3 Dicembre 2021
Expand search form

Quando è stata inventata la bottiglia di ketchup?

Quando la H. J. Heinz Company introdusse una bottiglia di plastica spremibile per il suo ketchup nel 1983, l’industria dei prodotti di consumo la salutò come un grande progresso. Il commensale poteva spremere delicatamente il ketchup con molta più precisione di quanto permettesse la tradizionale bottiglia di vetro, ma il ketchup poteva durare senza rovinarsi quasi quanto quello in una bottiglia di vetro.

Ma con la questione dello smaltimento dei rifiuti che sta assumendo molta più importanza, la bottiglia di ketchup spremibile e molti prodotti simili si stanno rapidamente unendo alla scatola di plastica-schiuma per hamburger come simbolo di imballaggio sprecato, dicono molti gruppi ambientali.

A differenza della bottiglia di ketchup in vetro, che può essere facilmente messa a nuovo uso attraverso reti di riciclaggio ben consolidate, la più recente bottiglia di ketchup della Heinz è una plastica complessa fatta di non meno di sei strati di materiali che sono difficili da separare e riutilizzare. Alcune confezioni contengono 12 strati distinti, secondo uno studio della Environmental Action Coalition di New York.

Mentre la plastica multistrato può essere riciclata, il processo produce un prodotto di basso valore generalmente utilizzabile solo come sostituto del legno – come una panchina del parco, per esempio. La tecnologia non esiste commercialmente per scomporre l’imballaggio nelle sue singole resine e recuperarle per riutilizzarle come imballaggio.

Come risultato di questo problema, i produttori di imballaggi stanno iniziando a considerare la possibilità di smaltimento nei loro progetti, e questo può portare allo sviluppo di materiali meno complicati che svolgono lo stesso compito. Prodotti per una discarica

I pochi sforzi esistenti per riciclare la plastica si concentrano su materiali omogenei – come il polietilene tereftalato nelle grandi bottiglie di soda e il polietilene ad alta densità nelle brocche del latte. Non possono accettare imballaggi più complicati. Di conseguenza, la bottiglia di ketchup Heinz e i contenitori simili finiscono di solito in una discarica.

Questo è un problema importante”, ha detto Jeanne Wirka, un funzionario dell’Environmental Action Foundation di Washington. ”Abbiamo una situazione in cui stiamo investendo in sistemi di riciclaggio progettati per gestire i materiali come li abbiamo conosciuti – vetro, alluminio, plastica tradizionale. Questi nuovi materiali non si inseriscono in essi”.

Altri prodotti fatti di imballaggi di plastica a strati che sono progettati per prevenire il deterioramento e aumentare la convenienza includono brocche di succhi d’arancia non concentrati, piccole scatole di succhi con cannucce, e quasi tutte le confezioni progettate per la cottura a microonde. Una bottiglia popolare

La bottiglia di plastica della Heinz illustra bene le difficoltà di cercare di fondere la convenienza con la conservazione.

La bottiglia ha preso piede alla grande. Più del 50% di tutto il ketchup venduto nei negozi di alimentari è in bottiglie di plastica, dal 30% di due anni fa, secondo un portavoce della Heinz.

La bottiglia infrangibile e spremibile permette un migliore controllo sul ketchup, una miscela che, come la maggior parte dei bambini può testimoniare, è relativamente ferma a riposo ma può esplodere in un liquido zampillante quando viene agitata o mescolata.

Ultimi aggiornamenti

La bottiglia incorpora uno strato di plastica che è efficace nel bloccare la penetrazione dell’ossigeno, che rovinerebbe la maggior parte dei prodotti a base di pomodoro.

Ma questo strato barriera – in questo caso, etilene vinil alcol – è solubile in acqua e ha altre caratteristiche che lo rendono inadatto come unico materiale di imballaggio. Quindi è inserito tra altri strati che forniscono la forza strutturale necessaria e la protezione dall’umidità per far funzionare efficacemente la confezione. Sei strati distinti

In effetti, la bottiglia di ketchup spremibile della Heinz, prodotta dall’American National Can, è composta da sei strati distinti, ha detto Corby Mathisen, manager dell’imballaggio in plastica della Heinz. Non c’era un solo materiale disponibile che soddisfacesse tutti i nostri requisiti”, ha detto.

Lo strato più esterno è il polipropilene, una plastica leggera ma resistente comune negli imballaggi. Sotto c’è uno strato di plastica di scarto che è stato macinato per il riutilizzo e costituisce il 25-30% del peso della bottiglia. Viene poi uno strato adesivo, perché lo strato sottostante, etilene vinil alcool, non si lega facilmente ad altri polimeri.

Segue un altro strato di adesivo e poi uno strato interno di polipropilene per proteggere il materiale barriera dall’umidità del prodotto. ‘Nessuno strato frivolo’.

I funzionari dell’industria dell’imballaggio difendono l’uso di strati di vari materiali multipli come necessari per fornire un prodotto di buon sapore in modo sicuro. Ogni strato ha una funzione tecnica specifica; non ci sono strati frivoli”, ha detto Edward Klein, un funzionario della Tetra-Pak, un produttore di succhi di frutta.

Piuttosto che cercare di separare gli strati in confezioni complesse, gli sforzi di riciclaggio si stanno concentrando sull’utilizzo dell’imballaggio così com’è. Hammer Plastic Recycling a Iowa Falls, Iowa, converte oggetti di plastica mista in sostituti del cemento e del legname. Ma Floyd Hammer, presidente dell’azienda, ha ammesso che la difficoltà di raccogliere le bottiglie dopo l’uso da parte dei consumatori significa che poche vengono riciclate.

Altri confezionatori stanno provando approcci simili. Il signor Klein ha detto che i produttori di succhi di frutta stavano lavorando su metodi per trasformare le vecchie confezioni in materiali da costruzione come pannelli di particelle per pareti e piastrelle per soffitti.

Ma, come per la maggior parte degli sforzi di riciclaggio, devono essere sviluppati usi e mercati più ampi. La plastica non può essere usata di nuovo per prodotti alimentari a causa dei regolamenti della Food and Drug Administration sulla sicurezza sanitaria. C’è un problema

Riconosciamo che c’è un problema e che abbiamo la responsabilità di risolverlo”, ha detto il signor Mathisen. Dobbiamo trovare una casa per questo materiale e potrebbe volerci più tempo di quanto alcuni vorrebbero”.

Richard Gerstman, un socio dirigente di Gerstman & Meyers, una società di design, ha detto: “Faremo sapere ai clienti che ci sono problemi con il packaging a più strati”. Negli anni ’90, le aziende lasceranno il segno rendendo i loro prodotti ecologici”.

I designer hanno detto che i prodotti liquidi potrebbero essere concentrati in modo da rendere le confezioni più piccole. I saponi liquidi, per esempio, possono essere concentrati. Un’altra area che dovrebbe essere studiata per l’overpackaging è quella dei cosmetici, ha detto Herbert M. Meyers di Gerstman & Meyers. Potrebbe essere che non abbiamo bisogno di tutto quell’imballaggio per un po’ di profumo”.

E la confezione monodose e monouso potrebbe anche diventare meno popolare. I contenitori ricaricabili sono stati usati a lungo in Europa, e i progettisti hanno detto che potrebbero diventare più popolari qui man mano che il costo dello smaltimento aumenta. Infatti, le difficoltà di smaltimento stanno cambiando l’intero concetto di convenienza, ha detto Stewart Mosberg, un funzionario della Walter Dorwin Teague Associates, una società di consulenza di design. Quello che era conveniente per un singolo cliente ora è diventato un inconveniente per il cliente e anche per tutti gli altri”, ha detto. Alcuni stati fanno dei passi avanti

Nel frattempo, alcuni stati si stanno muovendo per limitare o vietare l’uso di pacchetti complessi, proprio come stanno facendo con i contenitori di schiuma per hamburger. La Coalition of Northeastern Governors, che rappresenta nove stati, ha stabilito degli obiettivi per gli imballaggi per minimizzare i problemi di smaltimento che possono poi essere tradotti in regolamenti o leggi. In generale, gli obiettivi dicono che i materiali omogenei sono preferiti a quelli complessi.

Inoltre, il Maine ha approvato una legge che vieta l’uso di succhi di frutta monodose, che sono fatti di strati di plastica, carta e alluminio, entro settembre 1990.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Chi ha inventato la bottiglia di ketchup?

Come molti altri inventori, Paul Brown aveva un lavoro fisso come proprietario di un’azienda di stampaggio di precisione di giorno. Si chiedeva se poteva inventare una chiusura per bottiglie di plastica che si aprisse abbastanza da permettere un’erogazione uniforme e controllata del prodotto quando viene spremuto.

Quando la Heinz rilasciò la bottiglia squeeze?

1983
1983 – Bottiglia da spremere Realizzata in plastica pieghevole, la bottiglia da spremere viene rilasciata e immediatamente salutata come un’innovazione. Gli amanti del ketchup non devono più aspettare che il loro condimento preferito si distribuisca da solo, possono iniziare a spremere tutto quello che vogliono.

Quando sono stati inventati gli spremiagrumi di plastica?

1973
L’ingegnere Nathaniel Wyeth ha brevettato le bottiglie di polietilene tereftalato (PET) nel 1973. Le prime bottiglie di plastica in grado di resistere alla pressione dei liquidi gassati, erano un’alternativa molto più economica alle bottiglie di vetro. per una bottiglia di plastica a degradarsi completamente.

Perché c’è scritto 57 su una bottiglia di ketchup?

Anche se all’epoca la Heinz produceva già più di 60 prodotti, Henry pensò che 57 fosse un numero fortunato e iniziò a usare lo slogan ’57 varietà’ in tutta la sua pubblicità. … ‘Il punto dolce da toccare sulla bottiglia Heinz è il 57 sul collo.

Perché il ketchup Heinz è capovolto?

“La bottiglia capovolta ha tutto”, ha detto Melissa Hill, brand manager della Heinz. “Dà un flusso istantaneo di ketchup, senza più agitazione, completa controllabilità, e nessun residuo disordinato sul tappo. Spremere è credere. La valvola risucchia letteralmente il ketchup nell’istante in cui la spremitura si ferma”.

Il ketchup deve essere conservato a testa in giù?

Per decenni, i consumatori abituali di ketchup avevano conservato le loro bottiglie di ketchup a testa in giù sui ripiani del frigorifero. Questo sistema non era l’ideale, perché quando si apriva una bottiglia che non era stata progettata per essere conservata a testa in giù, il ketchup usciva come acqua attraverso un argine rotto.

Ci sono 57 varietà di ketchup Heinz?

Lo slogan Heinz risale al 1892, secondo il Senator John Heinz History Center, un affiliato dello Smithsonian. … A questo punto, Henry J.

Di cosa è fatta la salsa Heinz 57?

PASSATA DI POMODORO (ACQUA, CONCENTRATO DI POMODORO), SCIROPPO DI MAIS AD ALTO CONTENUTO DI FRUTTOSIO, ACETO BIANCO DISTILLATO, ACETO DI MALTO (CONTIENE ORZO), SALE, CONTIENE MENO DEL 2% DI AMIDO ALIMENTARE MODIFICATO, CONCENTRATO DI SUCCO D’UVA PASSA, FARINA DI SENAPE, OLIO DI SOIA, CURCUMA, SPEZIE, PUREA DI MELE, BENZOATO DI SODIO E SORBATO DI POTASSIO (CONSERVANTI), CARAMELLO …

Del Monte fa il ketchup?

Del Monte Ketchup — 24 oz., 6 pk. Porta un delizioso sapore di pomodoro ad hamburger, hot dog, patatine fritte e altro ancora. Del Monte Ketchup non ha aromi artificiali o conservanti.

Il ketchup deve essere conservato in frigorifero?

Il ketchup deve essere conservato in frigorifero? “A causa della sua acidità naturale, Heinz Ketchup è stabile a scaffale. Tuttavia, la sua stabilità dopo l’apertura può essere influenzata dalle condizioni di conservazione. Si consiglia di conservare questo prodotto in frigorifero dopo l’apertura per mantenere la migliore qualità del prodotto”.

Perché il ketchup Heinz è capovolto?

“La bottiglia capovolta ha tutto”, ha detto la brand manager di Heinz Melissa Hill. “Dà un flusso istantaneo di ketchup, senza più agitazione, completa controllabilità e nessun residuo disordinato sul tappo. Spremere è credere. La valvola risucchia letteralmente il ketchup nell’istante in cui la spremitura si ferma”.

Di cosa sono fatte le bottiglie di ketchup?

È fatta di polipropilene, una plastica che non viene riciclata commercialmente, e contiene così tanti strati di adesivi che la plastica non può essere facilmente separata. La nuova bottiglia, in risposta alla pressione ambientalista, è fatta di polietilene tereftalato, o PET, e non ha adesivi tra gli strati.

Il ketchup della Heinz è la salsa 57?

No, non ci sono 57 tipi di ketchup Heinz. Ci può essere una certa marca di salsa barbecue che compri sempre, e probabilmente hai una preferenza per la senape gialla o di Digione. Naturalmente, lo stesso vale per il condimento preferito da quasi tutti, il ketchup. Per gli irriducibili amanti del ketchup, il sapore della Heinz è innegabilmente delizioso.

Cosa usare al posto di Heinz 57?

Ingredienti1 cucchiaio di ketchup.1 ¼ cucchiaino di salsa Worcestershire.½ cucchiaino di senape gialla.¼ cucchiaino di succo di limone.1 goccia di salsa al peperoncino (come il Tabasco®)

Quale marca di ketchup usa McDonalds?

Heinz
Heinz, per esempio, soddisfa gli standard dell’USDA per il ketchup di grado A ed è il fornitore di ketchup per grandi catene come Burger King, Sonic, Applebee’s, Arby’s e Chick-fil-A, nessuna delle quali marca le loro confezioni di condimento nei negozi come “fantasia”. La Heinz – che esiste dal 1869 e che recentemente ha introdotto un …

Articolo precedente

Qual è il significato della frase “femminilizzazione della povertà”?

Articolo successivo

Quando si deve fondere la sutura Metopic?

You might be interested in …