sognavano di fare alcuni pensatori all’inizio del XX secolo, non era una soluzione praticabile. Era in conflitto con la tendenza alla meccanizzazione che era diventata quasi istintiva in quasi tutto il mondo, e inoltre, ogni paese che rimaneva industrialmente arretrato era impotente in senso militare ed era destinato ad essere dominato, direttamente o indirettamente, dai suoi rivali più avanzati. Né era una soluzione soddisfacente mantenere le masse in povertà limitando la produzione di beni. Questo accadde in larga misura durante la fase finale del capitalismo, all’incirca tra il 1920 e il 1940. L’economia di molti paesi è stata lasciata ristagnare, la terra non è stata coltivata, il capitale non è stato aggiunto, grandi blocchi di popolazione sono stati impediti di lavorare e tenuti in vita per metà dalla carità dello Stato. Ma anche questo comportava una debolezza militare, e poiché le privazioni che infliggeva erano ovviamente inutili, rendeva inevitabile l’opposizione. Il problema era come far girare le ruote dell’industria senza aumentare la ricchezza reale del mondo. I beni devono essere prodotti, ma non devono essere distribuiti. E in pratica l’unico modo per ottenere questo era la guerra continua. L’atto essenziale della guerra è la distruzione, non necessariamente di vite umane, ma dei prodotti del lavoro umano. La guerra è un modo per fare a pezzi, o riversare nella stratosfera, o affondare nelle profondità del mare, materiali che altrimenti potrebbero essere utilizzati per rendere le masse troppo comode, e quindi, alla lunga, troppo intelligenti. Anche quando le armi da guerra non vengono effettivamente distrutte, la loro fabbricazione è ancora un modo conveniente di spendere la forza lavoro senza produrre nulla che possa essere consumato. Una fortezza galleggiante, per esempio, ha rinchiuso in sé il lavoro che costruirebbe diverse centinaia di navi da carico. Alla fine viene rottamata come obsoleta, non avendo mai portato alcun beneficio materiale a nessuno, e con ulteriori enormi fatiche viene costruita un’altra Fortezza Galleggiante.

In linea di principio, lo sforzo bellico è sempre pianificato in modo da consumare qualsiasi eccedenza che potrebbe esistere dopo aver soddisfatto i bisogni nudi della popolazione. In pratica i bisogni della popolazione sono sempre sottostimati, con il risultato che c’è una carenza cronica di metà delle necessità della vita; ma questo è visto come un vantaggio. È una politica deliberata per mantenere anche i gruppi favoriti da qualche parte vicino all’orlo della miseria, perché uno stato generale di scarsità aumenta l’importanza dei piccoli privilegi e quindi ingrandisce la distinzione tra un gruppo e l’altro. Per gli standard dell’inizio del ventesimo secolo, anche un membro del Partito Interno vive una vita austera e laboriosa. Tuttavia, i pochi lussi di cui gode, il suo grande appartamento ben arredato, la migliore consistenza dei suoi vestiti, la migliore qualità del suo cibo, delle bevande e del tabacco, i suoi due o tre servitori, la sua auto privata o l’elicottero, lo collocano in un mondo diverso da quello di un membro del Partito Esterno, e i membri del Partito Esterno hanno un vantaggio simile in confronto alle masse sommerse che chiamiamo “i proletari”. L’atmosfera sociale è quella di una città assediata, dove il possesso di un pezzo di carne di cavallo fa la differenza tra ricchezza e povertà. E allo stesso tempo la coscienza di essere in guerra, e quindi in pericolo, fa sì che la consegna di tutto il potere a una piccola casta sembri la condizione naturale e inevitabile della sopravvivenza.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Qual è lo scopo della guerra nel mondo di 1984 quizlet?

Qual è lo scopo della guerra nel mondo di 1984? Lo scopo della guerra nel mondo di 1984 è di spaventare la gente. Spaventarli facendogli credere che c’è una guerra in corso e che il BB li sta proteggendo. Cercando di far sembrare che senza BB chissà cosa accadrebbe.

Qual è lo scopo primario della guerra?

Lo scopo primario della guerra è rituale e simbolico. Vedere la guerra in questo modo altera la nostra comprensione tradizionale.

Cosa dice 1984 sulla guerra?

In 1984, cosa significano questi 3 slogan: La guerra è pace, la libertà è schiavitù e l’ignoranza è forza? In 1984, “La guerra è pace” si riferisce all’idea che mettendo la nazione in un costante stato di guerra, gli individui sono motivati ad ignorare il loro malcontento con il loro governo, assicurando così una pace interna senza fine.

Qual è lo scopo della guerra continua in Oceania?

Invece, l’Oceania è impegnata in una guerra continua al fine di esaurire le sue risorse industriali e mantenere volutamente basso il tenore di vita. Essenzialmente, la guerra continua è l’unico modo per continuare a produrre beni senza aumentare la ricchezza e il potere delle masse o compromettere la forza industriale della nazione.

Perché Winston pensa di essere già morto?

Winston dice: “Noi siamo i morti” per trasmettere la realtà della sua situazione e di quella di Julia. Andando contro il Partito, anche solo attraverso la loro relazione iniziale, si stanno condannando alla morte finale. Ricordiamo come il Partito abbia una stretta presa su tutto e tutti in Oceania.

Come finisce 1984?

Dopo che un bollettino annuncia una grande vittoria in Africa, Winston si rallegra in silenzio della vittoria del Partito e presto scivola di nuovo in un “sogno beato”: È di nuovo al Ministero dell’Amore, con tutto perdonato, la sua anima bianca come la neve. Era sul banco degli imputati, confessando tutto, implicando tutti.

Quali 3 classi di persone sono sempre esistite nel 1984?

L’Oceania, l’Eurasia e l’Eastasia sono i tre superstati fittizi nel romanzo distopico di George Orwell del 1949 Nineteen Eighty-Four.

Quali sono gli obiettivi dei tre gruppi 1984?

Quali sono gli obiettivi dei tre gruppi? Lo scopo dell’alto è di rimanere, lo scopo del medio è di diventare alto e lo scopo del basso non esiste.

Quali sono gli effetti della guerra?

Morte, ferite, violenza sessuale, malnutrizione, malattia e disabilità sono alcune delle conseguenze fisiche più minacciose della guerra, mentre il disturbo post-traumatico da stress (PTSD), la depressione e l’ansia sono alcuni degli effetti emotivi.

Quali sono le caratteristiche della guerra oggi?

La guerra è un intenso conflitto armato tra stati, governi, società o gruppi paramilitari come mercenari, insorti e milizie. È generalmente caratterizzata da estrema violenza, aggressione, distruzione e mortalità, utilizzando forze militari regolari o irregolari.

Winston ama davvero il Grande Fratello?

Nel momento finale del romanzo, Winston incontra un’immagine del Grande Fratello e prova un senso di vittoria perché ora ama il Grande Fratello. … Anche se il destino di Winston è infelice e il finale del libro può sembrare pessimistico, il finale può anche essere letto come se offrisse uno spiraglio di speranza.

Julia è incinta in 1984?

Questo articolo fornirà anche la prova che, come risultato del loro accoppiamento nella stanza, Julia rimane incinta e successivamente dà alla luce il figlio di Winston nel Ministero dell’Amore; inoltre, proprio come Winston tradisce Julia chiedendo che il suo corpo sia scambiato con il suo nella stanza 101 prima dei ratti, così anche Julia …

Julia è incinta alla fine di 1984?

Questo articolo fornirà anche la prova che, come risultato del loro accoppiamento nella stanza, Julia rimane incinta, e successivamente dà alla luce il figlio di Winston nel Ministero dell’Amore; inoltre, proprio come Winston tradisce Julia chiedendo che il suo corpo sia scambiato con il suo nella stanza 101 prima dei ratti, così anche Julia …

Quali sono i 3 principi di Ingsoc?

I tre principi sacri di Ingsoc sono Newspeak, il pensiero doppio, la mutevolezza del passato. Newspeak è la lingua ufficiale dell’Oceania e il tentativo del regime totalitario di alterare il pensiero umano e sradicare completamente il dissenso politico.

Quali sono le 3 classi in 1984?

In Nineteen Eighty-Four, la società è composta da tre distinte classi sociali: l’élite del Partito Interno, l’industrioso Partito Esterno, e un vasto numero di proletari non istruiti.

Articolo precedente

Cosa sono le proprietà dell’applicazione?

Articolo successivo

C’è neve nella Sierra?

You might be interested in …