2 Dicembre 2021
Expand search form

Quanto spesso innaffiare le specie di Echeveria?

echeveria

Le piante succulente sono facili da amare. La loro facilità di cura, le disposizioni soleggiate e le abitudini di crescita moderate le rendono perfette per le stagioni calde all’aperto o per gli interni ben illuminati. L’Echeveria è proprio un esemplare di questo tipo, che prospera con brevi periodi di abbandono e con poca acqua e sostanze nutritive. La cura dell’Echeveria è praticamente infallibile e cresce bene sia in contenitori che in aiuole da giardino. Le molte varietà e colori delle piante di Echeveria forniscono meravigliosi toni e texture per letti misti e vasi.

Dettagli sulle piante di Echeveria

Echeveria spp. derivano da rosette dalle foglie spesse. Le foglie sono carnose e hanno una cuticola cerosa all’esterno. Spesso le foglie sono colorate e un tocco deciso può rovinare la pelle e lasciare segni. La pianta succulenta Echeveria è a crescita lenta e di solito non supera i 12 pollici (31 cm.) di altezza o diffusione.

Originarie del Texas e dell’America centrale, le piante preferiscono le condizioni del deserto, ma tollerano i periodi di umidità, a patto di lasciarle asciugare prima di applicare altra acqua. L’ideale è coltivare l’Echeveria in un vaso di argilla non smaltato, che permette all’acqua di evaporare. Altrimenti, hanno bisogno di pieno sole e di un terreno ben drenato.

Ci sono 150 varietà coltivate di queste piante, una delle quali è probabilmente quella giusta per voi.

Coltivare l’Echeveria

Queste piccole e facili succulente producono degli offsets o piccole piante annidate contro la rosetta madre. Sono facili da separare e coltivare. Basta tirare via la rosetta e ripiantarla in una miscela di cactus o in una miscela fatta in casa con parti uguali di sabbia, terriccio e compost.

Potete anche iniziare nuove piante da talee di foglie. Basta posare la foglia sulla superficie del terreno. Radicherà in poche settimane e presto una piccola rosetta crescerà accanto alla foglia radicata. La foglia si seccherà e si sgretolerà dalla nuova pianta.

Istruzioni per la cura dell’Echeveria

La parte più importante della buona cura dell’Echeveria è l’irrigazione. Il più grande problema con le succulente è l’eccesso d’acqua. Fornire quantità moderate di acqua nella stagione calda e secca. Lasciare che il terreno si asciughi completamente prima di irrigare di nuovo. Le piante in vaso non dovrebbero essere lasciate in un sottovaso bagnato. I problemi di marciume molle e radicale si verificano quando la pianta è troppo bagnata.

L’unico altro problema di preoccupazione è la cocciniglia. Il loro comportamento alimentare può seriamente ridurre il vigore delle piante.

Posizionare le piante in pieno sole e pacciamare intorno a loro con ghiaia o sabbia per aiutare a prevenire le erbacce e conservare l’umidità.

Proteggere le piante dal gelo e conservare le piante in vaso al chiuso in inverno. Le piante non hanno bisogno di potatura, ma si può pizzicare la crescita danneggiata o errante, se necessario.

Come usare l’Echeveria

La grande varietà di queste piante e di altre succulente fa sì che si prestino bene ad allestimenti di gruppo. I vasi con diverse varietà o diversi tipi di piante grasse e cactus sono un’aggiunta attraente all’interno o all’esterno della casa. Mescolate e abbinate i colori e le dimensioni per ottenere ambienti unici.

Mettete le varietà più grandi al centro e i tipi striscianti o più corti ai bordi. Continua le istruzioni generali per la cura dell’Echeveria, che funzionano anche per la maggior parte degli altri tipi di piante grasse.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

L’Echeveria ha bisogno di molta acqua?

La parte più importante della buona cura dell’Echeveria è l’irrigazione. Il più grande problema delle succulente è l’eccesso d’acqua. Fornire quantità moderate di acqua nella stagione calda e secca. Lascia asciugare completamente il terreno prima di irrigare di nuovo.

Come si fa a sapere quando l’Echeveria ha bisogno di acqua?

Una succulenta ben annaffiata avrà foglie carnose e sode. Quando le stringi tra le dita, dovrebbe esserci pochissimo movimento. Se sono molli, allora probabilmente hanno bisogno di essere annaffiate. Un altro segno sicuro sono le foglie raggrinzite, quando hanno sete le loro foglie si raggrinziscono.

All’Echeveria piace essere nebulizzata?

Le piante grasse adulte non amano essere nebulizzate. Prosperano in climi aridi, quindi quando le nebulizzate, cambiate l’umidità intorno alla pianta. Anche questo può portare al marciume. Usate la nebulizzazione per le bambine da propagazione per fornire leggermente l’acqua alle loro piccole radici delicate.

Che aspetto ha un’Echeveria troppo bagnata?

Una succulenta sotto annaffiata avrà un terreno che sembra asciutto e foglie con le punte marroni, secche, e comincerà ad arricciarsi, a cadere, o addirittura a cadere. Una succulenta troppo annaffiata, d’altra parte, avrà foglie ingiallite, punte marroni e anche appassite (con terreno bagnato o fradicio).

Come faccio a sapere se la mia Echeveria è sana?

Quando compri una succulenta, scegli una pianta che abbia foglie grasse, verdi e pimpanti. Questo è il modo più semplice per dire che la succulenta che stai scegliendo è sana. Se le foglie sono marroni, appassite o cadenti, questo non significa che la pianta morirà immediatamente, ma sta mostrando segni che non è stata ben curata.

Si può tenere l’Echeveria in casa?

Luce: Posizionare l’echeveria indoor dove riceverà molta luce solare; senza un’elevata illuminazione, probabilmente cominceranno ad allungarsi dalla loro forma a rosetta stretta. … In inverno, una finestra esposta a sud o a ovest fornirà probabilmente il periodo di luce più luminoso e più lungo ogni giorno.

Perché le foglie delle mie succulente cadono quando le tocco?

Perché le foglie cadono dalle tue piante grasse? La ragione più comune è il problema dell’irrigazione. Troppa acqua può far sì che le foglie si gonfino, diventino morbide e mollicce e alla fine cadano. Le foglie che cadono per eccesso d’acqua appaiono bagnate e mollicce, e lo stelo può apparire gonfio.

Come fai a capire se stai innaffiando troppo le piante grasse?

Se le foglie della vostra pianta cominciano ad apparire gialle e trasparenti, e si sentono fradice o mollicce al tatto, è probabile che abbia sofferto di eccesso d’acqua. Un segno precoce di annaffiatura eccessiva è che le foglie iniziano a cadere con un leggero urto.

È meglio annaffiare le piante grasse?

Quando annaffi le tue piante grasse, bagna il terreno fino a quando l’acqua non esce dai fori di drenaggio. (Se il tuo contenitore non ha fori di drenaggio, usa meno acqua). Non usare una bottiglia spray per annaffiare le tue piante grasse: l’appannamento può causare radici fragili e foglie ammuffite.

Innaffiare le piante grasse dall’alto o dal basso?

Le nostre istruzioni per la cura delle piante grasse sono le seguenti: Luce chiara e indiretta. Innaffiando dal fondo del vaso invece di versare l’acqua nella parte superiore, le radici percepiscono l’acqua sottostante e devono raggiungerla! … Questo le aiuta a crescere più grandi e più forti.

Come si fa a capire se si innaffia troppo o troppo poco?

Determinare quale dei due, sentendo la foglia che mostra l’imbrunimento: se si sente croccante e leggera, è sotto annaffiata. Se si sente morbida e floscia, è troppo bagnata. Foglie ingiallite: Di solito accompagnate dalla caduta della nuova crescita, le foglie gialle sono un’indicazione di eccesso d’acqua.

L’Echeveria va bene per la casa?

Come piante d’appartamento, molte Echeverie possono vivere tranquillamente in casa vostra per molti anni. Con il tempo, però, le piante perderanno alcune delle loro foglie più vecchie o cominceranno ad avere un aspetto un po’ “gamboso”. E’ la natura compatta di queste piante che è desiderabile, quindi un vecchio esemplare potrebbe non essere più attraente come una volta.

La mia Echeveria sta morendo?

Mentre le foglie morte alla base della vostra succulenta sono perfettamente sane, le foglie morte sulle parti superiori della nuova crescita sono un segno di un problema, di solito un eccesso o un difetto di irrigazione. … Se le foglie della tua pianta cominciano ad apparire gialle e trasparenti, e si sentono mollicce o mollicce al tatto, è probabile che abbia sofferto di un eccesso d’acqua.

Come faccio a sapere se la mia Echeveria sta morendo?

Il modo migliore per dire se la vostra succulenta è stata innaffiata troppo o troppo poco è l’aspetto delle foglie. Una pianta sotto annaffiata avrà foglie grinzose e raggrinzite, mentre una pianta troppo annaffiata avrà foglie morbide, mollicce, quasi traslucide.

Devo togliere le foglie morte dalle piante grasse?

Crescita delle succulente E anche se la maggior parte delle succulente può sigillare le parti danneggiate, è sempre bene rimuovere rapidamente le foglie rotte, malate o morte, gli steli e i gambi dei fiori. … Poiché la nuova crescita tipicamente germoglia vicino alla fine delle estremità tagliate, è sufficiente potare gli steli nel punto in cui si desidera che la nuova crescita emerga.

Articolo precedente

Qual è lo stipendio annuale di Stephen A Smith?

Articolo successivo

Che aspetto hanno i buchi degli scoiattoli?

You might be interested in …