30 Novembre 2021
Expand search form

Qual è un esempio di segnalazione autocrina?

Ci sono quattro categorie di segnalazione chimica che si trovano negli organismi pluricellulari: segnalazione paracrina, segnalazione endocrina, segnalazione autocrina e segnalazione diretta attraverso le gap junctions (Figura 1). La differenza principale tra le diverse categorie di segnalazione è la distanza che il segnale percorre attraverso l’organismo per raggiungere la cellula bersaglio. Non tutte le cellule sono interessate dagli stessi segnali.

Figura 1. Nella segnalazione chimica, una cellula può colpire se stessa (segnalazione autocrina), una cellula collegata da giunzioni di gap, una cellula vicina (segnalazione paracrina), o una cellula lontana (segnalazione endocrina). La segnalazione paracrina agisce sulle cellule vicine, la segnalazione endocrina usa il sistema circolatorio per trasportare i ligandi, e la segnalazione autocrina agisce sulla cellula di segnalazione. La segnalazione attraverso le gap junctions coinvolge molecole di segnalazione che si muovono direttamente tra cellule adiacenti.

Segnalazione paracrina

Questa illustrazione mostra protrusioni bulbose strettamente giustapposte di cellule presinaptiche e postsinaptiche. La cellula presinaptica immagazzina il neurotrasmettitore nelle vescicole sinaptiche. Quando avviene la segnalazione, le vescicole si fondono con la membrana cellulare, rilasciando così il neutrotrasmettitore, che poi si lega ai recettori sulla cellula postsinaptica. Un enzima sulla superficie della cellula postsinaptica distrugge il neurotrasmettitore, terminando così il segnale.

Figura 2. La distanza tra la cellula presinaptica e la cellula postsinaptica, chiamata fessura sinaptica, è molto piccola e permette una rapida diffusione del neurotrasmettitore. Gli enzimi nella fessura sinaptica degradano alcuni tipi di neurotrasmettitori per terminare il segnale.

I segnali che agiscono localmente tra cellule vicine sono chiamati segnali paracrini. I segnali paracrini si muovono per diffusione attraverso la matrice extracellulare. Questi tipi di segnali di solito suscitano risposte rapide che durano solo un breve periodo di tempo. Per mantenere la risposta localizzata, le molecole del ligando paracrino sono normalmente degradate rapidamente da enzimi o rimosse dalle cellule vicine. La rimozione dei segnali ristabilisce il gradiente di concentrazione per il segnale, permettendo loro di diffondersi rapidamente attraverso lo spazio intracellulare se rilasciato nuovamente.

Un esempio di segnalazione paracrina è il trasferimento di segnali attraverso le sinapsi tra le cellule nervose. Una cellula nervosa è composta da un corpo cellulare, diversi prolungamenti brevi e ramificati chiamati dendriti che ricevono gli stimoli, e un lungo prolungamento chiamato assone, che trasmette i segnali ad altre cellule nervose o cellule muscolari. La giunzione tra le cellule nervose dove avviene la trasmissione del segnale è chiamata sinapsi. A segnale sinaptico è un segnale chimico che viaggia tra le cellule nervose. I segnali all’interno delle cellule nervose sono propagati da impulsi elettrici veloci. Quando questi impulsi raggiungono la fine dell’assone, il segnale prosegue verso un dendrite della cellula successiva grazie al rilascio di ligandi chimici chiamati neurotrasmettitori dalla cellula presinaptica (la cellula che emette il segnale). I neurotrasmettitori sono trasportati attraverso le distanze molto piccole tra le cellule nervose, che sono chiamate sinapsi chimiche (Figura 2). La piccola distanza tra le cellule nervose permette al segnale di viaggiare rapidamente; questo permette una risposta immediata, come ad esempio: togli la mano dalla stufa!

Quando il neurotrasmettitore lega il recettore sulla superficie della cellula postsinaptica, il potenziale elettrochimico della cellula bersaglio cambia e viene lanciato il successivo impulso elettrico. I neurotrasmettitori che vengono rilasciati nella sinapsi chimica vengono degradati rapidamente o vengono riassorbiti dalla cellula presinaptica in modo che la cellula nervosa ricevente possa recuperare rapidamente ed essere pronta a rispondere rapidamente al prossimo segnale sinaptico.

Segnalazione endocrina

I segnali provenienti da cellule lontane sono chiamati segnali endocrinie provengono da cellule endocrine. (Nel corpo, molte cellule endocrine si trovano nelle ghiandole endocrine, come la tiroide, l’ipotalamo e l’ipofisi). Questi tipi di segnali di solito producono una risposta più lenta ma hanno un effetto più duraturo. I ligandi rilasciati nella segnalazione endocrina sono chiamati ormoni, molecole di segnalazione che sono prodotte in una parte del corpo, ma influenzano altre regioni del corpo a una certa distanza.

Gli ormoni percorrono le grandi distanze tra le cellule endocrine e le loro cellule bersaglio attraverso il flusso sanguigno, che è un modo relativamente lento di muoversi in tutto il corpo. A causa della loro forma di trasporto, gli ormoni si diluiscono e sono presenti in basse concentrazioni quando agiscono sulle loro cellule bersaglio. Questo è diverso dalla segnalazione paracrina, in cui le concentrazioni locali dei ligandi possono essere molto alte.

Segnalazione autocrina

I segnali autocrini sono prodotti da cellule di segnalazione che possono anche legarsi al ligando che viene rilasciato. Ciò significa che la cellula segnalatrice e la cellula bersaglio possono essere la stessa o una cellula simile (il prefisso auto- significa sé, a ricordare che la cellula di segnalazione invia un segnale a se stessa). Questo tipo di segnalazione si verifica spesso durante lo sviluppo iniziale di un organismo per garantire che le cellule si sviluppino nei tessuti corretti e assumano la funzione appropriata. La segnalazione autocrina regola anche la sensazione di dolore e le risposte infiammatorie. Inoltre, se una cellula è infettata da un virus, la cellula può segnalare a se stessa di subire una morte cellulare programmata, uccidendo il virus nel processo. In alcuni casi, anche le cellule vicine dello stesso tipo sono influenzate dal ligando rilasciato. Nello sviluppo embriologico, questo processo di stimolazione di un gruppo di cellule vicine può aiutare a dirigere la differenziazione di cellule identiche nello stesso tipo di cellula, assicurando così il corretto risultato dello sviluppo.

Segnalazione diretta attraverso le giunzioni di Gap

Le giunzioni di Gap negli animali e i plasmodesmata nelle piante sono connessioni tra le membrane plasmatiche delle cellule vicine. Questi canali pieni d’acqua permettono a piccole molecole di segnalazione, chiamate mediatori intracellulariper diffondere tra le due cellule. Piccole molecole, come gli ioni di calcio (Ca 2+ ), sono in grado di muoversi tra le cellule, ma grandi molecole come proteine e DNA non possono passare attraverso i canali. La specificità dei canali assicura che le cellule rimangano indipendenti ma possano trasmettere segnali in modo rapido e semplice. Il trasferimento di molecole di segnalazione comunica lo stato attuale della cellula che si trova direttamente accanto alla cellula bersaglio; questo permette a un gruppo di cellule di coordinare la loro risposta a un segnale che solo una di loro può aver ricevuto. Nelle piante, i plasmodesmata sono ubiquitari, rendendo l’intera pianta una gigantesca rete di comunicazione.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Qual è un esempio di segnalazione paracrina?

Nella segnalazione paracrina, essi agiscono sulle cellule vicine. I segnali autocrini includono molecole della matrice extracellulare e vari fattori che stimolano la crescita cellulare. Un esempio di segnali paracrini è la sostanza chimica trasmessa dal nervo al muscolo che fa contrarre il muscolo.

Cos’è la segnalazione autocrina?

Per segnalazione autocrina si intende la produzione e la secrezione di un mediatore extracellulare da parte di una cellula seguita dal legame di quel mediatore ai recettori della stessa cellula per avviare la trasduzione del segnale.

Su cosa agiscono i segnali autocrini?

Scoprite questo argomento in questi articoli: Nel processo di segnalazione autocrina, le molecole agiscono sulle stesse cellule che le producono. Nella segnalazione paracrina, agiscono sulle cellule vicine. I segnali autocrini includono molecole della matrice extracellulare e vari fattori che stimolano la crescita cellulare.

Le cellule tumorali usano la segnalazione autocrina?

La segnalazione autocrina gioca un ruolo essenziale nel fornire segnali di crescita autosostenuti alle cellule tumorali. Dall’introduzione dell’ipotesi autocrina negli anni ’80, il contributo della segnalazione autocrina nella medicina del cancro è stato limitato ai tessuti cancerosi con vie mitogeniche adeguatamente caratterizzate.

Quali sono i 4 tipi di comunicazione cellulare?

A seconda dell’origine del ligando (dalla stessa cellula, dalla cellula vicina o da lontano), l’interazione recettore-ligando e l’attivazione della via di segnalazione è classificata in quattro tipi diversi: autocrina, endocrina, paracrina e juxtacrina.

Cos’è la segnalazione diretta?

La segnalazione diretta (chiamata anche segnalazione juxtacrina) coinvolge la comunicazione tra cellule che sono in contatto diretto tra loro. Questa comunicazione è spesso mediata dalle giunzioni di gap nelle cellule animali e dai plasmodesmata nelle cellule vegetali. La segnalazione autocrina avviene quando un ligando agisce sulla stessa cellula che lo rilascia.

Come avviene la segnalazione paracrina?

La segnalazione paracrina avviene tra cellule locali dove i segnali suscitano risposte rapide e durano solo un breve periodo di tempo a causa della degradazione dei ligandi paracrini. … La segnalazione diretta può avvenire tramite il trasferimento di molecole di segnalazione attraverso le giunzioni di gap tra cellule vicine.

Quali sono i diversi tipi di segnalazione paracrina?

Le molecole di segnalazione note come fattori paracrini si diffondono su una distanza relativamente breve (azione locale), in contrapposizione alla segnalazione cellulare tramite fattori endocrini, ormoni che viaggiano su distanze molto più lunghe attraverso il sistema circolatorio; interazioni juxtacrine; e segnalazione autocrina.

Cos’è la funzione autocrina?

: di, relativa a, promossa da, o essendo una sostanza secreta da una cellula e che agisce sui recettori di superficie della stessa cellula – confronta paracrina.

Perché è importante la segnalazione autocrina?

Nella segnalazione autocrina, una cellula segnala a se stessa, rilasciando un ligando che si lega a recettori sulla sua superficie (o, a seconda del tipo di segnale, a recettori all’interno della cellula). Per esempio, la segnalazione autocrina è importante durante lo sviluppo, aiutando le cellule ad assumere e rafforzare la loro corretta identità.

Qual è un esempio di segnalazione cellulare?

Un esempio è la conduzione di un segnale elettrico da una cellula nervosa a un’altra o a una cellula muscolare. In questo caso la molecola di segnalazione è un neurotrasmettitore. Nella segnalazione autocrina le cellule rispondono a molecole che esse stesse producono. Gli esempi includono molti fattori di crescita.

Quanti tipi di segnalazione cellulare esistono?

Forme di segnalazione Ci sono quattro categorie di base di segnalazione chimica che si trovano negli organismi pluricellulari: segnalazione paracrina, segnalazione autocrina, segnalazione endocrina e segnalazione per contatto diretto.

Quali sono i 4 tipi di segnalazione cellulare?

A seconda dell’origine del ligando (dalla stessa cellula, dalla cellula vicina o da lontano), l’interazione recettore-ligando e l’attivazione della via di segnalazione è classificata in quattro tipi diversi: autocrina, endocrina, paracrina e juxtacrina.

Qual è un esempio di segnalazione diretta?

Le giunzioni gap e i plasmodesmata permettono la cooperazione metabolica tra cellule adiacenti e possono aiutare a mantenere l’omeostasi nelle cellule connesse per l’equilibrio ionico. Il riconoscimento dei tipi di accoppiamento nel lievito precedentemente menzionato è un esempio di segnalazione diretta del contatto. …

Qual è un esempio di autocrino?

Un esempio di agente autocrino è la citochina interleuchina-1 nei monociti. Quando l’interleuchina-1 è prodotta in risposta a stimoli esterni, può legarsi ai recettori della superficie cellulare sulla stessa cellula che l’ha prodotta.

Articolo precedente

Dante richiede un cablaggio di rete speciale?

Articolo successivo

Come si insegnano le parole di significato multiplo alla strategia?

You might be interested in …