5 Dicembre 2021
Expand search form

Quando l’HUD ha pubblicato le linee guida per la pubblicità?

Promemoria per l'intermediazione: Linee guida per la pubblicità dell'HUD e il Fair Housing Poster

Evitare la discriminazione nella pubblicità

Le linee guida per la pubblicità immobiliare sono emesse dal Dipartimento per lo sviluppo abitativo e urbano (HUD). Le linee guida sono i criteri con cui HUD determina se un broker ha praticato o praticherà indebite preferenze discriminatorie nella sua pubblicità e disponibilità di servizi immobiliari.

Le linee guida dell’HUD aiutano anche il broker, lo sviluppatore e il proprietario ad evitare di segnalare preferenze o limitazioni per qualsiasi gruppo di persone quando si commercializzano immobili in vendita o in affitto.

Marketing immobiliare per la vendita o l’affitto

L’uso selettivo di parole, frasi, simboli, aiuti visivi e media nella pubblicità degli immobili può indicare una preferenza discriminatoria errata dell’inserzionista. Quando viene pubblicata, la preferenza può portare a un reclamo di pratiche abitative discriminatorie da parte di un membro della classe protetta.

Video correlato:

Le parole nella pubblicità immobiliare di un broker che indicano una particolare razza, colore, sesso, orientamento sessuale, handicap, stato familiare o origine nazionale sono considerate violazioni del Federal Fair Housing Act (FFHA).

Per proteggersi al meglio, un broker si rifiuta di usare frasi che indicano una preferenza illecita, anche se richieste da un venditore o da un proprietario. Le parole o frasi che indicano una preferenza in violazione dei diritti delle persone appartenenti a classi protette includono:

  • casa privata bianca;
  • perfetta per gli sposi;
  • casa ebrea (o cristiana);
  • country club nelle vicinanze;
  • casa nera;
  • distanza a piedi dalla sinagoga;
  • casa ideale per scapoli;
  • quartiere ispanico; o
  • edificio per adulti.

Le preferenze sono spesso espresse con colloquialismi pregiudizievoli e parole come ristretto, esclusivo, privato, integrato o approvazione di appartenenza.

Indicare una preferenza per età è un esclusione dalla discriminazione illegale dell’età quando si commercializzano residenze o comunità qualificate dai 55 anni in su.

L’uso selettivo e stereotipato dei media o dei modelli umani in una campagna pubblicitaria può anche portare alla discriminazione contro gruppi minoritari.

Il poster dell’HUD sull’alloggio equo e solidale

L’HUD emette delle linee guida che richiedono agli intermediari immobiliari che vendono o affittano residenze monofamiliari (SFR) di esporre un poster per l’alloggio equo. [24 Code of Federal Regulations §§110.1, 110.10]

Il poster sull’equità abitativa è disponibile presso qualsiasi ufficio dell’HUD. [24 CFR §110.20]

Il poster sull’equità abitativa deve essere esposto

  • nel luogo di lavoro dell’intermediario; e
  • in ogni abitazione offerta in vendita, diversa dalle residenze monofamiliari (SFR). [24 CFR §110.10(a)]

Quindi, se tenete una casa aperta in un SFR elencato per la rivendita, non siete tenuti ad esporre il poster per l’alloggio equo presso la residenza.

Tuttavia, se un’abitazione viene commercializzata come parte di uno sviluppo residenziale, il manifesto dell’alloggio equo deve essere esposto dal costruttore durante la costruzione dello sviluppo. In seguito, il poster deve essere esposto nelle abitazioni modello, che le abitazioni siano vendute o meno tramite un intermediario. [24 CFR §§110.10(a)(2)(ii), 110.10(a)(3)]

I manifesti di alloggi equi devono essere collocati dove possono essere facilmente visti da una persona che cerca di:

  • ingaggiare i servizi dell’intermediario per elencare o localizzare un’abitazione; o
  • acquistare un’abitazione in un complesso residenziale. [24 CFR §110.15]

Video correlato:

Mancato rispetto delle linee guida dell’HUD

Anche se è richiesto, un broker o un agente non sarà soggetto ad alcuna sanzione per non aver esposto il poster dell’alloggio equo. Tuttavia, la mancata esposizione del poster sulle abitazioni eque come richiesto è considerata una prova sufficiente in una causa legale per dimostrare che un broker ha praticato pratiche abitative discriminatorie. [24 CFR §110.30]

Se un broker segue le linee guida dell’HUD per la pubblicità ed espone il poster dell’alloggio equo, è meno probabile che pratichi un’attività discriminatoria. Il manifesto dell’alloggio equo assicura ai potenziali venditori/locatori e acquirenti/affittuari che il broker non discrimina illegalmente nei servizi offerti.

Inoltre, il broker che segue le linee guida dell’HUD per la pubblicità e il manifesto è in una posizione migliore per difendersi da una causa per alloggi equi.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato nel maggio 2013 ed è stato aggiornato.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Cosa permetteva il memorandum HUD del 1995?

La legge conteneva una disposizione che esentava gli alloggi per “anziani” dal divieto di discriminazione dello status familiare. L’Housing for Older Persons Act (HOPA), firmato in legge dal presidente Clinton il 28 dicembre 1995, ha modificato l’esenzione per gli alloggi per anziani contro la discriminazione dello status familiare.

Quali termini HUD trova inaccettabili nella pubblicità?

In quasi tutti gli alloggi, compresi gli alloggi privati, gli alloggi pubblici e gli alloggi che ricevono finanziamenti federali, il Fair Housing Act vieta di fare, stampare e pubblicare pubblicità che indichino una preferenza, una limitazione o una discriminazione a causa di razza, colore, religione, sesso, disabilità, stato di famiglia, …

Quale dei seguenti termini è accettabile per l’uso nella pubblicità secondo le linee guida dell’HUD?

HUD fornisce linee guida per la pubblicità di Fair Housing su ciò che è accettabile nella pubblicità di Fair Housing. … E mentre la discriminazione religiosa è illegale, usare parole come “pasti kosher serviti nei locali”, o includere frasi come “Buon Natale” o “Buona Pasqua” in un annuncio non è discriminatorio.

Cosa si richiede agli annunci secondo la FHA?

Il Fair Housing Act proibisce rigorosamente la stampa, la realizzazione o la pubblicazione di annunci che dichiarano una preferenza, una discriminazione o una limitazione basata su colore, razza, sesso, religione, handicap, origine nazionale o stato familiare.

Cosa non si dovrebbe dire al fair housing?

In caso di dubbio: NON USARE riferimenti etnici (nero, caucasico/bianco, asiatico, indiano americano, ecc.) NON USARE nazionalità (cinese, africano, tedesco, italiano, ecc.) NON USARE riferimenti religiosi (vicino a tempio, moschea, chiesa, cristiano, musulmano, cattolico, ecc.)

Cosa dice l’HUD sulle camere da letto?

Tutte le camere da letto con una persona devono avere almeno 70 piedi quadrati. Le camere da letto condivise devono avere almeno 50 piedi quadrati per persona. Le cucine e altre stanze non abitabili non possono essere usate come camere da letto.

Chi indaga sui reclami presentati all’HUD?

FHEO
Il FHEO indaga sui reclami, che possono essere di uno o entrambi i seguenti tipi: Discriminazione secondo il Fair Housing Act (comprese le abitazioni di proprietà e gestite da privati) Discriminazione e altre violazioni dei diritti civili nei programmi di sviluppo degli alloggi e delle comunità, compresi quelli finanziati dall’HUD.

Cos’è una violazione del Fair Housing Act?

I fornitori di alloggi che si rifiutano di affittare o vendere case a persone in base a razza, colore, origine nazionale, religione, sesso, stato di famiglia o disabilità stanno violando la legge federale e l’HUD perseguirà vigorosamente azioni esecutive contro di loro.

Quali sono le 7 classi federali protette?

Per rivedere brevemente, il Fair Housing Act (FHA) federale ha sette classi protette, che includono: razza, colore, religione, origine nazionale, sesso, disabilità e stato di famiglia.

Una famiglia di 3 persone può vivere in un appartamento con 1 camera da letto?

Nella maggior parte dei casi, si usa la regola “2 per camera da letto più 1”. Questo significa che 3 persone possono vivere legalmente in un appartamento con una camera da letto, e 2 persone possono vivere in un monolocale o in un appartamento efficiente.

Cosa sono le linee guida HUD?

Le linee guida HUD per la valutazione e il controllo dei pericoli di vernice a base di piombo nelle abitazioni (le linee guida) forniscono informazioni tecniche dettagliate e complete su come identificare i pericoli di vernice a base di piombo nelle abitazioni e su come controllare tali pericoli in modo sicuro ed efficiente.

Che tipo di reclami gestisce HUD?

HUD gestisce i reclami in diverse categorie: Discriminazione abitativa: La legge federale vieta la discriminazione abitativa basata su razza, colore, origine nazionale, religione, sesso, stato di famiglia o disabilità.

Quanto tempo ha l’HUD per avviare un’indagine?

Si suppone che l’HUD o il FCHR completino la loro indagine entro 100 giorni dalla data in cui il reclamo è stato presentato; tuttavia, il tempo può essere (e di solito viene) esteso secondo necessità.

A che età un bambino dovrebbe smettere di condividere la stanza dei genitori?

L’AAP raccomanda che i bambini condividano la stanza dei genitori, ma non il letto, “idealmente per un anno, ma almeno per sei mesi” per ridurre il rischio della sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS).

Una famiglia di 4 persone può vivere in un appartamento di 1 camera da letto a NYC?

Secondo la legge di New York, un inquilino è autorizzato a far vivere con lei in un appartamento i suoi familiari più stretti. Il vostro problema non è l’occupazione del vostro vicino, ma la sua attività.

Articolo precedente

I coperchi dei lodge sono sicuri per il forno?

Articolo successivo

Cos’è l’escrezione della droga?

You might be interested in …