2 Dicembre 2021
Expand search form

Un’ecografia può rilevare un’ernia inguinale?

Questo è un appello alla sua buona volontà. Sarebbe così gentile da non chiedere studi ad ultrasuoni per la diagnosi di ernia inguinale, per favore? Le ernie costituiscono una patologia che può essere vista e palpata.

Le ernie inguinali rappresentano una patologia altamente prevalente che può, quindi, consumare molte risorse [1].

La diagnosi di ernia si è sempre basata sulla presenza di dolore e sulla palpazione del sacco erniario. L’osservazione e la palpazione del tumore dell’ernia rappresentano condizioni sine qua non per la chirurgia. La sola presenza di dolore, bruciore o fastidio non conferma la presenza di un’ernia e, pertanto, il paziente non deve essere operato.

Al giorno d’oggi, quando i pazienti vengono per la consultazione, si lamentano del dolore inguinale e portano uno studio ecografico che riporta: “un sacco di ernia di pochissimi mm”. Il paziente generalmente dice: “Sono venuto da lei perché ho un’ernia e devo essere operato. Ho un dolore inguinale da 2 settimane. Il mio medico di base mi ha chiesto un’ecografia che ha rivelato un’ernia inguinale di 5 mm”. Così, sorge un problema quando noi chirurghi non palpiamo l’ernia e informiamo il paziente che non deve essere operato [2]. Quindi, a questo punto si pone un problema difficile da spiegare.

Il paziente chiede allora: “Perché non volete operarmi se sento dolore e ho uno studio ecografico che segnala un’ernia? Lo studio ecografico è inutile? Perché l’hanno chiesto allora? Che cos’ho veramente?”.

Il fatto che al giorno d’oggi i pazienti si fidano più del contenuto del referto ecografico che di quello che dice loro il chirurgo è degno di nota. Tuttavia, quando si dice loro che non possiamo eseguire un’operazione basandoci solo sullo studio ecografico, perché corriamo il rischio di eseguire l’intervento e di non trovare l’ernia, i pazienti capiscono meglio la situazione.

Infatti, noi, chirurghi esperti, non richiediamo studi complementari per la diagnosi dell’ernia. Vediamo i nostri pazienti in diverse visite, palpiamo molto bene la zona e controlliamo l’evoluzione del paziente. Se il dolore è causato da un’ernia nella fase iniziale, l’ernia si manifesterà chiaramente in poche settimane. Altrimenti, il dolore può essere solo muscolare o tendineo e può essere risolto spontaneamente o con farmaci antinfiammatori.

In conclusione, credo che la strategia più efficace consista nell’ascoltare il paziente, esaminarlo accuratamente e riferirlo al chirurgo perché il professionista confermi la diagnosi. In questo modo, risparmieremo risorse ed eviteremo malintesi.

Riferimenti

Alabraba E, Psarelli E, Meakin K et al (2014) Il ruolo degli ultrasuoni nella gestione dei pazienti con ernie inguinali occulte. Int J Surg 12(9):918-922

Miller J, Cho J, Michael MJ et al (2014) Ruolo dell’imaging nella diagnosi delle ernie occulte. JAMA Surg 20:484

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Un’ecografia mostrerà un’ernia inguinale?

Anche se le tecniche di imaging come l’ecografia, la tomografia computerizzata e la risonanza magnetica sono raramente necessarie per diagnosticare le ernie inguinali, possono essere utili in alcune situazioni cliniche. L’ecografia ha una buona sensibilità e specificità per l’individuazione delle ernie inguinali.

Di che tipo di ecografia ho bisogno per l’ernia inguinale?

In questo caso, può essere ordinata un’ecografia addominale mirata o limitata. L’ecografia addominale è un test semplice e non invasivo che utilizza le onde sonore per creare immagini in tempo reale della posizione del tuo dolore e/o delle posizioni più comunemente associate all’ernia.

Si può perdere un’ernia con l’ecografia?

L’ecografia e la TAC non rilevano in modo affidabile le ernie nascoste. I pazienti con il sospetto clinico di un’ernia inguinale dovrebbero sottoporsi all’imaging, con la risonanza magnetica come esame radiologico più sensibile.

Come si verifica un’ernia inguinale?

L’esame della regione inguinale, sia negli uomini che nelle donne, è meglio eseguito con il paziente in piedi e il medico seduto su uno sgabello di fronte al paziente. L’osservazione dell’area inguinale in luce obliqua con il paziente rilassato e poi con la tosse attiva può rivelare un rigonfiamento o un movimento anomalo.

Come si fa l’autocontrollo dell’ernia?

Come dire che hai un’erniaTrova un nodulo o un gonfiore intorno all’osso pubico.Se trovi un nodulo, prendi nota di dove si trova e sdraiati.Il nodulo è scomparso o è diventato più piccolo? Se è così, potrebbe trattarsi di un’ernia.Senti fastidio quando tossisci o sollevi oggetti pesanti? È quasi certamente un’ernia.Feb 3, 2021

Cosa può essere scambiato per un’ernia inguinale?

Ernia femorale. Le ernie femorali si verificano quando un po’ di tessuto si gonfia attraverso il basso ventre e nella parte superiore della coscia, nella zona appena sotto la piega inguinale. Le ernie femorali sono a volte scambiate per ernie inguinali perché si verificano in una posizione vicina.

Come si cerca l’ernia inguinale con l’ecografia?

Tutorial sugli ultrasuoni: Valutazione dell’ernia inguinale/femoraleYouTube | Tempo – 1:10 [Inglese]

Cosa può simulare un’ernia?

(SLS). Le ernie possono essere mal diagnosticate nelle donne, e si può invece pensare che siano cisti ovariche, fibromi, endometriosi o altri problemi addominali, secondo la SLS. Le ernie delle donne possono essere piccole e interne. Potrebbero non essere un rigonfiamento che può essere sentito in un esame o essere visibile all’esterno del corpo, secondo il SLS.

Le ernie si vedono sempre sugli ultrasuoni?

Il tuo medico controllerà se c’è un rigonfiamento nella zona inguinale. Poiché stare in piedi e tossire può rendere un’ernia più prominente, probabilmente ti verrà chiesto di stare in piedi e tossire o sforzarti. Se la diagnosi non è immediatamente evidente, il medico potrebbe ordinare un test di imaging, come un’ecografia addominale, una TAC o una risonanza magnetica.

Cosa può essere scambiato per un’ernia?

(SLS). Le ernie possono essere mal diagnosticate nelle donne, e si può invece pensare che siano cisti ovariche, fibromi, endometriosi o altri problemi addominali, secondo la SLS. Le ernie delle donne possono essere piccole e interne. Potrebbero non essere un rigonfiamento che può essere sentito in un esame o essere visibile al di fuori del corpo, secondo il SLS.

Come faccio a sapere se ho un’ernia o un inguine tirato?

Uno stiramento all’inguine può spesso essere avvertito come un dolore improvviso mentre si fa un rapido movimento laterale, mentre il dolore dell’ernia si sviluppa più comunemente nel tempo. Il dolore di un’ernia tende ad aumentare quando si va in bagno, a differenza di uno stiramento inguinale. Un’ernia può essere sentita tipicamente come un piccolo rigonfiamento nella parte interna superiore della coscia.

Cosa succede se l’ernia inguinale non viene trattata?

L’incarceramento o lo strangolamento delle ernie inguinali è raro, ma gravi complicazioni possono svilupparsi se l’ernia non viene trattata. Ernia incarcera: L’incarceramento si verifica quando parte del grasso o dell’intestino dall’interno dell’addome rimane bloccato nell’inguine o nello scroto e non può tornare indietro nell’addome.

Come si può distinguere un’ernia inguinale diretta da una indiretta?

Un’ernia inguinale diretta sporge direttamente in avanti quando il paziente si alza, mentre l’ernia indiretta mostra un percorso più obliquo verso il basso, verso lo scroto. Un’ernia che va nello scroto è sempre indiretta.

Cosa può essere scambiato per ernia inguinale?

Ernia femorale. Le ernie femorali si verificano quando un po’ di tessuto si gonfia attraverso il basso ventre e nella parte superiore della coscia, nella zona appena sotto la piega inguinale. Le ernie femorali sono talvolta scambiate per ernie inguinali perché si verificano in una posizione vicina.

Cosa può simulare un’ernia inguinale?

La malignità del cordone spermatico è una diagnosi rara e impegnativa, spesso mal diagnosticata come un’ernia inguinale o un lipoma del cordone. In queste immagini, mostriamo un uomo di 61 anni per il quale è stata tentata la riparazione laparoscopica di un’ernia clinicamente diagnosticata.

Articolo precedente

Qual è il miglior fogger per le pulci in casa?

Articolo successivo

Devo lasciar fiorire il mio rosmarino?

You might be interested in …