20 Dicembre 2021
Expand search form

Uber è pericoloso di notte?

Mentre milioni di persone usano quotidianamente app di ride-share come Uber e Lyft senza incidenti, incidenti e situazioni seriamente pericolose accadono ancora.

La scorsa settimana, Samantha Josephson, una studentessa universitaria di 21 anni nella Carolina del Sud, è stata trovata morta dopo essere salita su una macchina che la polizia ha detto di aver scambiato per il suo Uber.

Il sospetto, che non è un autista di Uber o Lyft, è stato arrestato e accusato, ma gli utenti delle app di ride-share potrebbero essere ancora un po’ spaventati e preoccupati per la sicurezza dell’uso delle app e di altre come loro.

Un portavoce di Uber ha detto a HuffPost che dal 2017, l’azienda ha lavorato con le forze dell’ordine per educare il pubblico su come evitare i falsi autisti di ride-share, e nelle prossime settimane, l’azienda sta lanciando una campagna di social media chiamata Check Your Ride nel tentativo di aumentare la consapevolezza e la sicurezza. (Lyft non ha risposto a una richiesta di commento).

Anche se questi passi sono utili, nessuno conosce il ride-sharing meglio degli autisti. HuffPost ha raggiunto due autisti di Uber e Lyft, che hanno condiviso i loro migliori consigli per arrivare a destinazione nel modo più sicuro possibile.

Controlla la targa

“Il modo migliore per assicurarsi di salire sull’auto giusta è assicurarsi che corrisponda alla targa nell’app”, ha detto Harry Campbell, il fondatore di The Rideshare Guy e autore di La guida al Rideshare . Campbell è un autista di Uber, Lyft e Doordash con sede a Los Angeles.

“Dico sempre ai passeggeri che si può usare la marca e il modello per identificare l’auto, ma non si vuole mai salire su un’auto che non ha una targa o non corrisponde all’auto nella vostra app”, ha detto.

Uber ha fatto eco a questo importante passo. ” Quando si richiede un viaggio attraverso l’app Uber, si riceve la foto del conducente, il nome, la marca/modello dell’auto e il numero di targa”, ha detto un portavoce di Uber. “Ricordiamo ai passeggeri di controllare due volte questi due importanti dettagli prima di iniziare un viaggio: l’autista e l’auto”.

Sapere quali domande fare e rispondere

Mentre molti di noi si godono un viaggio in silenzio, c’è un po’ di chiacchiere che dovrebbero sempre essere scambiate prima di salire in macchina.

“Gli autisti sono tenuti a sapere il tuo nome e la tua destinazione prima che tu salga”, ha detto Chelsea Burton, che ha guidato per Uber a Minneapolis. “Raccomanderei, prima di salire in macchina, di chiedere all’autista di ripetere a pappagallo queste informazioni. Perché se non ti conoscono, c’è qualcosa che non va”.

Burton raccomanda anche di chiedere il nome dell’autista per assicurarsi che corrisponda alla persona sull’app prima di allacciarsi la cintura.

Mantieni il tuo ingegno

Una cosa fantastica dell’avvento di app come Uber e Lyft è che forniscono un’opzione comoda e sicura per tornare a casa dopo una notte di bevute. Ma una notte di divertimento fuori può rendere facile dimenticare i controlli standard di sicurezza.

“Essere estremamente alterati aumenta le possibilità che qualcosa vada storto durante o dopo la corsa”, ha detto Campbell.

Inoltre, non date per scontato che tutti gli autisti di Uber o Lyft siano brave persone.

“Personalmente non mi sono mai preoccupato che gli autisti registrati facessero qualcosa di pericoloso. Questo perché i controlli dei precedenti sono abbastanza forti che dovrebbero essere davvero stupidi per fare qualcosa e pensare di farla franca. Ma alcune persone sono così stupide”, ha ricordato Burton.

Guarda dove ti siedi

“Se un autista ti chiede di salire sul sedile anteriore, è una buona occasione per rivalutare la situazione”, ha detto Campbell. “Inoltre non consiglio di sedersi direttamente dietro il conducente. È sempre un po’ strano. A tarda notte, un autista potrebbe trasportare qualcuno e se ti siedi proprio dietro di lui, non può vederti, e tu non puoi vedere loro e quello che potrebbero fare”.

Campbell raccomanda di sedersi sempre sul sedile posteriore dal lato del passeggero sia per la vostra sicurezza che per la comodità dell’autista.

Quando chiami un Uber o un Lyft, scegli i posti più sicuri per essere preso e lasciato.

Farsi venire a prendere e lasciare in un luogo sicuro

“È meglio farsi venire a prendere in una zona popolata, magari non in mezzo a una folla di persone”, raccomanda Campbell. “Quando i bar escono, molte persone chiamano un passaggio proprio di fronte a un bar, e potrebbe essere pericoloso accostare, o potrebbe essere difficile trovare il tuo autista. Magari cercate una zona che sia a uno o due minuti di distanza e che sia ancora sicura e ben illuminata”.

Burton consiglia di entrare e uscire in un luogo sicuro, ma non necessariamente a casa vostra. “Non è mai una buona idea far sapere agli estranei il tuo indirizzo esatto. Se il tempo è abbastanza buono e ti senti sicuro, perché non ti fai lasciare a un isolato di distanza?”.

Attenzione alle bandiere rosse

Oltre a controllare la targa e il nome del conducente, ci sono alcune altre cose di cui i motociclisti dovrebbero essere consapevoli.

“Fate attenzione ai conducenti che non sono nell’auto che l’app dice che dovrebbero guidare o non sembrano sobri o c’è qualcun altro in macchina con loro, come il loro amico o qualcuno. Raccomanderei di non salire su quelle auto e di chiamare un altro passaggio”, ha detto Burton.

Non abbiate paura di uscire

Se siete già in macchina e notate una o due bandiere rosse, non abbiate paura di terminare la corsa in anticipo.

“Cerca delle opportunità dove puoi facilmente scappare e cerca sempre di disinnescare la situazione”, ha detto Campbell. “Dite qualcosa come: ‘Ho appena ricevuto un messaggio di emergenza o una telefonata. Puoi accostare?”.

“Quello che si può anche fare è aggiungere una fermata che sia a metà strada o vicina a dove si è attualmente e poi uscire a quella fermata”, ha detto Burton.

La comunicazione è la chiave

Soprattutto, Campbell e Burton hanno sottolineato che rimanere in comunicazione con il tuo autista può mantenere entrambi al sicuro. Non abbiate paura di fare altre domande.

“Mi sento sicuramente più sicura e a mio agio quando l’autista aspetta che io entri [nell’edificio], soprattutto quando è buio. Non fa male chiedere di farlo”, ha detto Burton.

Dovresti anche tenerti in contatto con gli amici in modo che anche loro possano essere consapevoli della tua posizione.

“Uber e Lyft hanno entrambi un’opzione per condividere il tuo viaggio con un amico o un membro della famiglia. Così sanno che stai tornando a casa sano e salvo e in orario”, ha detto Campbell. “Ogni volta che sali in macchina, non dovresti fare un controllo di sicurezza in 12 punti, ma ci sono sicuramente alcune cose a cui prestare attenzione”.

Articolo precedente

Un esagono può essere concavo?

Articolo successivo

Come si chiama un gambo di mais?

You might be interested in …