18 Novembre 2021
Expand search form

Quali sono i tipi di simbiosi?

Simbiosi è un termine che descrive qualsiasi relazione o interazione tra due organismi dissimili. Il tipo specifico di simbiosi dipende dal fatto che uno o entrambi gli organismi traggano beneficio dalla relazione.

Questo elenca i loghi di programmi o partner di NG Education che hanno fornito o contribuito al contenuto di questa pagina. Livellato da

venerdì 19 aprile 2019

Seleziona il livello del testo:

Il pianeta Terra è abitato da milioni di specie – almeno! Poiché specie diverse spesso abitano gli stessi spazi e condividono – o competono per – le stesse risorse, interagiscono in una varietà di modi, noti collettivamente come simbiosi. Ci sono cinque principali relazioni simbiotiche: mutualismo, commensalismo, predazione, parassitismo e competizione.

Per esplorare queste relazioni, consideriamo un ecosistema naturale come l’oceano. Gli ambienti oceanici sono noti per la loro diversità di specie. Immaginate di essere in una spedizione subacquea per esplorare i mondi sotto le onde. Se ci trovassimo nelle calde acque dell’Oceano Pacifico o dell’Oceano Indiano, probabilmente noteremmo un eccellente esempio di mutualismo: la relazione tra pesci pagliaccio e anemoni di mare. In una relazione mutualistica, entrambe le specie ne beneficiano. Gli anemoni di mare vivono attaccati alla superficie delle barriere coralline. Essi intrappolano le loro prede con cellule pungenti chiamate nematocisti, che si trovano sui loro tentacoli. Le nematocisti rilasciano tossine quando un piccolo animale entra in contatto con il tentacolo di un anemone. Questo paralizza l’animale punto, permettendo all’anemone di portare facilmente l’animale nella sua bocca per l’ingestione.

Mentre altri pesci soccombono a queste punture tossiche, i pesci pagliaccio secernono una sostanza nel muco che ricopre i loro corpi che sopprime l’innesco delle nematocisti. Questo permette al pesce pagliaccio di nuotare comodamente tra i tentacoli degli anemoni, creando un ambiente protetto in cui i potenziali predatori vengono uccisi dalle punture degli anemoni. Questo va chiaramente a beneficio del pesce pagliaccio, ma che dire degli anemoni di mare? I pesci pagliaccio dai colori brillanti attirano altri pesci in cerca di un pasto. Questi ignari aspiranti predatori vengono poi catturati e mangiati dagli anemoni.

Continuando il nostro viaggio immaginario nelle profondità marine, possiamo osservare la relazione commensale che esiste tra i cirripedi e le megattere. Il commensalismo avviene quando una specie vive con, su o in un’altra specie, nota come ospite. La specie ospite non beneficia né viene danneggiata dalla relazione. Nel nostro esempio immaginario, varie specie di cirripedi si attaccano alla pelle delle balene. Gli scienziati non hanno scoperto l’esatto meccanismo con cui i cirripedi sono in grado di farlo, ma non sembra dare fastidio alle balene. Come fanno i cirripedi a beneficiare di questa improbabile relazione? Le enormi balene trasportano i minuscoli cirripedi in acque ricche di plancton, dove entrambe le specie banchettano con gli abbondanti microorganismi che vi vivono.

Naturalmente, alcune relazioni simbiotiche causano danni. Nella predazione, una specie (il predatore) caccia e uccide un’altra specie (la preda). Uno dei predatori meglio studiati negli oceani è l’orca, o balena assassina. Trovate in tutti gli oceani della Terra, le orche sono classificate come predatori apicali. Anche se cacciano e mangiano numerosi altri organismi – oltre 140 specie – le orche stesse non sono cacciate da nessun altro predatore. In altre parole, sono in cima alla catena alimentare!

Un’altra relazione dannosa è il parassitismo. Questo accade quando una specie (il parassita) vive con, su o in una specie ospite, a spese della specie ospite. A differenza della predazione, l’ospite non viene immediatamente ucciso dal parassita, anche se può ammalarsi e morire nel tempo. Esempi di parassiti comuni che si trovano nell’oceano includono nematodi, sanguisughe e cirripedi. Proprio così – anche se i cirripedi esistono in comune con le balene, sono parassiti per i granchi che nuotano. Un cirripede può radicarsi nel sistema riproduttivo di un granchio. Mentre il granchio non muore a causa di questa interazione, le sue capacità riproduttive sono notevolmente ridotte.

L’ultimo esempio di simbiosi che esploreremo nella nostra immersione immaginaria è la competizione – la lotta tra organismi per le stesse risorse limitate in un ecosistema. La competizione può avvenire tra membri della stessa specie (competizione intraspecifica) e tra specie diverse (competizione interspecifica). Un esempio di competizione interspecifica nell’oceano è la relazione tra coralli e spugne. Le spugne sono molto abbondanti nelle barriere coralline. Se hanno troppo successo, tuttavia, prendono il cibo necessario e altre risorse dai coralli che compongono la barriera. Le spugne possono superare i coralli per le risorse nel breve termine, ma se troppi coralli muoiono, la barriera stessa viene danneggiata. Questo è un male per le spugne, che possono a loro volta iniziare a morire fino a quando la barriera è di nuovo in equilibrio.

Le relazioni simbiotiche possono essere utili misure della salute di un ecosistema. Per esempio, ampi tratti delle barriere coralline sono gravemente danneggiati o morti a causa dei recenti aumenti della temperatura dell’oceano dovuti al cambiamento climatico. L’aumento della temperatura induce i coralli ad espellere le alghe che vivono mutualisticamente al loro interno. Senza le loro alghe, il corallo diventa bianco e muore. Questa perdita di simbiosi è un segno precoce del declino della salute del corallo e parla dell’importanza non solo di studiare la simbiosi negli ambienti marini, ma anche di esaminare gli impatti negativi che gli esseri umani possono avere su queste interazioni. Nelle parole dell’esploratrice del National Geographic Sylvia Earle: “Dobbiamo rispettare gli oceani e prenderci cura di loro come se le nostre vite dipendessero da questo. Perché è così”.

Simbiosi: L'arte di vivere insieme

La relazione simbiotica tra un anemone (Heteractis magnifica) e un pesce pagliaccio (Amphiron ocellaris) è un classico esempio di due organismi che beneficiano l’un l’altro; l’anemone fornisce al pesce pagliaccio protezione e riparo, mentre il pesce pagliaccio fornisce all’anemone sostanze nutritive sotto forma di rifiuti, mentre spaventa i potenziali pesci predatori.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Quali sono i 3 tipi di simbiosi?

Ci sono tre tipi generali di simbiosi: mutualismo, commensalismo e parassitismo. In base alla natura dell’interazione tra gli organismi, le relazioni simbiotiche sono vagamente raggruppate in uno di questi tipi. Il mutualismo è una relazione reciprocamente vantaggiosa in cui entrambi gli organismi ne beneficiano.

Cos’è la simbiosi e i suoi tipi?

Simbiosi, qualsiasi accordo di vita tra membri di due specie diverse, tra cui mutualismo, commensalismo e parassitismo. Sono quindi incluse sia le associazioni positive (benefiche) che quelle negative (sfavorevoli o dannose), e i membri sono chiamati simbionti. Simbiosi.

Quali sono i 6 tipi di simbiosi?

Si riconoscono sei grandi tipi di simbiosi:Commensalismo – in cui una specie beneficia mentre l’altra non è influenzata.Mutualismo – entrambe le specie beneficiano.Parassitismo – una specie beneficia mentre una è danneggiata.Competizione – nessuna delle due beneficia.Predazione – una specie beneficia mentre l’altra muore, e.Altri articoli…-08-Nov-2017

Quali sono i 3 tipi di relazioni simbiotiche e fai un esempio per ciascuno?

Ci sono tre diversi tipi di relazioni simbiotiche nel regno animale: mutualismo, commensalismo e parassitismo.Mutualismo: entrambi i partner beneficiano. … Commensalismo: è un comportamento animale in cui solo una specie beneficia mentre l’altra non viene né aiutata né danneggiata.Altri articoli…-02-Apr-2021

Che cos’è la simbiosi dare due esempi?

La simbiosi è semplicemente definita come una relazione molto stretta tra due diverse specie di organismi. … Un esempio di questo è la relazione tra alcune specie di labridi e altri pesci. I labridi “puliscono” gli altri pesci, mangiando parassiti e altre cose che irritano gli altri pesci.

Cosa si intende per simbiosi?

La simbiosi è l’interazione tra due diversi organismi che vivono in stretta associazione fisica. … Possono condividere habitat o stili di vita o interagire in un modo specifico per beneficiare della presenza di un altro organismo. Spesso ci riferiamo agli animali che vivono in tandem come “associati”.

Cos’è l’esempio della simbiosi?

La relazione simbiotica tra un anemone (Heteractis magnifica) e un pesce pagliaccio (Amphiron ocellaris) è un classico esempio di due organismi che beneficiano l’uno dell’altro; l’anemone fornisce al pesce pagliaccio protezione e riparo, mentre il pesce pagliaccio fornisce all’anemone sostanze nutritive sotto forma di rifiuti, mentre spaventa …

Cos’è la simbiosi dare esempio?

La simbiosi è semplicemente definita come una relazione molto stretta tra due diverse specie di organismi. … Un esempio di questo è la relazione tra alcune specie di labridi e altri pesci. I labridi “puliscono” gli altri pesci, mangiando parassiti e altre cose che irritano gli altri pesci.

Quali sono 2 esempi di mutualismo?

Un esempio di relazione mutualistica è quella tra l’oxpecker (un tipo di uccello) e il rinoceronte o la zebra….Relazioni mutualisticheL’ape e il fiore. Le api volano di fiore in fiore raccogliendo nettare, che trasformano in cibo, a beneficio delle api. La grancevola e le alghe. … I batteri e l’uomo.

Qual è un buon esempio di simbiosi?

La relazione simbiotica tra un anemone (Heteractis magnifica) e un pesce pagliaccio (Amphiron ocellaris) è un classico esempio di due organismi che beneficiano l’uno dell’altro; l’anemone fornisce al pesce pagliaccio protezione e riparo, mentre il pesce pagliaccio fornisce all’anemone sostanze nutritive sotto forma di rifiuti, spaventando …

Quali sono i vantaggi della simbiosi?

La simbiosi può essere descritta come una condivisione reciproca tra due specie. Entrambi gli organismi in tale relazione si avvantaggiano a vicenda per il cibo, la protezione, arricchiscono la propria specie e anche la riproduzione. Vantaggi delle relazioni simbiotiche in natura: Previene la competizione malsana.

Quali sono 2 esempi di simbiosi?

La relazione simbiotica tra un anemone (Heteractis magnifica) e un pesce pagliaccio (Amphiron ocellaris) è un classico esempio di due organismi che beneficiano l’uno dell’altro; l’anemone fornisce al pesce pagliaccio protezione e riparo, mentre il pesce pagliaccio fornisce all’anemone sostanze nutritive sotto forma di rifiuti, mentre spaventa …

Quali sono 5 esempi di simbiosi?

Esempi di simbiosiToxoplasma. È un protista parassita che può infettare una serie di animali tra cui topi, ratti e persone. Microbi. I microbi sono importanti per la salute umana. … Bovini e aironi. … Parassitismo. … Mutualismo. … Animali domestici.

Quali sono 2 esempi di commensalismo?

Esempi di commensalismoI pesci Remora hanno un disco sulla testa che li rende capaci di attaccarsi ad animali più grandi, come squali, mante e balene. … Le piante nutrici sono piante più grandi che offrono protezione alle piantine dalle intemperie e dagli erbivori, dando loro l’opportunità di crescere.Le raganelle usano le piante come protezione.Altri articoli…-02-Maggio-2020

Quali sono 2 esempi di parassitismo?

Una relazione parassitaria è quella in cui un organismo, il parassita, vive di un altro organismo, l’ospite, danneggiandolo e possibilmente causandone la morte. Il parassita vive sul o nel corpo dell’ospite. Alcuni esempi di parassiti sono le tenie, le pulci e i cirripedi.

Articolo precedente

Come si usa EcoLogic Home Insect Control?

Articolo successivo

I nebulizzatori funzionano per i moscerini della frutta?

You might be interested in …