1 Dicembre 2021
Expand search form

Si può mangiare la plumeria?

Ma è vero. Un nome comune per le specie di Plumeria è frangipani ed è la fonte di quello che pensavo fosse un olio essenziale piuttosto stucchevole. Mi piace molto di più il profumo dei fiori. Se non avete mai annusato un fiore di frangipane, vi siete persi una delizia!

Non posso condividere la fragranza qui, ma è un fiore adorabile: quelli che posso condividere.

Ci sono circa nove specie di Plumeria. Originarie dell’America centrale, sono state coltivate abbastanza a lungo che ci sono molte varietà e le relazioni sono confuse. (link: guardate tutti i colori dei fiori!) La plumeria fa parte della famiglia delle Apocynaceae. La famiglia dei dogbane è enorme, con più di 4.500 specie, principalmente tropicali e subtropicali. Molte, incluse le plumerie, sono abbastanza tossiche se mangiate. Puoi leggere online che i fiori sono commestibili (link) e non commestibili (link). Le foglie e gli steli sono certamente velenosi, anche se sono usati in erboristeria, per esempio come lassativo. Hawaii’s Poisonous Plants afferma che anche se non sono molto tossiche, la gente si è ammalata mangiando insalate di plumeria. Mangia i fiori di plumeria con moderazione.

Alcune specie di plumeria, per esempio la rossa Plumeria rubra comprese le sue varietà bianche, sono decidue, lasciando cadere le loro foglie per una parte dell’anno. Sono originarie delle regioni calde e secche del Messico e dell’America centrale, dove la sopravvivenza nella stagione secca era migliorata dalla mancanza di foglie. Altri, il bianco P. obtusaper esempio, sono sempreverdi, mantenendo le loro foglie per tutto l’anno e sostituendole solo se necessario, non stagionalmente. Plumeria obtusa è originaria delle Bahamas e delle Grandi Antille nei Caraibi, dove la stagione secca non è così sostenuta come nel Messico occidentale.

Plumeria rubra è il fiore nazionale del Nicaragua, dove è chiamata sacuanjoche.

La fragranza è più forte di notte e nella sua gamma nativa la plumeria è impollinata da grandi falene. In realtà, inganna le falene perché i grandi fiori non producono nettare (acqua zuccherata) per nutrire le falene. Le falene arrivano, sondano i fiori per il nettare da bere, ottengono il polline bloccato sulle loro lunghe lingue, poi volano a controllare un altro fiore di plumeria, impollinando i fiori mentre le falene cercano il nettare. Questo produce un’impollinazione di successo per la pianta, ma la falena se ne va ancora affamata.

Il nome scientifico Plumeria onora il botanico francese Charles Plumier (1646-1704, biografia), che ha raccolto la pianta per la scienza occidentale alla fine del 1600. Alle Hawaii, dove sono molto abbondanti, la pianta è solitamente chiamata plumeria. Nelle Americhe e in Australia sentirete probabilmente il nome frangipani. Frangipani è un vecchio e importante nome italiano, apparentemente dato alla plumeria perché i fiori avevano un odore simile al profumo di frangipane. Controllare i dettagli della storia del frangipane si è trasformato in un progetto che descriverò nel post della prossima settimana (link). In Asia la plumeria è variamente chiamata l’albero del tempio indiano, Champa albero di Champa, albero del cimitero di Singapore, e gelsomino delle Indie occidentali, e molte altre cose nelle lingue locali.

Gli usi precolombiani della plumeria sono riportati in Il manoscritto Badianusuna compilazione spagnola delle tradizioni azteche. Lì la pianta, chiamata cacaloxochitlche significa fiore di corvo, appare in una lozione per alleviare la fatica degli amministratori stanchi, una lozione per le eruzioni cutanee e in una pozione complessa per incoraggiare una persona timida. Inoltre, gli Aztechi indossavano fiori di plumeria come ornamento per i capelli e li aggiungevano alle offerte agli dei. Frate Bernardino de Sahagun scrisse: “Questi fiori erano anticamente riservati ai signori” (in Badianus p. 309).

Portata in tutto il mondo più di 400 anni fa, la plumeria è completamente integrata nelle culture locali nei tropici africani e asiatici. Le persone dall’Africa equatoriale all’India alla Cina meridionale non si rendono conto che la pianta è arrivata dalle Americhe, probabilmente nel 1500.

È l’albero nazionale del Laos dove è chiamato dok jampa.

La plumeria è un simbolo d’immortalità nell’Islam, nell’Induismo e nel Buddismo perché continua a produrre fiori e foglie da un ramo tagliato o molto tempo dopo essere stata sradicata. In India e in gran parte del sud-est asiatico, un albero di plumeria cresce praticamente in ogni tempio e cimitero.

Gli indiani raccontano di un francese che cercava la ricchezza. Gli fu consigliato di cercare un albero che cresceva nei templi, con fiori del colore della luna e una fragranza celestiale. Di conseguenza, entrò in un tempio dell’India meridionale a mezzanotte sotto la luna piena. Il profumo era intenso e meraviglioso. Scosse l’albero, sperando di trovare oro, forse monete d’oro. Invece, i fiori caddero, scintillando alla luce della luna. La loro bellezza, la bella notte e la squisita fragranza rivolsero i suoi pensieri a Dio. Capì allora quali erano le vere ricchezze della vita – i fiori dolci, la luce della luna sotto il cielo infinito, il profumo che agitava l’anima – e rinunciò alla sua ricerca di ricchezze terrene.

Plumeria

In tutta l’Asia tropicale, la medicina erboristica ha anche abbracciato la plumeria, usandola per trattare una varietà di mali, tra cui il diabete, la stitichezza, l’asma e altro. Attualmente c’è un’intensa ricerca per vedere se questi usi tradizionali offrono prodotti per la medicina moderna.

La plumeria arrivò alle Hawaii nel 1800 e divenne rapidamente parte delle tradizioni floreali hawaiane. Le plumerie sono il fiore preferito per i leis.

Notate le fragranti plumerie mentre viaggiate ai tropici.

Commenti e correzioni sono benvenuti.


Riferimenti
Baldwin, R. E. 1979. Piante velenose delle Hawaii. La Petroglyph Press, Hilo, HI.
Emmart, E. W. 1940. Il manoscritto Badianus. (Codice Barberinia, latino 241) Biblioteca Vaticana. Un’erba azteca del 1552. Johns Hopkins University Press, Baltimora, Maryland.
Gupta, S. M. 1996. Piante nell’arte del tempio indiano. D. K. Publishers. Delhi, India.
Haber, W. A. 1984. Impollinazione con l’inganno in un albero tropicale a fioritura di massa Plumeria rubra L. (Apocynaceae). Biotropica 16 (4): 269-275.
Kapoor, J. Sotto l’incantesimo della plumeria a Chandigarh. The Indian Express 3 luglio 2016. link
Giardino botanico nazionale tropicale Plumeria obtusa Plumeria rubra

Potresti anche essere interessato agli argomenti

La plumeria è velenosa per l’uomo?

Tutte le parti della plumeria sono considerate tossiche e la linfa può causare un’eruzione cutanea nelle persone sensibili. Ma gli alcaloidi nelle plumerie rendono la pianta estremamente amara e non ci sono casi definitivi di avvelenamento da plumeria.

I fiori di plumeria sono tossici?

I frangipani sono piante molto diffuse e leggermente velenose, l’ingestione di foglie o fiori può irritare il tratto digestivo. È la linfa che è irritante e alcuni animali possono sviluppare eruzioni cutanee quando la prendono sulle labbra e per aver rotto un ramo o le foglie.

Che sapore ha la plumeria?

Plumeria o Frangipani – Buttate questi fiori incontaminati e dolci come il miele nella vostra insalata, cucinateli nelle caramelle o essiccateli per un tè esotico. Rosa – Meritatamente la regina dei fiori, il suo sapore è pura fragranza. Taglia l’estremità bianca e amara dalla base.

Il latte di plumeria è velenoso?

La frangipane possiede una linfa lattiginosa che è leggermente velenosa.

La plumeria ha bisogno di pieno sole?

Nelle regioni costiere, le plumerie possono essere messe al sole diretto senza danno. Per le zone interne, le piante dovrebbero essere collocate in un luogo parzialmente protetto. Un po’ d’ombra proteggerà il fogliame e gli steli dalle scottature e impedirà anche che il sole scotti gli steli. Le plumerie possono sopravvivere con poca umidità.

Si può tenere la plumeria in casa?

Non disperare – puoi sempre provare a coltivare la plumeria in casa sotto una luce fluorescente per 14-15 ore al giorno. Dato che la plumeria è una pianta tropicale, la temperatura è un’altra considerazione. Mantenere una temperatura interna di 65-80 gradi F. … Quando si annaffiano le piante di plumeria in vaso, annaffiarle profondamente.

I fondi di caffè sono buoni per la plumeria?

Si dice che i fondi di caffè siano acidificanti e la Plumeria preferisce terreni più acidi. Pertanto, i fondi di caffè sono migliori per la pianta di plumeria, specialmente se la tua pianta vive in un ambiente alcalino perché i chicchi di caffè abbassano il pH a causa della loro natura acida.

Miracle Grow è buono per la plumeria?

Miracle-Gro Water Soluble Bloom Booster Flower Food Per le plumerie, la migliore variante della linea di fertilizzanti Miracle-Gro è il Bloom Booster Flower Food. … L’applicazione consigliata per le piante da esterno è di mescolare 1 cucchiaio di Miracle-Gro® per ogni litro d’acqua.

Un frangipani è la stessa cosa di una plumeria?

Il frangipani è un albero da fiore profumato, noto anche come plumeria. L’olio di questo fiore colorato, conosciuto anche come il fiore hawaiano Lei, è stato usato in profumeria dal 16° secolo, di solito come nota di testa o di cuore.

Quanto vivono gli alberi di plumeria?

Cura delle piante di plumeria e istruzioni per la coltivazione. Con la corretta cura delle piante di plumeria, queste meravigliose piante tropicali possono vivere per molti anni in vaso. La mia ha più di 15 anni (!!), e per la maggior parte di questi 15 anni non sapevo come coltivarla.

L’ibisco è velenoso?

Ibisco Nella maggior parte dei casi, l’ibisco non è tossico per gli animali domestici, ma il Rose of Sharon (Hibiscus syriacus) è un tipo di ibisco che può essere dannoso per il vostro amico peloso. Se un cane ingerisce una quantità significativa del fiore di questo ibisco, può sperimentare nausea, diarrea e vomito.

Alle plumerie piace essere nebulizzate?

La nebulizzazione è anche una buona idea in estate. Con la plumeria bisogna fare attenzione ad appannare il fogliame, non i fiori. … Tollera le alte temperature, ma se la spostate all’aperto per l’estate, riportatela dentro se la temperatura scende sotto i 55°F/13°C di notte. È tropicale, non resistente.

I gusci d’uovo vanno bene per la plumeria?

I gusci d’uovo sono ricchi di calcio. Senza la giusta quantità di calcio nel terreno, le piante possono produrre fioriture deformi. Potresti comprare della calce per prevenire questo problema, ma i gusci d’uovo sono altrettanto efficaci.

Le bucce di banana vanno bene per la plumeria?

Le bucce di banana vanno bene. Di nuovo… i pro e i contro fanno sì che le bucce di banana vadano bene per includere materia organica nel terreno. Le bucce di banana ci mettono una vita a decomporsi.

Quanto costa una pianta di plumeria?

A quanto ammontano le piante? R. I prezzi generalmente partono da 10 dollari per una plumeria comune da 1 gallone (di base bianca o gialla) e possono arrivare fino a 300 dollari o più per alberi grandi o varietà insolite.

Articolo precedente

Come faccio a cancellare un commento dal lavoro?

Articolo successivo

Cosa significa Troph in biologia?

You might be interested in …